Platycodon

Quando e quanto irrigare la platycodon

La specie denominata Platycodon grandiflorus è comunemente conosciuta con la denominazione campanula grandiflora. Questa tipologia di erbacee non richiede particolari cure, soprattutto per quanto riguarda le irrigazioni. Infatti, dopo la messa a dimora e la fase di attecchimento diventano molto autonome e non hanno bisogno di annaffiature frequenti, in autunno e durante la stagione invernale. Con l'arrivo della primavera e in base al contesto ambientale in cui vengono coltivate, le annaffiature diventano più costanti e regolari. Fornire il corretto apporto idrico supporta l'abbondante e colorata produzione floreale, che inizia in estate e prosegue fino al mese di settembre. Per mantenere il substrato umido e al riparo dal caldo eccessivo, è utile effettuare alle piante di Platycodon una leggera pacciamatura.
Fiori pianta platycodon

Frank Flechtwaren - Set 2 fioriere sospese

Prezzo: in offerta su Amazon a: 28,38€
(Risparmi 0,01€)


Come prendersi cura delle piante di platycodon

Boccioli platycodon Facili da coltivare le piante perenni di Platycodon sono l'ideale anche per i meno esperti e regalano intense fioriture estive. Infatti, questi vegetali sono molto rustici e si adattano facilmente a diversi contesti ambientali. Non temono le stagioni invernali e sopportano senza troppe difficoltà le temperature inferiori ai -10°C. Al contrario, possono risentire delle condizioni climatiche eccessivamente calde e afose. I vegetali di Platycodon prediligono i terreni profondi e ben drenati, ma possono essere coltivati anche in appositi vani contenitori. Il substrato più indicato è composto da un buon terriccio universale da mescolare a della sabbia grossolana oppure a della pomice. In questo modo si garantisce un suolo soffice e ben areato, ideale per la crescita delle erbacee di Platycodon.

  • Campanula Le campanule sono i fiori ideali per chi vuole dare, senza troppi sforzi, un tocco di colore al giardino con qualcosa che catturi lo sguardo, ma che non si imponga necessariamente come protagonista o ...
  • il fiore di campanula perenne Riempite una terrina o dei singoli vasi con i semi di campanula perenne, spargendo i semi mescolati a della sabbia: questo vi permetterà di distribuirli in modo uniforme. Coprite con uno strato legger...
  • Infiorescenze di Campanula portenschlagiana Il genere della Campanula comprende più di trecento specie diverse, tra cui la cosiddetta Campanula portenschlagiana, appartenente alla famiglia delle Campanulaceae. Piante originarie del continente e...
  • Campanule fiore Le campanule sono un genere di piante perenni, annuali o biennali dalla caratteristica forma a campana. Complessivamente le specie sono più di trecento, di cui alcune raggiungono pochi centimetri d’al...

GETSO 200 Pezzi rari Rock CRESCIONE Bonsai Pianta rampicante Timo serpillo Piante perenni Terra Fiore Copertura per Il Giardino di casa: 10

Prezzo: in offerta su Amazon a: 8,99€


Quanto e come concimare la pianta

Fiore campanula grandiflora É importante fornire tutti gli elementi nutritivi necessari e fondamentali per favorire la produzione floreale delle erbacee perenni di Platycodon. Per questo è opportuno scegliere un buon concime per piante da fiore, da somministrare a partire dal mese di marzo. La soluzione liquida è la più indicata, si diluisce direttamente nell'acqua destinata alle irrigazioni e l'operazione viene ripetuta all'incirca ogni 15-20 giorni, fino al termine della fioritura. Per scegliere il prodotto più adatto ai vegetali di Platycodon, è opportuno rivolgersi sempre a dei rivenditori specializzati. In autunno, le somministrazioni vanno diradate gradualmente e sospese del tutto con l'arrivo della stagione invernale. In alternativa, è possibile utilizzare un concime organico, come lo stallatico maturo, da mescolare agli strati superficiali del terreno, in primavera e in autunno.


Platycodon: Esposizione, malattie e rimedi

Fiori campanule Le piante di Platycodon che crescono nelle regioni settentrionali preferiscono delle posizioni ben soleggiate e luminose, preferibilmente rivolte verso sud. Al contrario, nelle zone meridionali è consigliabile scegliere un'esposizione a mezz'ombra. Infatti, l'eccessiva esposizione al caldo può portare al deperimento di questa tipologia di vegetali. In generale, gli esemplari di Platycodon sono considerati molto resistenti agli attacchi parassitari, ma possono temere i ristagni idrici che portano a muffe e marciumi. Per evitare queste eventualità è molto importante regolare la frequenza delle irrigazioni e il drenaggio del substrato. Talvolta, in primavera possono essere colpite dalle lumache che si cibano dei nuovi getti fogliari. In questo caso, è indicato impiegare apposite trappole ed esche.


  • platycodon Il platycodon grandiflorus è una erbacea perenne, vivace, proveniente dall’Asia orientale, in particolare dalla Cina, da
    visita : platycodon

COMMENTI SULL' ARTICOLO