Amaryllis

Le annaffiature

In natura con l'inizio della stagione delle piogge che si verifica da fine agosto, gli amaryllis tornano in fase vegetativa e iniziano a sviluppare gli steli fiorali. Anche le piante che vengono coltivate nelle nostre zone mediterranee, seguono il medesimo sviluppo e da questo momento in poi fino a primavera inoltrata hanno bisogno di essere innaffiate regolarmente a cadenza settimanale, ma sempre con parsimonia e possibilmente con acqua tiepida, per stimolarne la crescita e la fioritura. A ciclo vegetativo terminato, intorno a maggio, le piante inizieranno inevitabilmente ad appassire perdendo dapprima i petali poi le foglie, finché non rimarrà altro che il bulbo. In questa fase di riposo vegetativo non bisogna assolutamente innaffiare in quanto un ristagno idrico farebbe marcire il bulbo.
Fiori amaryllis

Bulbi da Fiore ALTA QUALITA' per fioritura PRIMAVERILE (2, Amaryllis belladonna)

Prezzo: in offerta su Amazon a: 11,9€


Le tecniche di coltivazione

Boccioli fiori amaryllis Le piante di amaryllis possono essere coltivate tranquillamente sia in vaso che in piena terra, prestando attenzione a proteggerle dalle gelate invernali. Esse, infatti, tollerano temperature che vanno dai 5°C ai 30°C. Il terreno di coltivazione in entrambi i casi dovrà essere drenante e a questo scopo si può aggiungere efficacemente una dose di sabbia al substrato. L'amaryllis coltivato in vaso non ama essere spostato e quindi, per ottenere una fioritura rigogliosa, non bisogna assolutamente spostare la pianta e cambiarne la posizione. Il travaso dei bulbi va effettuato generalmente ogni 5 anni e questa operazione rappresenta un vero e proprio shock per la pianta, che avrà bisogno di molto tempo per adeguarsi alla nuova condizione e nell'inverno successivo non produrrà alcun fiore ne foglie.

  • Frutti di Tamarillo Il tamarillo appartiene alla famiglia delle Solanacee, al genere Cyphomandra ed alla specie betacea.È una pianta a crescita rapida, alta fino a 5 m a maturità, che può assumere un portamento arbusti...
  • Clivia Gli amanti dei colori caldi e dei più accesi arancioni non potranno che innamorarsi della clivia, pianta d'appartamento dalle dimensioni contenute ma dalla vivace fioritura, che costituisce un element...
  • Dracena marginata La dracena è una pianta che sviluppa una chioma caratteristica e molto decorativa, ma che non richiede moltissimo spazio per crescere e il suo sviluppo può essere facilmente contenuto: per queste ragi...
  • Gerbera Difficile non cedere al fascino delle gerbere: i fiori dalle ampie dimensioni e dalla forma molto semplice, simile a quella della margherita e della comune prataiola, si accompagnano all'allegria sgar...

Amaryllis set regalo Amaryllis include pot & Potting compost

Prezzo: in offerta su Amazon a: 18,18€


La concimazione

Amaryllis colori Quando si piantano gli amaryllis, che sia in vaso o in piena terra, è necessario preparare meticolosamente il terreno arricchendolo con del concime organico come lo stallatico. Successivamente, per stimolarne la fioritura appena spuntano i primi germogli, sarà necessario fornire un concime liquido a base di potassio, fosforo e azoto ogni due settimane. Una volta che i fiori saranno completamente sbocciati, la concimazione va effettuata una volta a settimana scegliendo in questo caso un prodotto particolarmente ricco di potassio. Quando, infine, la pianta inizierà il suo declino vegetativo appassendo e perdendo i petali, periodo che cade all'incirca da maggio-giugno, il bulbo deve essere privato delle foglie morte, utilizzando degli attrezzi ben puliti, e la concimazione va sospesa del tutto.


Amaryllis: Esposizione, malattie e cure

Amaryllis infettato da fungo L'amaryllis predilige le esposizioni luminose e in pieno sole. Se viene coltivato in vaso all'interno degli appartamenti la sua posizione ideale è sul davanzale di una finestra che si affaccia verso sud. Gli amaryllis sono piante rustiche che non si ammalano facilmente e generalmente gli unici problemi a cui vanno incontro sono causati dagli insetti, come la mosca del narciso che si combatte immergendo il bulbo in acqua calda per circa un'ora, e dalle lumache senza guscio, le limette, contro le quali si devono predisporre sul terreno delle esche avvelenate che si trovano in commercio in tutti i negozi di agraria. L'amaryllis teme inoltre l'attacco di un fungo chiamato Stagonospora Curtisii che provoca delle macchie rosse su tutta la pianta e si debella con un trattamento antiparassitario specifico.



COMMENTI SULL' ARTICOLO