Garofano dei poeti

vedi anche: Garofano

Garofano dei poeti origini e caratteristiche

Il garofano dei poeti è una pianta erbacea europea perenne, anche se attualmente viene molto coltivata come annuale. Presenta dei fusti dritti e delle foglie lunghe e a punta di un colore verde tendente al grigio; questi esemplari non superano mai i trenta centimetri di altezza; in primavera sbocciano i fiorellini a forma di coppa e dai petali divisi a mo’ di frangia. I fiori crescono in piccoli mazzi e possono essere bianchi, rosa, rossi oppure striati. Il nome botanico del garofano è dianthus e quello dei poeti è la varietà detta barbatus: questi termini in greco significano fiore di Giove e nell’antichità questo garofano era il simbolo della poesia, motivo dell’attuale nome. Nel linguaggio dei fiori, invece, generalmente il garofano simboleggia la fedeltà, anche se molto dipende dal colore. Il bianco indica propriamente la purezza e dunque la fedeltà, il rosso la passione, mentre il giallo il disprezzo del proprio amante. Per i cristiani i garofani sono nati dalle lacrime di Maria ai piedi della croce di Cristo, mentre per l’antica mitologia sono nati dalle lacrime di un pastore innamorato e non corrisposto dalla dea della caccia Diana.
Un garofano dei poeti

2016 Nuovi rari Sedum sangue di draghi Sedum spurium - 100 semi di fiori 49%

Prezzo: in offerta su Amazon a: 12,99€


Garofano dei poeti coltivazione

Una pianta di <em>garofano dei poeti</em> cresciuta spontaneamente in un campo Per coltivare bene i garofani dei poeti bisogna innanzitutto considerare il fatto che non durano a lungo, al massimo due anni e poi andranno sostituiti. Sembra strano perchè è una pianta perenne, ma lo è quella spontanea che cresce in natura; quelle che si trovano in commercio, sono invece piante molto fragili. Nonostante ciò, data la loro bellezza vale davvero la pena piantarli. Vanno messi in luoghi soleggiati, anche se non temono il freddo; sopportano di meno, invece, il forte caldo, per questo motivo nei mesi estivi è bene spostarli all’ombra se si tengono in vaso. I garofani normalmente sopportano bene la siccità, quindi non hanno bisogno di essere annaffiati molto, a parte nei periodi di afa. Bisogna poi usare un terreno sciolto, ricco di humus, ben drenato e con un basso livello di acidità. L’ideale sarebbe usare del terriccio normale per piante da fiore unito a un po’ di sabbia che favorisca il drenaggio.

    Lupin Bianco&#160;&#8211;&#160;100&#160;grammi&#160;&#8211;&#160;Lupinus Alba&#160;&#8211;&#160;White Lupin&#160;&#8211;&#160;(fertilizzante Verde&#160;&#8211;&#160;Green Manure)&#160;&#8211;&#160;sem05

    Prezzo: in offerta su Amazon a: 12,5€


    Garofano dei poeti cure

    Garofani dei poeti che crescono a mazzetti Dall’inizio della primavera fino all’inizio dell’autunno bisogna concimare il garofano dei poeti con prodotti per piante da fiore, da sciogliere nell’acqua dell’irrigazione e da somministrare ogni due settimane. Per far durare di più i fiori nel periodo della fioritura è opportuno spuntare i fusti fioriti per ridar vigore alla pianta. La messa a dimora a terra dei garofani dei poeti va effettuata in primavera, tenendo presente che le piantine produrranno i primi fiori solo alla primavera dell’anno successivo. Sempre più spesso ormai vengono vendute le piante dell’anno precedente, così da poter avere subito i fiori. Alla fine dell’estate è possibile operare una talea dai fusti, che andrà poi interrata in un buon terriccio per piante da fiore; in questo modo si otterrà ovviamente una piantina identica alla pianta madre, risultato non raggiungibile con la semina, che produce sempre fiori diversi.


    Garofano dei poeti malattie e curiosità

    Garofani dei poeti di diverso colore Essendo una pianta perenne, il garofano dei poeti è molto resistente ed è davvero molto raro che dei parassiti o una malattia lo danneggino a tal punto da farlo morire. Tuttavia, spesso le varietà annuali sono vittime dello oidio, soprattutto nei periodi molto umidi o se la pianta si trova in un luogo umido. Per curare la pianta in questo caso bisogna usare un prodotto a base di zolfo. Nel caso in cui si presentino parassiti come mosche bianche o afidi è sufficiente un qualsiasi prodotto insetticida. Un’azione preventiva è molto utile soprattutto nelle piantine più giovani e più vulnerabili ai parassiti. Non tutti lo sanno, ma il garofano è commestibile: sin dall’antichità le foglie venivano usate per creare infusi per alleviare i sintomi di febbre e altre malattie, oppure per creare filtri d’amore. Se lo si vuole usare in tal senso non bisogna ovviamente usare pesticidi.



    Guarda il Video
    • garofani Numerosi sono i significati attribuiti a questo fiore nel corso dei secoli. La mitologia lega il garofano alla Dea della
      visita : garofani
    • garofano dei poeti Il Dianthus barbatus è una pianta erbacea perenne originaria dell'Europa centrale e meridionale, spesso coltivato come a
      visita : garofano dei poeti
    • garofano fiore I garofani appartengono al genere Dianthus, in particolare dalla specie Dianthus caryophyllus sono state ottenute tutte
      visita : garofano fiore

    COMMENTI SULL' ARTICOLO