Coperture per balconi

Coperture per balconi in plastica

Le coperture possono presentarsi in diversi materiali. La plastica è il materiale che è necessario tenere in considerazione perché è di costituzione molto leggera, è facilmente lavabile e quasi infrangibile. Inoltre, il prezzo di listino non è alto, considerando la grande funzionalità del prodotto. La plastica potrebbe essere un'ideale sostituto del vetro, perché garantisce una perfetta luminosità dell'ambiente. Si consideri che una copertuna in plastica deve essere accorpata da un sostegno più resistente, ad esempio mediante una struttura portante in materiale metallico. Inoltre, bisogna considerare che tale struttura prevederà parecchia manutenzione, in quanto il rivestimento esterno sarà parecchio soggetto a polveri e sporcizia; di conseguenza, bisognerà prevedere un strumento adatto a svolgere operazioni di pulizia.
Coperture per balconi in plastica

Wenko - Copertura per il balcone di gerani

Prezzo: in offerta su Amazon a: 23,04€


Coperture per balconi in legno

Coperture per balconi Le coperture per balconi più frequentemente utilizzate sono sicuramente quelle in legno. Esse si compongono di una struttura portante molto semplice, delimitata mediante delle travi disposte orizzontalmente e ortogonalmente. Il legno è un materiale abbastanza resistente, non esageratamente costoso ma possiede un difetto: quello di assorbire l'acqua. Questa sua caratteristica risulta particolarmente sfavorevole durante le precipitazioni esterne: di conseguenza, è consigliabile e necessario realizzare un rivestimento esterno alla copertura mediante un materiale semi-impermeabile, come delle tegole. Il costo per la realizzazione di una copertura in legno varia a seconda di coloro che la realizzano; se realizzata autonomamente, comunque, potrebbe aggirarsi intorno ai duecento euro.

  • portico terrazzo legno Chi dispone di spazi esterni in casa sa benissimo quanto sia importante poter godere di queste aree durante tutto l’anno, inverno o estate che sia: balconi, terrazze o patii, è di fondamentale importa...

Private Label Mt. 3X5 Bianco - Telone retinato con occhielli in polietilene trattato anti-uv, bordato e rinforzato con occhielli. adatto per coperture esterne, tende da balcone, rimessaggio. in busta.

Prezzo: in offerta su Amazon a: 15,9€


Coperture per balconi: verande

Balconi con verande Le coperture per balconi possono essere realizzate anche mediante strutture verandate. Le verande permettono di isolare l'ambiente dall'esterno, coprendolo interamente con una struttura che solitamente è in vetro, o comunque costituita da un materiale trasparente. La trasparenza del materiale, infatti, permette di mantenere apparantemente un contatto con l'esterno e fare in modo che l'ambiente risulti luminoso ricevendo luce direttamente dal sole. Le verande possono realizzarsi anche con materiali più economici, come il plexiglass. In ogni caso, tali strutture necessitano di costante e precisa manutenzione per garantire sempre la trasparenza caratteristica della struttura. Inoltre, è consigliabile fruire di tale prodotto per ambienti non molto spaziosi, per evitare di incorrere in costi eccessivi.


Coperture per balconi: manutenzione

Coperture per balconi Attualmente i negozi che forniscono prodotti per l'arredo esterno consentono di installare una copertura per balconi pre-montata. Qualsiasi tipo di copertura si preferisca, è necessario però mantenerla in uno stato ottimale, realizzando una manutenzione attenta e costante durante l'anno. La manutenzione adatta si differenzia a seconda del tipo di materiale con il quale la copertura è stata realizzata: la plastica e il vetro sono quelli che necessitano di più attenzioni, in quanto è consigliabile garantire sempre una perfetta trasparenza. Il legno, come anche l'acciaio, invece, sono materiali resistenti ma particolarmente soggetti a fenomeni esterni: il metallo è facilmente ossidabile, mentre il legno può impregnarsi durante acquazzoni.Infine, è consigliabile acquistare strumenti che permettano il mantenimento della struttura in condizioni ottimali.




COMMENTI SULL' ARTICOLO