Pesciolini rossi

Nematanthus gregarius

La Nematanthus gregarius arriva da molto lontano, dall'America Latina, ma si è diffusa rapidamente a molte latitudini, arrivando fino all'Italia. Si tratta di una pianta sempreverde, perenne e con fusti ricadenti, alti non più di mezzo metro. Le sue foglie sono piuttosto piccole, dalla forma ovale, leggermente carnose e di colore verde scuro che si mantiene durante tutta la stagione vegetativa. Il suo nome scientifico è stato soppiantato da un nome più comune, e cioè: pianta dei pesciolini rossi. Viene chiamata così per la forma dei suoi fiori che ricordano, vagamente, proprio dei pesciolini rossi, sia per la forma che per il colore. La fioritura avviene durante la stagione estiva ed i suoi piccoli fiori emanano un delicato profumo. E' una pianta di facile coltivazione che si adatta bene alla vita in appartamento.
Esemplare di Nematanthus gregarius

campanella a vento scacciapensieri Giapponese in vetro fatta a mano con disegno di pesciolino rosso nello stagno

Prezzo: in offerta su Amazon a: 25,11€


Pesciolini rossi

Esemplare di Nematanthus gregariusLa pianta di pesciolini rossi si è adattata bene alla vita al chiuso soprattutto perchè teme il freddo, per questo motivo, durante la stagione invernale deve essere tenuta in casa ma, durante la primavera può essere spostata anche in giardino. E' importante però ricordare che la pianta deve essere posizionata in un luogo luminoso ma non esposto alla luce diretta dei raggi solari che potrebbero danneggiarla, rovinandone la fioritura. Per quanto riguarda le annaffiature, devono essere regolari (soprattutto nel periodo che va da marzo ad ottobre). In questo periodo, all'acqua è possibile anche aggiungere del concime per piante fiorite. E' però importante controllare bene il terreno prima di procedere, la Nematanthus gregarius preferisce brevi periodi di siccità ai ristagni idrici. Durante il periodo freddo, invece, è sufficiente annaffiare solo sporadicamente.

    Lantelme 3592 Set anti-tarme composto da formine in legno di cedro non trattato, senza sostanze chimiche, con cordini e carta vetrata per ravvivare il naturale profumo del legno

    Prezzo: in offerta su Amazon a: 10,99€


    Coltivazione della Nematanthus gregarius

    Nematanthus gregarius Come abbiamo già detto la coltivazione della pianta dei pesciolini rossi non è particolarmente complessa. Bisogna però prestare qualche attenzione alla qualità del terreno nella quale viene piantata. La Nematanthus gregarius, infatti, predilige un terreno soffice e leggero (composto in prevalenza di torba, terriccio fertile e sabbia) ma, soprattutto, ben drenato. La pianta va rinvasata durante la stagione autunnale, in media ogni 2/3 anni, facendo attenzione a scegliere un contenitore leggermente più ampio di quello precedente, in modo da permettere un migliore sviluppo dell'apparato radicale. Per quanto riguarda la potatura, invece, si consiglia di accorciare leggermente i fusti dopo la fioritura. Seguendo questa piccola accortezza, la pianta manterrà nel tempo il fogliame anche nella parte bassa.


    Malattie della pianta dei pesciolini rossi

    pesce rossoUna volta imparato come coltivare al meglio questa pianta, per vederla crescere e fiorire, è anche importante sapere come proteggerla da malattie che potrebbero attaccarla, rovinandola e facendola morire. In generale si tratta di una pianta piuttosto resistente che non viene attaccata da parassiti. Il suo nemico principale, infatti, è il ristagno di acqua. Se le annaffiature sono troppo abbondanti, il terreno non ha il tempo di assorbire totalmente l'acqua e questo potrebbe portare allo sviluppo di marciumi radicali che, in poco tempo, potrebbero far morire la Nematanthus gregarius. Per questo motivo è bene controllare sempre il terreno prima di annaffiare. Se è ancora molto umido è meglio rimandare al giorno successivo. Ora conoscete tutti i segreti per coltivare al meglio...i vostri pesciolini rossi!




    COMMENTI SULL' ARTICOLO