Aloe barbadensis

Aloe barbadensis

L'Aloe barbadensis è più diffuso con il nome Aloe vera, la specie appartiene alla famiglia delle Liliaceae. Foglie dalle punte aguzze, lanceolate, carnose e disposte a ciuffo, proveniente dall'Africa è tra le piante più conosciute da millenni. Infatti, sono molte le testimonianze antiche che rivelano l'utilizzo farmacologico della benefica polpa. Dall'Egitto alla Mesopotamia, dalla Grecia antica fino al Medioevo sono tante le conferme storiche che attribuiscono valore alla preziosa pianta di Aloe barbadensis. Oggigiorno è facile da trovare in commercio ed è possibile coltivarla senza tante attenzioni anche in casa propria. Una pianta dalle mille qualità che viene impiegata nella cosmesi naturale. Da tenere in casa può essere adoperata per le sue diverse capacità antinfiammatorie, cicatrizzanti e antiossidanti.
Pianta di Aloe barbadensis

Aloe Vera barbandensis Certificata Bio 4/5 anni di età

Prezzo: in offerta su Amazon a: 35€


Coltivazione dell'Aloe barbadensis

Distesa di piante di Aloe barbadensis La coltivazione dell'Aloe barbadensis può avvenire con la semina oppure attraverso il taleaggio delle foglie. I semi vanno piantati preferibilmente nel mese di marzo, il terriccio deve essere un misto di torba e sabbia. Il metodo per talea consiste nel tagliare alla base delle foglie esterne dalla pianta principale. Occorre lasciarle riposare per due o tre giorni prima di trapiantarle in tal modo si esclude la possibilità di marciume. L'Aloe barbadensis non richiede molte attenzioni, sono semplici i gesti per assicurare alla pianta una lunga vita. Sia che stia dentro o all'esterno di casa ha bisogno di una fonte diretta di luce, in inverno teme le temperature inferiori ai 10 gradi e non deve essere annaffiata costantemente. La fioritura inizia in inverno e si protrae fino alla primavera, nei diversi colori del giallo e dei toni del rosso.

  • Aloe variegata Delle diverse specie di aloe esistenti in natura, l'aloe variegata è forse quella più ricca di fascino e in grado di colpire l'occhio: non a caso, la sua vasta diffusione ha due ragioni principali, ov...
  • Pianta di Aloe vera Una pianta utilizzata e coltivata da millenni per le sue qualità benefiche e ornamentali. Originaria dell'Africa del Sud sono più di quattrocento le specie che contraddistinguono la famiglia delle Alo...
  • Aloe barbadensis miller, o Aloe Vera Per coltivare una pianta di aloe vera in vaso si può semplicemente acquistarla in vivaio, chiedendo possibilmente che sia in un terreno biologico e che biologicamente sia stata cresciuta, perché vogli...
  • Aloe Arborescens L'Aloe Arborescens è una pianta appartenente alla famiglia delle Aloacee che conta più di 400 diverse specie. Spesso si presenta in grossi cespugli molto ramificati e può raggiungere anche un'altezza ...

TROPICA - Aloe vera (Aloe vera syn. Aloe barbadensis Mill.) - 10 Semi- Mediterraneo

Prezzo: in offerta su Amazon a: 3,5€


Benefici della pianta Aloe barbadensis

Polpa di Aloe Barbadensis Pianta ornamentale adatta a corredare i giardini e i balconi di casa, l'Aloe barbadensis offre anche tanti modi per utilizzare la preziosa polpa delle foglie. Antinfiammatorio e disinfettante naturale per eccellenza, può tornare utile per curare le bruciature e le piccole ferite grazie al suo forte potere cicatrizzante. Sono molte le creme e i prodotti di cosmesi che utilizzano l'estratto di Aloe barbadensis proprio per gli effetti benefici sull'epidermide. La pianta viene consigliata anche per depurare l'organismo dalle tossine come integratore alimentare oppure con diverse tisane drenanti. I benefici dell'Aloe barbadensis sono conosciuti e consigliati per aiutare la salute fisica dell'organismo. Qualità uniche per una pianta grassa semplice da coltivare e da fare vivere nella propria casa.


L'Aloe barbadensis e i rimedi naturali

Foglie di Aloe Barbadensis È molto semplice potere utilizzare la polpa gelatinosa che compone l'interno delle foglie di Aloe barbadensis. Coltivandola in casa si può avere sempre una fonte diretta e comoda. Tagliando una foglia alla base basta sollevare con un coltello uno dei lati del pollone, lasciando la parte interna a vista. Un cucchiaio e un barattolo sterile sono gli oggetti occorrenti per rimuovere e conservare la preziosa gelatina. Se si vuole utilizzare per una maschera di bellezza o un impacco per capelli è consigliabile frullare la polpa di Aloe barbadensis per una densità più omogenea. Si conserva tranquillamente in frigorifero per una decina di giorni. In caso di piccole ferite o bruciature solari è un toccasana per la pelle lesionata, basta applicarlo direttamente sulla parte infiammata, anche più volte al giorno.




COMMENTI SULL' ARTICOLO