Piante che allontanano le zanzare

Proprietà delle piante che allontanano le zanzare

Tenere lontano le zanzare è un'impresa talvolta così ardua che diventa per alcuni addirittura una missione. Quello che il mercato ci offre però non è altro che una infinita varietà di prodotti a base di sostanze chimiche potenzialmente dannose per il nostro organismo, nel cui uso è sempre meglio non eccedere. Se si cerca invece una valida alternativa che possa accompagnare o sostituire totalmente il ricorso ai repellenti artificiali, la coltivazione delle piante che allontanano le zanzare rappresenta la giusta soluzione. Le piante che allontanano le zanzare sono piante facilmente reperibili che non richiedono particolari cure e che, oltre ad essere ampiamente apprezzate per il loro aspetto, si rivelano spesso utili per la realizzazione di preparati omeopatici adatti ad ogni genere di disturbo. Conosciute e amate soprattutto per il loro gradevole aroma, il più delle volte trovano il loro impiego ideale in cucina come insaporitori di cibi e bevande, o nella cura della casa, come metodo naturale per profumare gli ambienti.
Stop alle zanzare

Dicotex diserbante di post- emergenza per infestanti a foglia larga 500 ml

Prezzo: in offerta su Amazon a: 17,32€


Citronella: la pianta repellente per eccellenza

Rigogliosa pianta di citronella Tra gli ingredienti più comunemente utilizzati nei prodotti artificiali contro le zanzare troviamo la citronella. Già largamente conosciuta anche da chi si avvicina alle alternative green per la prima volta, la citronella possiede un profumo particolarmente forte che ricorda quello del limone ed è in grado di coprire gli odori del nostro corpo che permettono alle zanzare di localizzarci. Si tratta di una pianta erbacea a portamento cespuglioso con foglie dall'aspetto allungato e dal colore verde intenso, originaria delle zone a clima caldo dell'Asia meridionale, predilige luoghi soleggiati semiombreggiati e necessita di terreni ben drenati e annaffiature regolari. La citronella può essere coltivata sia in vaso che messa a dimora in giardino. Nel primo caso l'ideale è trapiantarla in un vaso posto all'interno di un supporto mobile per poterla metterla al riparo durante l'inverno. Nel secondo caso è preferibile, invece, piantarla in luoghi riparati, magari dietro ad altri cespugli o piante ornamentali che possano servire da barriera per proteggerla dal freddo.

  • Lavello da giardino Per tutti gli amanti del verde, il giardino è ancor prima che decorativo un luogo da vivere appieno, nel quale trascorrere il proprio tempo libero e del quale prendersi cura. Ma prendersi cura del gia...
  • Esempio di vaso di legno fatto a mano I vasi in legno rappresentano una validissima alternativa a quelli interamente realizzati con la plastica o il cemento. Naturalmente ha delle caratteristiche diverse, ed è proprio questo che andremo a...
  • Mobili da giardino Il web si ritaglia ogni giorno spazio crescente nella quotidianità, divenendo strumento utile ed affidabile per compiere moltissime azioni differenti. Anche l’acquisto tramite il web si sta sempre più...
  • giardinaggio Il giardinaggio comprende tutti quei metodi di coltivazione delle piante ornamentali di un giardino privato. Questi metodi si rifanno a tecniche molto antiche e solo recentemente più avanzate e modern...

15 Mattoni di tufo chiaro 37x11x11cm blocchi per ornamento aiuole e giardino

Prezzo: in offerta su Amazon a: 49€


Geranio: il re di balconi e terrazzi

Geranio Calliope rosso intenso Forse meno conosciuta per le sue proprietà repellenti, ma sicuramente ampiamente diffusa sui nostri balconi, la pianta di geranio è una delle più potenti piante che allontano le zanzare: l'odore pungente risulta infatti assai sgradevole agli insetti che tendono così a volare lontano dalle zone in cui è coltivata. Il geranio è una pianta perenne di origini africane, abituata a climi caldi e aridi che trova la sua temperatura ideale in un range compreso tra i 15 e i 20° C. Essendo una pianta amante della luce del sole, è consigliabile posizionarla in una zona soleggiata, sebbene comunque vegeti bene anche in aree più ombreggiate, purché luminose. Per quanto riguarda le innaffiature si deve sempre tenere presente che la terra d'origine del geranio è un'area a clima arido, che rende questa pianta non particolarmente sofferente in caso di siccità, ma molto sensibile ai ristagni idrici. Nel periodo di fioritura, ossia tra marzo e settembre, è consigliabile dunque innaffiare regolarmente il geranio, mentre nel periodo autunnale è meglio sospendere totalmente l'irrigazione.


Piante che allontanano le zanzare: Basilico: utile non solo in cucina

Foglie di basilico Infine tra le piante che allontanano le zanzare troviamo anche il basilico, orgoglio della cucina italiana, ma le cui proprietà repellenti sono ai più sconosciute. Coltivata soprattutto come erba aromatica, il suo odore, che può essere dolce o pungente a seconda delle varietà, risulta essere particolarmente fastidioso alle zanzare che tendono così ad evitarlo. Il basilico è una pianta annuale che teme sia le temperature troppo calde che quelle eccessivamente fredde, cresce ad una temperatura ideale compresa tra i 20 e i 25° C. Possiede foglie lisce ovali dalla forma lanceolata e presenta fusti sottili e non ramificati. Può essere coltivata con facilità in vaso o interrata in giardino, in questo caso scegliere una zona semiombreggiata che sia riparata nelle ore più calde del giorno. É bene annaffiare la pianta di basilico in modo regolare lasciando asciugare il terreno tra una annaffiatura e l'altra, nonché prestare particolarmente attenzione ai ristagni idrici che possono portare le radici a marcire.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO