Biotrituratore a scoppio

A cosa serve un biotrituratore

Chi lavora in campagna o si dedica attivamente alla pulizia del proprio giardino, sa benissimo che la quantità di materiale di scarto prodotto è abbastanza consistente, soprattutto se la superficie su cui lavoriamo è decisamente ampia. Spesso la soluzione più drastica per liberarsi di questi scarti è fare un falò e bruciare il tutto. Ma esiste una soluzione molto più comoda e decisamente meno impegnativa. Il biotrituratore a scoppio. Questo macchinario ha una struttura molto semplice. Un telaio su cui è installato un motore termico, che a sua volta muove una lama rotante, la lama è posta alla base di una tramoggia dove al suo interno verrà gettato il materiale da lavorare. Tramite la forza centrifuga trascina verso di se il tutto, sminuzzandolo completamente, alla fine del processo, tramite un condotto viene espulso. Alla fine del condotto come ulteriore comodità, alcuni modelli permettono l'installazione di un sacco di raccolta, semplificando in maniera assoluta il processo.
Biotrituratore a scoppio Herkules LGM-4000

DENQBAR 5,1 kW (7 CV) Biotrituratore con motore a benzina

Prezzo: in offerta su Amazon a: 639,95€


Necessità e prestazioni

Biotrituratore a carrello, Caravaggi BIO 235Prima di acquistare un biotrituratore a scoppio, bisogna ovviamente domandarsi, se ci serve e soprattutto che uso dovremo farne.Fortunatamente di questi macchinari ne esistono veramente per ogni esigenza, di varie dimensioni e potenze. E' logico quindi prima di procedere all'acquisto informarsi bene sull'uso che andremo a farne, e orientarsi quindi sui modelli più adatti a noi.Come prima cosa dovremo valutare se ci serve un biotrituratore a scopo hobbistico/domestico, oppure se ci stiamo orientando verso un modello più professionale.I modelli domestici, sono molto semplici da usare e non permettono una grande versatilità, sono quasi tutti con motori di piccola cilindrata quindi permettono il taglio di piccoli rami e quantità di materiale molto ridotte.Al contrario i modelli più professionali, hanno un campo d'azione decisamente più ampio. Oltre ad avere potenze, forme e dimensioni per tutti i gusti, hanno dei particolari "optional" da non sottovalutare, come per esempio la possibilità di decidere il tipo di taglio del composto.

    DENQBAR 11 kW (15 CV) Biotrituratore con motore a benzina

    Prezzo: in offerta su Amazon a: 839,95€


    Biotrituratore a scoppio, uso domestico

    Efco SH400 Bio Shredder Per uso domestico può capitare di non accontentarsi di un biotrituratore con motore elettrico. Ma vogliamo orientarci sull'acquisto di un modello a motore a scoppio.Di modelli ne esistono veramente tanti, e per tutte le tasche. Le dimensioni sono variabili, dipende ovviamente dal tipo di esigenze. Più è grande il macchinario più sarà in grado di macinare materiale, la maggior parte dei modelli è dotata di ruote per gli spostamenti, in modo da spostarsi liberamente sul campo da lavoro.Anche la cilindrata del motore, e quindi la potenza è molto variabile, si va da un minimo di 50cc (con potenza molto simile a quella di un motore elettrico abbastanza performante) a un massimo di 190cc. Ovviamente sempre parlando in ambito domestico.I prezzi per un modello da 50cc si aggirano attorno ai 900€, salendo di cilindrata, si sale anche di prezzo raggiungendo tranquillamente i 4000€ per un modello quasi professionale. Si può valutare l'acquisto di un modello usato, ma bisogna accertarsi per bene dell'uso che ne è stato fatto, e delle ore di lavoro, essendo un macchinario soggetto a particolare usura, va prestata molta attenzione.


    Biotrituratore a scoppio, uso professionale

    Biotrituratore Caravaggi BIO 200 con alimentazione a trattore.Per i modelli ad uso professionale la gamma è ancora più ampia, ne esistono veramente diversi. Si arriva a dimensioni talmente grandi per cui è necessario l'utilizzo di pale meccaniche durante le fasi di caricamento. Ma ovviamente siamo su livelli quasi industriali.Un modello professionale, o semi-professionale parte da una cilindrata minima di 150cc ad un massimo di 600cc. Qui i prezzi superano abbondantemente i 6000€ e alcuni modelli oltre ad essere dotati di carrello stradale, hanno la possibilità di essere alimentati anche da un trattore, oltre che dal proprio motore, sono dotati di nastro allungabile per l'espulsione e altre caratteristiche per semplificare il processo di lavoro. In questi casi se si vuole risparmiare qualcosa, è seriamente consigliata la valutazione di un modello usato, si può risparmiare quasi la metà e se le condizioni di utilizzo sono buone si fanno ottimi affari.




    COMMENTI SULL' ARTICOLO