Terreno argilloso

Il tereno argilloso: le sue caratteristiche intrinseche

ll terreno argilloso contiene oltre il 40% di argilla, composizione che lo rende compatto e di difficile lavorazione da parte dell'uomo. L'argilla presente nel terreno può essere sotto forma di materiali argillosi, alluminio, idrossidi di ferro, silice e humus. La struttura del terreno argilloso può essere granulare o glomerulare, a seconda del basso tasso o meno di sostanza organica. Inoltre, è estremamente poroso e compatto, con una densità apparente bassa quando non è lavorato. Il terreno argilloso possiede buone capacità di ritenzione idrica, tuttavia è, allo stesso tempo, poco permeabile e con un drenaggio complicato. Inoltre, è caratterizzato dalla crepacciabilità: infatti, quando il terreno è asciutto, si formano crepe sia sulla superficie che in profondità. Il terreno argilloso ha ottime capacità di assorbimento idrico, cosa che spesso può portare a frequenti ristagni idrici che si prolungano nel tempo.
Terreno argilloso

Semi - Zucca da Pergola (Lagenaria longissima)

Prezzo: in offerta su Amazon a: 7,9€


La caratteristiche positive e negative del terreno argilloso

Terreno argilloso Le suddette caratteristiche sono collegati alla carenza di ossigeno nel terreno argilloso: di conseguenza, si può dire che le proprietà del terreno sono vincolate dalla sua struttura. Le proprietà agronomiche del terreno argilloso, invece, si possono distinguere tra positive e negative, collegate entrambe alla sua densità e porosità. Sono considerate proprietà negative la difficoltà nella lavorazione, l'impermeabilità, la plasticità, l'insufficiente stabilità e l'adesività in caso di terreno umido. Il peggior difetto del terreno argilloso è la difficoltà nella lavorazione sia manuale che con mezzi meccanici, mentre l'impermeabilità consente la rapida infiltrazione dell'acqua in superficie e l'altrettanto rapido smaltimento dell'acqua gravitazionale. Al contrario, sono proprietà positive la capacità di assorbimento e di ritenzione idrica. Invece, possono essere positive oppure negative, a seconda del diverso contesto, la crepacciabilità e la capillarità del terreno.

  • Esempio di fioriera angolare in legno La necessita di creare le fioriere angolari è nata dal fatto che si voleva occupare ogni spazio del giardino, anche gli angoli, che quasi sempre rimanevano spogli. Molti , prima di questa invenzione, ...
  • composizione dendrobium Appartenente alla famiglia delle Orchidaceae, Il genere Dendrobium, comprende più di 1600 specie sparse un po’ ovunque. Esistono specie originarie dell’Australia, della Nuova Zelanda, dell’Asia orient...
  • Varietà Amarena Una delle più diffuse varietà è l'Amarena, frutto del ciliegio selvatico, che si distingue per il colore rosso intenso e il gusto acidulo. La maturazione può variare perché ne esistono più varietà: ci...
  • Il sambucus nigra Se facciamo una passeggiata nei nostri boschi alla ricerca della pianta del sambucus nigra e vogliamo poterla riconoscere senza avere dubbi, è necessario avere una sua precisa e particolareggiata desc...

Bio Green sfera decorativa da irrigazione Hydro Deco, aqua

Prezzo: in offerta su Amazon a: 15,12€


Come realizzare il drenaggio del terreno argilloso

Drenaggio di un terreno argilloso Il drenaggio del terreno argilloso consente di coltivare su questo tipo di terreno non solo piante capaci di tollerare bene l'argilla. La prima cosa da fare per mettere in pratica l'intervento di drenaggio è determinare il livello di pH nel terreno. Esistono in commercio vari tipologie di test, che vanno dal test fai da te in strisce ai kit professionali. Il livello di pH determina il grado di acidità del terreno. Inoltre, è bene effettuare il test anche sull'acqua. Infine, si deve effettuare un test di filtraggio, per capire se il terreno è sufficientemente drenante. Si deve scavare una buca profonda 60 cm e larga 30. Basta riempila d'acqua, lasciare che il liquido venga assorbito e riempirla di nuovo. Se per il drenaggio occorrono da 12 a 24 ore il terreno è argilloso, mentre se occorrono più di 24 ore, si possono piantare soltanto alberi in grado di resistere ad alluvioni. Se si vuole effettuare il drenaggio del terreno argilloso bisogna seguire alcune prescrizioni. Per prima cosa, non si deve mai lavorare il terreno se è umido. Inoltre, il lavoro sarà faticoso, quindi è bene richiedere un aiuto.


Terreno argilloso: Come correggere un terreno argilloso

Correggere un terreno argilloso Attenzione: è bene correggere un'area più grande di quella che si userà, in quando bisogna considerare anche il futuro sviluppo delle radici. La correzione del terreno argilloso si basa sui risultati del test: in alcuni casi bisogna abbassare il pH, aggiungendo sabbia da costruzione o il gesso (che consentono un miglior drenaggio del terreno argilloso) e letame o composti organici. Bisogna iniziare proprio da questi, per poi aggiungere la sabbia e mescolarla al terreno usando un dissodatore. Tuttavia, l'argilla è piuttosto alcalina, quindi spesso è necessario effettuare l'operazione inversa, aumentando l'acidità del suolo. Si possono aggiungere fertilizzanti a base di ammoniaca, oppure zolfo o solfato di ferro, o, in alternativa, un compost di sfagno e semi di cotone. In più, è meglio evitare i sistemi di irrigazione automatici, dato che l'argilla trattiene l'umidità e quindi si rischia di allagare il terreno.



COMMENTI SULL' ARTICOLO