Crisantemo

Piante perenni

Le piante raggruppate sotto il nome di “perenni” sono quelle piante che non vivono secondo una classica stagione vegetale che va dalla primavera all’autunno e rigenerandosi poi solo attraverso i semi, bensì esse sopravvivono all’inverno (per le piante questa stagione è definita come riposo vegetativo) con l’impianto radicale immutato e con – spesso – gran parte dello scheletro di base della pianta. Molto spesso il periodo invernale viene trascorso perdendo tutte le foglie e senza nessun accenno di vita, quindi né ricrescita fogliare, né fiori, né frutti e quindi anche senza nemmeno una crescita in dimensioni della pianta. In realtà si potrebbe allegramente definire questa fase come “risparmio energetico”: la pianta, per essere capace di superare le fredde giornate d’inverno, riduce al minimo gli sforzi e soprattutto le possibilità di rischio “bruciature da freddo”, così comuni e così devastanti. Un esempio di pianta che subisce spesso questa bruciatura da freddo per via del fatto che ha una fioritura primaverile molto precoce è la mimosa: essa a febbraio fa spuntare già le foglie nuove, ma in quel periodo si possono avere ancora drastici cali di temperatura che in molti casi risultano fatali alla pianta. Molte piante perenni, proprio per la loro durata, sono apprezzate come piante decorative.
fiori crisantemo

Giapponese campanelle a vento vento campane in vetro fatto a mano regalo di compleanno regalo San Valentino Casa, Cucina, Spa, giardino, Finestra, dettagli interni Ciondolo Decor (crisantemo)

Prezzo: in offerta su Amazon a: 14,35€


Il crisantemo

crisantemo giallo Una pianta perenne che è conosciuta in tutto il mondo è il crisantemo: si tratta di una pianta dal carattere erbaceo che è probabilmente presente sulla Terra da molti milioni di anni, in quanto non si riesce a risalire con esattezza alle sue terre d’origine, avendo trovato fossili sia in Europa che in Asia, oltre che in America dove è molto diffusa. Non solo, alla “confusione” generale ha contribuito anche il fatto che di questo genere di piante esistono un grandissimo numero di specie, reso ancora più alto dalla grande quantità di ibridi creati dall’uomo per soddisfare i bisogni commerciali. In effetti il crisantemo ha un grande commercio per via dei fiori numerosi e colorati di cui dispone, duraturi anche se recisi ed infatti il crisantemo è una delle materie prime dell’industria del fiore reciso, sposando ottime colorazioni ed una grande durata anche se secco. Le tante specie di crisantemo si differenziano soprattutto per la grandezza del fiore, ma tra esse ci sono anche specie annuali, oltre che perenni. Le annuali vengono utilizzate maggiormente per i fiori recisi e per la decorazione come fiore, mentre le perenni hanno un grosso successo commerciale come pianta da giardino e da casa.

  • Pianta di Albicocco con frutti L'albicocco è una pianta originaria della Cina nord-orientale al confine con la Russia; la sua presenza data più di 4000 anni di storia. Da lì si estese lentamente verso ovest attraverso l'Asia centra...
  • Fiori di Pesco Il pesco è originario della Cina, dove tutt’ora lo si può ancora rinvenire allo stato spontaneo. Alessandro Magno, in seguito alle sue spedizioni contro i Persiani, portò il pesco in Grecia, mentre i ...
  • Pianta di Susino con frutti Il susino appartiene alla famiglia delle Rosacee, alla sottofamiglia delle Pruniodee, o Drupacee, ed al genere Prunus; le specie più importanti sono il susino europeo e quello giapponese.Il susino e...
  • Piantina di Fragola con frutti La fragola appartiene alla famiglia delle Rosacee ed al genere Fragaria, il quale comprende diverse specie: la fragolina di bosco (Fragaria vesca), Fragaria virdis, adatta in terreni calcarei, Fragari...

TINNINA 10 pezzi artificiali Margherita fiore del Crisantemo Girasoli per la decorazione domestica nozze mazzi Giallo

Prezzo: in offerta su Amazon a: 8,99€


Coltivazione ed avversità

La coltivazione del nostro Crisantemo dipende molto da quale specie ci ritroviamo davanti; nel caso di una specie annuale bisogna piantarla in tarda primavera (minimo fine del mese di Marzo, per evitare le gelate) in un terreno che si possa definire “generoso”, quindi equilibrato negli elementi e ben concimato fin dall’inizio. La posizione migliore per il crisantemo è quella soleggiata: resiste benissimo all’esposizione diretta ed anzi ne necessita, perché l’ombra lo avvizzisce e fa perire tutto l’esemplare. Se invece abbiamo un crisantemo perenne dobbiamo ricordarci solo di disporlo in un posto sempre soleggiato (anche in prospettiva degli anni a venire) e di concimarlo regolarmente, solo diminuendo drasticamente le dosi in inverno. Le avversità che colpiscono purtroppo il crisantemo non sono poche e non confinate ad un singolo gruppo: in rappresentativa dei funghi troviamo mal bianco, muffa grigia, tracheomicosi, vaiolo e ruggine (insofferenze generalizzate sulla pianta); per i virus: mosaico, giallume e nanismo. Oltre a questi abbiamo anche: marciume midollare, marciume molle, anguillosi fogliare e cimici, quindi sia attacchi di batteri e sia di insetti. La prevenzione è importante e pertanto bisogna ricordarsi di evitare gli accumuli di acqua ed umidità, l’ombreggiatura prolungata e la non concimazione.


Crisantemo: Significato e curiosità

Il crisantemo, almeno nel mondo occidentale cattolico, ha un significato non molto piacevole, in quanto viene collegato e ricordato come “fiore dei morti”: in effetti è questa la specie che, in occasione di un lutto, si regala ai parenti e/o si mette intorno alla bara funebre. Sembrerebbe un leggero contrasto in quanto si tratta di una specie floreale molto colorata, ma la tradizione ricorda il crisantemo come il fiore della verità e del dolore, quindi si esprime con garbo la propria sincera vicinanza in momenti bui e brutti ma purtroppo inevitabili della vita stessa. Curiosamente in queste occasioni non si regala mai la pianta di crisantemo: non si sa bene se sia un’imposizione della tradizione o solo un’abitudine, ma ci si limita ad un mazzo di fiori di crisantemo, preferibilmente non abbondante per evitare “scenate” in occasioni che di celebrativo hanno ben poco. Il nome “crisantemo” deriva dal greco e vuol significare “fiore d’oro”: pochi autori ne hanno parlato o comunque ai giorni nostri sono giunte poche testimonianze, ma in generale si capisce come il fiore sia apprezzato da sempre. La sua coltura è molto semplice e redditizia, date le poche attenzioni dovute ed i grandi risultati fiorali che si possono ottenere anche in breve tempo.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO