Malattie ciliegio

Il marciume radicale: come prevenirlo

Sono diverse le malattie ciliegio che possono colpire la pianta e il marciume radicale è una di quelle. C'è qualcosa di molto semplice che però possiamo fare per prevenire l'insorgere di tale malattia ed evitare pertanto di dover prendere provvedimenti in futuro per evitare che tale patologia indebolisca troppo la nostra pianta di ciliegie con una conseguente riduzione della sua produzione di frutti. Funghi e batteri sono la causa principale di questa malattia che porta al generale deperimento della pianta assorbendo le sostanze nutritive presenti nel terreno. Pertanto qualora doveste notare rami e foglie soggette al deperimento non dovete esitare dall'intervenire in quanto si rischia che venga resa più vulnerabile all'attacco di altri parassiti. Per prevenire l'insorgere del marciume radicale prestate attenzione alle condizioni del terreno prima e dopo le innaffiature e assicuratevi che non si formino dei ristagni. Per evitare il formarsi di acqua stagnante basta moderare l'apporto idrico e assicurasi che il terreno in cui stiamo coltivando sia sufficientemente drenante.
Marciume radicale

Poltiglia Bordolese bio in granuli idrodisperdibili [1 kg] gr]

Prezzo: in offerta su Amazon a: 12€


Gli afidi: come riconoscerli e sconfiggerli

Afidi ciliegio Gli afidi, conosciuti anche col nome di pidocchi delle piante, sono dei piccoli insetti parassiti di colore verde: essi sono tra i parassiti più temuti del mondo vegetale. Questi piccoli insetti hanno un apparato boccale molto particolare che oltre a permettergli di bucare la pianta sottraendogli linfa e sostanze nutritive, è in grado di inoculare saliva all'interno del tessuto della pianta, causando una sorta di infezione sistematica con la quale la pianta riceve dei virus che la rende più vulnerabile ad altre malattie ciliegio. Questi insetti sono molto diffusi nei climi temperati e secchi e sono in grado si sopravvivere all'inverno grazie alle uova che depongono sulla corteccia e che si schiudono in primavera. Per combatterli esistono degli appositi antiparassitari chimici i quali vanno però usati solo una volta comparsa l'infestazione. Ci sono anche dei rimedi naturali per combatterli e prevenirne l'attacco: vi basta unire a un po' di acqua della cannella, del sapone di Marsiglia o del peperoncino per realizzare dei semplici ma efficaci repellenti da spruzzare sulla pianta.

  • Ciliegio in fiore Il ciliegio appartiene alla famiglia delle Rosacee, alla sottofamiglia delle Pruniodee, o Drupacee, ed al genere Cerasus; le specie più importanti sono il ciliegio dolce, il più coltivato, e quello ac...
  • fioriciliegio1 Tutti i fiori usati a scopo ornamentale sono bellissimi, ma quello di ciliegio ha qualcosa in più, un fascino particolare indescrivibile , che vale la pena ammirare nei parchi pubblici o nei giardini ...
  • ciliegio innestato La tecnica dell’innesto è una tecnica importantissima nell’ambito del giardinaggio, e dev’essere conosciuta ed abbastanza padroneggiata per toglierci qualche piccola ma bella soddisfazione anche nel n...
  • Operazione di messa a dimora La messa a dimora della pianta di ciliegio va effettuata nel periodo in cui la pianta è a riposo, e cioè tra l'autunno inoltrato e la fine dell'inverno. La scelta del periodo giusto permette alla pian...

kg 10 Manica ZOLVIS 80 SECTOR WG - Zolfo Bagnabile OIDIO TICCHIOLATURA vite frutta orto rose piante ornamentali

Prezzo: in offerta su Amazon a: 49€


Le cocciniglie: come riconoscerle e sconfiggerle

Cocciniglie ramo Le cocciniglie sono dei piccoli insetti parassitari di cui esistono diverse specie, le più diffuse infestano le parti giovani della pianta e si nutrono della linfa e di altre sostanze nutritive mentre altre infestano le radici. Infestazioni massicce di cocciniglie possono causare la produzione di melata favorendo l'insorgere e lo sviluppo di fumaggini e altre malattie ciliegio. Per liberarsi delle loro infestazioni si ricorre all'uso dell'olio bianco e di anticoccidici principalmente nei mesi primaverili o a fine autunno in modo da distruggere tutte le uova deposte senza danneggiare altri insetti utili. Quest'ultime, definite "cocciniglie radicali", normalmente vengono debellate con semplici insetticidi da contatto, evitando però l'olio bianco che danneggerebbe le radici della pianta.


Malattie ciliegio: Come riconoscere e sconfiggere le mosche della frutta

Infestazione mosche frutta La mosca della frutta è un insetto molto dannoso non tanto per la pianta ma per i suoi frutti, i quali vengono completamente distrutti dalle larve. Solitamente le infestazioni hanno inizio dopo la prima metà di giugno per prolungarsi per tutta la durata dell'estate. Nei primi giorni dell'infestazione i sintomi sono poco visibili ma presto si nota un graduale imbrunimento e marcitura dei frutti colpiti. Per combattere questi insetti la lotta biologica è da subito sconsigliata in quanto, nonostante l'elevato numero di antagonisti naturali, il potenziale biologico gli permette di resistere e continuare la sua azione d'infestazione. Per una lotta chimica vengono impiegati prodotti ad azione citotropica in grado di penetrare i frutti e colpire le larve al loro interno.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO