Pianta lupini

Origine e diffusione

Il lupino è una delle più antiche piante di leguminose originarie del bacino mediterraneo. Si adatta molto bene anche ai terreni più aridi e poveri di sostanze nutritive. Ha la caratteristiche di migliorare il suolo dove viene piantata e spesso si adopera proprio per favorire lo sviluppo delle coltivazioni successive di tuberi o altri ortaggi. I semi prodotti dalle piante di lupini contengono elevate percentuali di alcaloidi amari talvolta velenosi che devono essere eliminati mediante prolungati lavaggi successivi. In Italia il numero di coltivazioni dei lupini in questi ultimi anni è letteralmente crollata a causa del progressivo spopolamento delle zone caratterizzate da un terreno arido. Tuttavia alcune coltivazioni a scopo commerciale sono ancora presenti in Calabria ma anche in Puglia, nel Lazio e in Campania.
Piante di lupini

LUPINI MACINATI CONCIME PER LIMONI E PIANTE ACIDOFILE CONFEZIONE IN SACCO DA 5 KG

Prezzo: in offerta su Amazon a: 21€


Caratteri botanici

Diverse varietà di lupini Le piante di lupini che vengono comunemente coltivate nel nostro continente appartengono a tre diverse specie: il lupino bianco, quello giallo e il lupino blu. In Italia viene coltivata per usi commerciali quasi esclusivamente la varietà bianca poiché si adatta facilmente anche ai terreni più inospitali. Si tratta di una pianta a portamento eretto annuale che può raggiungere anche il metro e mezzo d'altezza. La radice è di tipo fittonante ed è molto robusta. Ospita un gran numero di tubercoli globosi che vengono prodotti direttamente dal rizoma. Le foglie hanno un aspetto palmato e sono composte a loro volta da cinque o nove foglioline dalla forma ovata. Sono glabre sulla pagina superiore mentre appaiono vellutate su quella inferiore. I fiori sono bianchi e vistosi e si presentano raggruppati in racemi.

  • Fiori e piante di Lupini Infiorescenze allegre e colorate per la pianta di Lupini. Il nome scientifico è Lupinus ed è una specie di piante appartenente alla famiglia delle Papilionaceae. Originaria del Medio Oriente e del bac...
  • Pianta di Tamarindo Il tamarindo appartiene alla famiglia delle Leguminose, alla sottofamiglia delle Cesalpinioidee, al genere Tamarindus ed alla specie indica. È un albero a lenta crescita, in grado di superare un’altez...
  • Una pianta di arachidi fiorita Il nome scientifico della pianta delle arachidi è Arachis hypogaea, una pianta erbacea che fa parte della famiglia botanica delle Fabaceae, cioè le Leguminose. L'arachide è originaria del Sud America,...

LUPINI DA SEMINA IN CONFEZIONE DA 100 GRAMMI

Prezzo: in offerta su Amazon a: 8,9€


Esigenze ambientali

Baccelli pronti per essere raccolti Le piante di lupini prosperano soprattutto nei terreni acidi ma non fruttificano in quelli prevalentemente calcarei. Tutte le varietà temono sia i ristagni d'acqua che i problemi causati dall'asfissia radicale. Per tale ragione possono essere messe a dimora esclusivamente nei terreni sciolti e ben drenati. I terreni di origine vulcanica sub acidi che caratterizzano gran parte dei suoli del Lazio e della Campania, sono perfetti per ottenere le migliori produzioni in termini qualitativi e quantitativi. I lupini non temono affatto le gelate e addirittura in alcune zone del sud Italia vengono seminati in autunno per anticipare il raccolto nella primavera successiva. Alle nostre latitudini non ci sono malattie particolarmente dannose che possono danneggiare le coltivazioni in maniera irrecuperabile.


Pianta lupini: Tecnica colturale

Lupini pronti al consumo Il lupino viene sovente adoperato come coltura miglioratrice da alternare ai cereali. In autunno, dopo l'avvenuta raccolta del grano e del granturco, si tolgono le sterpaglie rimaste sul terreno. Successivamente si procede con l'aratura a media profondità per arieggiare bene il suolo. La semina del lupino bianco si effettua fra il mese di ottobre e quello di novembre. In genere si posizionano i semi in file parallele che daranno una popolazione pari a 30 piante per metro quadrato di superficie. Per incrementare la produzione si può ricorrere a un'adeguata concimazione prevalentemente fosfatica. Per evitare che le erbe infestanti soffochino la coltivazione durante il suo sviluppo, si può ricorrere all'utilizzo di diserbanti ad uso esclusivo delle leguminose da granella, acquistabili presso i consorzi di agraria.


Guarda il Video
  • pianta dei lupini Il lupinus o lupino è una pianta erbacea perenne originaria dell’America settentrionale. Costituisce rosette basali cost
    visita : pianta dei lupini

COMMENTI SULL' ARTICOLO