Sedum spurium

Informazioni generali del sedum spurium

Appartenente alla famiglia delle Crassulaceae, il sedum spurium è una pianta erbacea originaria dell'Asia centrale, in particolare di regioni a siccità annuale, dove crescono e si sviluppano in terreni aridi o pareti rocciose. Può essere dotato di portamento eretto o cascante, con la tendenza a formare cespugli in entrambi i casi. Le sue foglie hanno forma tondeggiante e colore nelle tonalità del verdastro e del grigio, disposte in maniera opposta sul il fusto e a grappolo sui piccoli rametti, ricoperte da uno strato cuticolare che ne determina la lucentezza. Con l'avvento della stagione estiva, sviluppa un gran numero di deliziosi fiori dalla forma stellata, che si organizzano in infiorescenze che si ergono al di sopra del fogliame, nelle tonalità del rosso o di un bianco rosato, capaci di sprigionare un gradevole profumo.
Esemplare di sedum spurium

Sedum spurium - Pot du 3Litres

Prezzo: in offerta su Amazon a: 14,04€


Tecniche colturali ed esposizone del sedum spurium

Foglie di sedum spuriumIl sedum spurium è una pianta particolarmente resistente, tanto alla siccità quanto alle basse temperature: per questo motivo risulta l'ideale anche per chi non possiede propriamente il pollice verde!. Il suo habitat naturale è rappresentato da pareti rocciose, nonostante possa essere anche coltivato nei nostri appartamenti: in quest'ultimo caso però risulterà avere uno sviluppo anomalo, con la diminuzione dello spessore e l'aumento della lunghezza dei suoi rametti. Per questo motivo si consiglia di coltivarla all'aperto, sfruttando terreni rocciosi. Durante il periodo invernale è in grado di resistere anche a temperature inferiori ai 5°C, mentre in primavera e in estate la temperatura ottimale per la sua coltivazione si attesta intorno ai 20-24°C. Affinché possa svilupparsi in maniera corretta, è necessario esporre il sedum spurium alla luce diretta del sole.

    BOX 6 PIANTE ERICA DARLEYENSIS IN MIX DI COLORI CONFEZIONE REGALO sempreverdi

    Prezzo: in offerta su Amazon a: 12,99€


    Tipologia di terreno e concimazione del sedum spurium

    Fiori di sedum spurium Nella coltivazione del sedum spurium ha notevole importanza la scelta del terreno, che in linea generale deve possedere un potere drenante particolarmente accentuato, in modo da impedire la formazione di ristagni idrici, che danneggerebbero gravemente la pianta, fino a farla marcire. Un eccellente substrato per la coltivazione può essere facilmente preparato mescolando insieme sabbia grossolana e numerosi sassi; all'aperto si possono utilizzare terreni rocciosi o pareti costituite di materiale poroso. Con il sopraggiungere della primavera, bisognerà concimare utilizzando fertilizzanti liquidi da diluire nell'acqua dell'annaffiatura, poveri di azoto e ricchi di fosforo e potassio. Durante l'inverno sarà fondamentale interrompere la concimazione, impedendo la formazione di nuova vegetazione.


    Sedum spurium: Metodo di annaffiatura e potatura del sedum spurium

    Varietà dragon's blood La facilità con cui è possibile coltivare il sedum spurium dipende anche dal fatto che questa pianta tollera i periodi di siccità e i terreni aridi. In ogni caso, per quanto attiene alla sua annaffiatura, è possibile determinare una regola generale valida per le diverse stagioni dell'anno, in modo tale da evitare che si formino ristagni idrici, dannosi per la pianta. Con l'avvento dei mesi più rigidi dell'anno, è fondamentale sospendere l'irrigazione, in quanto le radici del sedum spurium non necessitano di acqua. Durante la stagione primaverile e quella estiva, si consiglia di annaffiare una volta al mese, solo quando la superficie del terriccio appare completamente asciutta. Il sedum spurium non necessita di potatura, anche se si consiglia di intervenire eliminando rami e fiori secchi, per preservare l'ornamentalità della pianta.


    • sedum spurium Il Sedum, detto anche “borracina”, è un genere vastissimo. Le 500 specie sono diffuse in quasi tutto il mondo: Europa, N
      visita : sedum spurium

    COMMENTI SULL' ARTICOLO