Rosa canina controindicazioni

vedi anche: Rosa canina

La rosa canina

La rosa canina è più comunemente conosciuta come "rosa selvatica" ed è una delle tipologie di piante spontanee che crescono più numerose in Italia. Il soprannome "canina" gli deriva da un aneddoto di Plinio Il Vecchio, secondo cui, proprio con un infuso di questa pianta un soldato romano fu totalmente liberato da una bruttissima rabbia che lo aveva colpito. Si tratta essenzialmente di un arbusto, con altezza variabile tra 1 e 3 metri e rami spinosi. I fiori sono abbastanza grandi (fino a 7 centimetri di diametro) e mediamente profumati. La fioritura della rosa canina avviene tra la primavera e l'estate. Dopo tale periodo, i petali non resistono a lungo sulla pianta ma cadono quasi immediatamente per dare spazio, con l'avvento dell'autunno, ai frutti, ovvero le rinomatissime bacche di rosa canina, dal colore rosso acceso.
Fiore di rosa canina

Pompadour Infusione per Bevande Calde, Capsule Infuso Frutti di Bosco - 10 Astuccio

Prezzo: in offerta su Amazon a: 3,39€


Proprietà della rosa canina

Arbusto di rosa canina Innumerevoli sono le proprietà della rosa canina che fanno in modo che questa pianta risulti essere tra le più richieste in ambito erboristico. Tali proprietà sono dovute alla presenza nei suoi frutti di moltissimi agenti importantissimi per il nostro benessere. Ai primissimi posti si piazza indubbiamente la vitamina C, contenuta in quantità fino a 5 volte superiore a quella dei limoni, grazie a cui la rosa canina ha una fortissima proprietà vitaminizzante, perfetta per il rafforzamento delle nostre difese immunitarie. Grazie, poi, a particolari sostanze chimiche, ovvero i tannini, la rosa canina ha proprietà astringenti e quindi è indicatissima nel caso siano in corso fastidiosissime diarree. Da non tralasciare assolutamente la proprietà astringente, merito dei bioflavonoidi contenuti al suo interno, e grazie a cui garantisce il miglioramento della circolazione sanguigna.

  • rosacanina1 Viene ritenuta la principale antenata delle rose coltivate ed è forse, anzi, certamente, una delle più apprezzate rose da giardino. Stiamo parlando della rosa canina, specie spontanea diffusa ormai in...
  • Infuso di rosa canina Anche nel periodo invernale la natura ci offre preziose risorse da sfruttare per il benessere fisico e per la cura di piccoli disturbi e sintomi che possono colpire l'organismo. La rosa canina, in par...
  • Fiore di rosa canina La rosa canina è meglio conosciuta come rosa selvatica e rappresenta la vera e propria antenata di tutte le rose domestiche che oggi conosciamo. Nel nostro Paese è una pianta molto comune, nella quale...
  • Le bacche rosse della rosa canina, anche chiamate cinorrodi La rosa canina, chiamata anche rosa selvatica, è una pianta appartenente alla famiglia delle Rosaceae che può raggiungere fino a due metri di altezza dotata di spine rossastre molto robuste. Le foglie...

Tè senza Tè: Infuso alla Menta Biologico Rinfrescante e Drenante - Barattolo 50 gr

Prezzo: in offerta su Amazon a: 12,9€


Effetti collaterali della rosa canina

Bacche di rosa canina La rosa canina rappresenta un rimedio naturale di sicuro successo per rinforzare le difese immunitarie, specialmente con l'avvento dei primi freddi invernali. Poco importa, però, che sia un elemento naturale, in quanto nel caso di un'assunzione sbagliata di possono comunque avere dei problemi. Sebbene, infatti, sia generalmente ben tollerata, esistono comunque alcuni effetti collaterali della rosa canina, che è sempre bene conoscere. Tali effetti sono manifestabili nel caso di sovraddosaggio o nel caso di ipersensibilità a questa pianta. Il primo componente a pagarne il prezzo è indubbiamente l'apparato digerente (stomaco ed intestino) con episodi di vomito, diarrea, sensazione bruttissima di nausea ed impressione di non sentirsi svegli. Possibili i temutissimi shock allergici.


Rosa canina controindicazioni

Frutti di rosa canina La rosa canina ha controindicazioni che possono tranquillamente essere tenute a bada da una corretta assunzione della pianta. Da conoscere sono, specialmente, le interazioni con altri farmaci, specialmente dato l'elevata percentule di vitamina C che contiene. Meglio, quindi, evitare la concomitanza con altri farmaci o farlo solo sotto strettissimo controllo da parte del medico. Si rischia, infatti, di ridurre, se non azzerare completamente, l'effetto dei farmaci. L'utilizzo della rosa canina è, poi, vietato durante il periodo della gestazione in quanto sono sconosciuti gli effetti che la stessa potrebbe avere sul feto e sul corretto proseguimento della gravidanza. Anche per chi soffre di bruciori di stomaco e reflussi esofagei è altamente sconsigliato l'impiego della rosa canina.



Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO