Malattie pomodori

Caratteristiche della coltivazione del pomodoro

Il pomodoro, nome scientifico Solanum lycopersicum, appartiene alla famiglia delle Solanaceae; è una pianta originaria del Sud America, importata da Cristoforo Colombo e dalle sue missioni. Ha larga diffusione in tutta Italia per la sua produttività e per la popolarità nei nostri piatti. Le parti verdi della pianta sono considerate tossiche anche in seguito a cottura, il frutto invece è commestibile ricco di principi nutritivi nonostante il regime calorico piuttosto moderato. Il pomodoro esiste in varie specie e nella coltivazione è da privilegiare quella che più si adatta al terreno e alle condizioni climatiche locali. Non resiste alle temperature troppo rigide per questo è una coltivazione annuale. Soffre anche l'umidità e il caldo eccessivo che può causare una serie di malattie e fitopatologie.
Pianta pomodoro

kg 10 Manica ZOLVIS 80 SECTOR WG - Zolfo Bagnabile OIDIO TICCHIOLATURA vite frutta orto rose piante ornamentali

Prezzo: in offerta su Amazon a: 49€


Ruggine e la muffa grigia, principali malattie pomodori

Muffa pomodoro Fra le malattie pomodori più conosciute e temibili per il nostro raccolto va analizzata la Ruggine. I sintomi della Ruggine sono rappresentati da macchie nerastre di forma concentrica che colpiscono sia le foglie che gli steli e i frutti dell'arbusto del pomodoro. Le parti danneggiate vanno immediatamente rimosse e bruciate. Sin da maggio inoltre è necessario operare con dei fungicidi specifici per prevenire la formazione della Ruggine. Il trattamento va ripetuto almeno due volte con un intervallo di due settimane. Un'altra malattia è la Muffa grigia, questa fra le malattie pomodori è fra le più gravi. Viene causata dal clima troppo caldo e umido e si presenta con macchie grigio marroni su entrambi i lati delle foglie. Anche in questo caso è necessario operare con degli agenti chimici in via preventiva, eliminando in seguito le piante che vengono colpite per evitare un contagio.

  • coltivazione pomodori Per coltivare pomodori è richiesta un'irrigazione abbondante, anche se bisogna prestare attenzione a non eccedere per evitare la comparsa di problematiche fitosanitarie. Per questo motivo, basta adott...
  • pomodori Le semenze vanno piantate circa sei settimane prima della fine dell’inverno. Vanno posizionati a due centimetri di profondità in vasi di piccole dimensioni. Dopo che sono germogliati hanno bisogno di ...
  • Irrigare pomodori Bagnare la pianta di pomodoro richiede molta scupolosità: se svolta in modo approssimato causa danni irreversibili e malattie distruttive. L'attività di irrigazione, infatti, consente sì l'aumento del...
  • Impianto irrigazione pomodori L'irrigazione dei pomodori è fondamentale per far sviluppare piante forti e rigogliose. In semenzaio dovremo bagnare spesso la terra senza inzupparla. Per garantire all'umidità di essere trattenuta pi...

SOLFATO DI RAME GRANITELLO 98-99% DI PUREZZA IN CONFEZIONE DA 10 KG

Prezzo: in offerta su Amazon a: 45,05€


Peronospora del pomodoro

Peronospora pomodoro Fra le malattie pomodori più conosciute non va dimenticata la peronospora del pomodoro. Questa è causata da un fungo patogeno che si chiama Phytophthora infestans. Questo fungo può attaccare sia le foglie che i frutti del nostro pomodoro, portando a una rilevante perdita a livello produttivo. Nei frutti si creano delle macchie brunastre e altri sintomi di disidratazione e di disseccamento che portano come conseguenza finale al distacco del frutto completamente disseccato. Bisogna operare a livello preventivo, orientando la selezione verso esemplari più resistenti all'attacco dei funghi. Non è naturale operare attraverso dei prodotti chimici ma questi diventano inevitabili per combattere la peronospora del pomodoro. Esistono parecchi prodotti che vi permettono di combatterla con efficacia, vi ricordiamo in questo articolo l’Anilazina, il Clortalonil, il Diclofluanide.


Malattie pomodori: La septoriosi e il verticillium

Foglia infetta Le ultime malattie pomodori che analizziamo sono decisamente più rare rispetto, ad esempio, alla peronospora, ma altrettanto temibili e pericolose per il nostro raccolto. La Septoriosi si presenta attraverso delle macchie circolari grigiastre con dei puntini interni. Altro sintomo tipico è il rapido disseccamento e la caduta delle foglie colpite. Bisogna rimuovere e bruciare le piante colpite e trattare con prodotti chimici specifici le altre. Il Verticillium è un fungo del terreno che ostacolo l'assorbimento delle sostanze nutritive e in particolare non fa giungere l'acqua alla pianta del pomodoro. I sintomi di questa malattia sono le caratteristiche foglie di colore giallo che tendono a disseccarsi e accartocciarsi. Il trattamento da applicare è l'immediata rimozione delle piante che sono state infettate da questa malattia e procedere con sostanze chimiche per il restante della piantagione.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO