Drosera Capensis

Gocce di Drosera Capensis

La Drosera Capensis è una delle piante carnivore più note e diffuse anche in Europa, nonostante sia originaria del Sud Africa: il segreto del suo successo risiede nel fascino delle sue foglie e delle loro parti terminali, ricoperte di piccoli tentacoli rossi avvolti in un materiale appiccicoso dall'aspetto simile a gocce di rugiada. La funzione di tali parti, esistenti in molte specie di Droseraceae, si legano al carattere carnivoro della pianta: i piccoli tentacoli permettono alla pianta di catturare gli insetti e avvolgerli nelle foglie, per poi digerirli velocemente. La Drosera Capensis può raggiungere i 30 cm di altezza e può essere coltivata anche all'aperto: in questo caso, nel periodo invernale perderà interamente la parte aerea, che ricrescerà in seguito con l'arrivo della primavera. Se coltivata in casa, al contrario, dove le temperature sono più alte, la Drosera Capensis manterrà la parte area per tutto l'anno e con il passare del tempo assumerà una caratteristica forma a palmetta.
Drosera Capensis

Vivai Le Georgiche Dionea Muscipula (Carnivora)

Prezzo: in offerta su Amazon a: 14,3€


Coltivazione

Drosera Capensis Come molte altre piante carnivore, la Drosera necessita del contatto costante con l'acqua e richiede la disposizione di un sottovaso con qualche dita di acqua piovana o distillata sempre presente, per un terriccio adeguatamente umido. La Drosera Capensis necessita inoltre di molta luce, pertanto si consiglia di collocarla in una zona ben illuminata della casa. La grande diffusione di questa pianta carnivora si lega non soltanto al suo fascino, ma anche al fatto che sono sufficienti poche cure per garantire alla pianta una vita sana e duratura: attenzione all'umidità del terreno, all'esposizione solare e alla quantità d'acqua a disposizione quotidianamente. Se correttamente tenuta, la Drosera Capensis darà vita nel periodo primaverile a molti fiori, dai quali sarà possibile partire per eventuali nuove semine.

  • Drosera adelae La drosera adelae è una pianta carnivora di origine australiana; come la maggior parte delle piante carnivore dunque si adatta ad un clima subtropicale e può essere coltivata prevalentemente in appart...
  • piantecarnivore Le piante carnivore possono essere definite come il migliore insetticida biologico esistente in natura. La loro principale caratteristica è quella di nutrirsi di insetti e di altri piccolissimi animal...
  • sarracenia1 Tra le piante da appartamento, occupano un posto privilegiato anche le specie carnivore. Si tratta di piante che nel tempo si sono dovute adattare a condizioni ambientali sfavorevoli e che per nutrirs...

Gift Republic - Grow It, Set da regalo per coltivare piante carnivore

Prezzo: in offerta su Amazon a: 19,67€


Riproduzione e rinvaso

Drosera CapensisLa Drosera Capensis si riproduce per semina e la sua diffusione è favorita proprio dal fatto che tale operazione risulta semplice e facilmente di successo. Essendo una pianta autoimpollinante, per favorire la riproduzione è sufficiente disporre i semi sul terriccio senza coprirli, e mantenerli esposti alla luce e ad una temperatura costante mantenuta intorno ai 20 gradi. Quando poi la pianta avrà raggiunto dimensioni tali da richiedere un rinvaso, per permetterle uno sviluppo rigoglioso e per dare alle radici tutto lo spazio di cui hanno bisogno, si consiglia di selezionare il periodo di intervento in modo tale da arrecare poco disturbo allo sviluppo della stessa: meglio provvedere a febbraio, per far sì che le eventuali radici danneggiate vengano rimpiazzate rapidamente nel corso della primavera, con la naturale ripresa del ciclo vegetativo della pianta.



  • drosera capensis Le piante appartenenti al genere Drosera sono piante carnivore molto evolute, dotate di sitemi di cattura molto particol
    visita : drosera capensis

COMMENTI SULL' ARTICOLO