Potassio piante

Concimazione delle piante

Le piante sono degli straordinari esseri viventi creati dalla natura, i quali popolano tutto il mondo da noi conosciuto (in varie forme particolari sono presenti anche nei deserti caldi ed in quelli freddi, e persino in alta montagna o in fondo al mare); l’essere umano è sempre stato legato al mondo vegetale, giungendo persino a portarne vari pezzi fin dentro le sue dimore, che oggi sono gli appartamenti del centro città. Avendo strappato questi esseri viventi dal loro habitat naturale e tenendoli né all’aria aperta e né in piena terra, è chiaro che per crescere al massimo delle loro possibilità essi richiedono delle “integrazioni”; queste integrazioni alle piante noi le forniamo attraverso la concimazione: si tratta di un’operazione di aggiunta di alcune sostanza nutritive sotto forma liquidi, solida o in polvere in modo da integrare ciò che il terreno non ha.
carenza di potassio

BioBizz Bio-Bloom Fertilizzante 500ml

Prezzo: in offerta su Amazon a: 13,4€


Il potassio

Il potassio, il cui simbolo chimico è la lettera K, è uno dei componenti fondamentali per le piante, di ogni tipo; come sostanza nutritiva, esso contribuisce alla turgidità e vivace colorazione delle foglie, alla fioritura abbondante e dai colori accesi ed alla lignificazione di fusti e rami. Insomma, ognuna di queste tre funzioni è imprescindibile per una pianta in salute, ma mentre le prime due sono prettamente estetiche, la terza (ovvero la lignificazione di rami e fusti) è importante per dare sicurezza alla pianta, più robusta contro il gelo e gli agenti patogeni esterni. Non a casa, insieme all’azoto ed a pochi altri elementi, il potassio è il componente base di ogni concime. E’ da fornire, per le sue funzioni, soprattutto nei mesi primaverili, quando la pianta sta “risorgendo” dall’inverno e quindi quando ha bisogno della maggior forza per crescere.

  • Frutto di Bergamotto Il bergamotto appartiene alla famiglia delle Rutacee, al genere Citrus ed alla specie bergamia.È un piccolo albero, alto 3-4 m, con un tronco dritto a sezione rotonda e ben ramificato ed una cortecc...
  • Frutti di Asimina L’asimina appartiene alla famiglia delle Annonacee, al genere Asimina ed alla specie triloba. È una pianta originaria degli Stati Uniti, è diffusa in alcuni stati del nord e costituisce fitte boscag...
  • Frutti di Corbezzolo Il corbezzolo appartiene alla famiglia delle Ericacee, al genere Arbutus ed alla specie unedo. È un piccolo albero sempreverde a lenta crescita, alto mediamente 5-7 m, con una forte attitudine pollo...
  • Frutti di Giuggiolo Il giuggiolo appartiene alla famiglia delle Ramnacee, al genere Zizyphus ed alla specie jujuba. È un piccolo albero, alto mediamente 5 m, con un tronco contorto; ha una crescita lenta, stessa cosa p...

TNC Complete - fertilizzante acquario liquidi (1000ml)

Prezzo: in offerta su Amazon a: 20,9€


Potassio piante: Terreni e condizioni

Ovviamente, come è normale che sia, ogni pianta ha la sua particolare esigenza di potassio e soprattutto ogni terreno alla sua spiccata caratteristica potassica o meno; di conseguenza, la scelta del tipo di concime e della quantità da somministrare va fatta anche in base al terreno, e non solo in base alla pianta in cui si trova. Per esempio, dato che il potassio è presente in feldspati ad altri materiali simil-argilla, nei terreni argillosi esso sarà presente in buonissime quantità (solo concimazione di mantenimento); di converso, nei terreni sabbiosi esso sarà invece molto scarso, e ci sarà una grande necessità di integrazione esterna (concimazione di arricchimento e poi di mantenimento). Tra le altre cose c’è da distinguere il potassio assimilabile immediatamente dei terreni argillosi, quello assimilabile poco alla volta del terreno classico misto e quello assimilabile a lungo termine dei sabbiosi.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO