Rose rampicanti

La magia della rosa

I fiori e le piante sono per tutti gli esseri umani, maschi e femmine indistintamente, davvero affascinanti ed a tratti irresistibili; seppure la tradizione vuole che il dono floreale sia totale appannaggio della donna, nei tempi moderni anche l’uomo sta cominciando a ricevere qualche bel dono floreale e questo è un bel segnale perché il rapporto uomo-donna sta ritrovando un equilibrio su vari fronti. Ovviamente sembra evidente che le occasioni per cui regalare dei fiori e/o una pianta ad una donna sono molte di più, mentre per l’uomo ci si riduce alla laurea (con le classiche rose rosse benauguranti) ed a qualche regalo di tipo amoroso. Anche in questo secondo caso le rose sono i fiori preferiti, ma la scelta cromatica è leggermente più limitata rispetto a quella delle donne: infatti per l’uomo si usa regalare o la classica rosa rossa oppure la molto elegante rosa blu, originariamente concepita proprio per rivolgersi ad un pubblico più maschile. Come possiamo ben notare la magia della rosa riesce a pervadere entrambi i sessi, ed è una cosa molto ben nota: la rosa è da sempre il simbolo dell’amore, del romanticismo e della passione, per questo motivo è il fiore più regalato tra innamorati.
rosa rampicante su arco

Rose rampicanti rosa rampicante Vaso da giardino 100 semi di fiori

Prezzo: in offerta su Amazon a: 12,99€


Qualità di rosa

rosa rampicante gialla Il pubblico più comune sa distinguere le varie specie di rosa ma è molto difficile che di ogni specie se ne conoscano le caratteristiche specifiche o le varie qualità; ciò accade in effetti perché la rosa è un fiore comunque molto popolare, quindi la differenza tra una rosellina ed una rosa ampia di grande qualità si vede e si riconosce. Del resto bisogna dire che la ricerca floreale sulla rosa viene portata avanti con determinazione e costanza, in quanto questo fiore ha un mercato straordinario e non si prevede alcun calo delle vendite, anzi il comparto è in costante aumento; tra le rose più gettonate (anche se i gusti sono soggettivi ed il lettore potrebbe non concordare) ci sono quelle di grandi dimensioni, ovvero fiori che riescono a raggiungere e superare ampiamente i dieci centimetri di diametro. Un altro parametro di giudizio qualitativo della rosa è la superficie dei petali, la quale ricorda vagamente la morbida pelle femminile e pertanto viene ricercata sempre liscia e delicata. Nulla toglie però al farsi piacere le roselline tipiche delle specie nane, ovvero rose dal diametro di poco superiore al centimetro, ma dall’aspetto incantevole e dolcissimo: esse vengono spesso regalate con la pianta stessa in vaso.

  • Foto di Finnocchiella La finocchiella, denominata anche mirride odorosa, appartiene alla famiglia delle Ombrellifere, al genere Myrrhis ed alla specie odorata. È una pianta perenne, alta fino a 150 cm e larga 90 cm, dotata...
  • foglie ed infiorescenze di albero dei rosari L’albero dei rosari, denominato anche melia, appartiene alla famiglia delle Meliacee, al genere Melia ed alla specie azedarach. È un albero di medie dimensioni, alto 12-15 m, caratterizzato da una cre...
  • primula La primula è una piccola pianta a fiore coltivata sia in appartamento che all’esterno. La sua caratteristica principale è quella di avere fiori piccoli profumati e dalle colorazioni vivide e intense....
  • rosa1 La rosa, splendida pianta a fiore appartenente al genere delle Rosaceae, comprende più di duemila specie originarie dell’Europa e dell’Asia. Tratteggiare le caratteristiche delle varie specie di rose...

Kingfisher - Arco da giardino da assemblare per rose e piante rampicanti

Prezzo: in offerta su Amazon a: 16,69€


Rose rampicanti

Abbiamo visto che al genere “rosa” appartengono tantissime specie, e tra queste non potremmo non citare le rose rampicanti: esse, di indubbio fascino ed anche rare da trovare, sono apprezzate per ricoprire mura e pergolati dei nostri giardini, sia per la bellezza della pianta stessa con le sue foglie intensamente verdi e sia per l’effetto straordinario che si ottiene alla fioritura della pianta, quando si ha un’esplosione di rose dal profumo e dal colore molto intensi, che aggiungono una decorazione multisensoriale a quella esclusivamente visiva. In realtà non esistono vere e proprie rose rampicanti, bensì eistono alcune specie di rose che possono essere “ricondotte” al comportamento rampicante con una certa facilità. Effettivamente specie di rose con queste caratteristiche ne esistono così tante che sono divise in due gruppi, chiamati rispettivamente rambler e climber: le rambler sono specie di rose che presentano un fusto poco legnoso ed abbastanza modellabile, mentre le climber sono specie di rose comunque utilizzate come rampicanti ma che presentano un fusto più legnoso e duro, quindi più difficilmente modellabile e dai risultati meno “fluidi”. In entrambi i casi il carattere non precisamente rampicante delle rose impone che esse debbano essere “guidate” ad appoggiarsi su muri, altre piante, pergolati eccetera, attraverso delle legature in punti ed in momenti strategici della pianta stessa.


Varie caratteristiche

Le rose rampicanti sono molto utilizzate per arredare giardini e varie parti della casa per la loro straordinaria bellezza … ma non solo. Infatti la rosa rampicante ha altre caratteristiche talmente interessanti da sposarsi quasi perfettamente con le esigenze di colui che le pone in giardino; innanzitutto esse vengono definite come “rustiche”: la parola farebbe pensare ad un qualcosa di “contadino” che apparentemente non c’entra alcunché con le rose stesse, ma in realtà nell’ambito delle piante il termine viene utilizzato per definire piante non molto delicate ed esigenti dal punto di vista ambientale e del trattamento. Per la rosa rampicante questo termine è assolutamente azzeccato, perché essa per esempio resiste a temperature invernali anche alquanto basse, riuscendo a superare anche quelle gelate che bruciano o “azzoppano” tante altre piante nei nostri giardini. Non solo, dal punto di vista delle annaffiature la rosa rampicante è molto “economica”: nel periodo fertile, che va dalla primavera all’autunno, la rosa rampicante richiede di essere innaffiata solo quando il terreno risulta secco in superficie, quindi se le temperature non sono eccessivamente alte ciò può accadere anche ogni due o tre giorni. Allo stesso tempo nel periodo di riposo vegetativo (l’inverno), essa non va per nulla annaffiata.



Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO