Potare gerani

Come potare i gerani

Potare i gerani non richiede cure particolari e impegnative, ma è ovviamente importante capire il metodo adeguato, in modo da non arrecare danni alla pianta. La potatura è necessaria per eliminare eventuali elementi che potrebbero essere di intralcio per la corretta crescita della pianta. La potatura varia a seconda della stagione: i momenti adatti a questa operazione sono in primavera e all'inizio dell'inverno. In primavera si interviene con la rimozione dei fiori secchi, per permettere la crescita di quelli nuovi, mentre in inverno si procede con la pulizia dei rami. Le uniche parti del geranio a dover essere rimosse sono quelle secche o danneggiate da malattie; la potatura non consiste quindi in un intervento drastico. Soltanto in caso di rami anneriti, essi dovranno essere recisi dalla base.
Un geranio dalla tonalità viola

VIGORPLANT GERANI/SURFINIE L.25cd.425

Prezzo: in offerta su Amazon a: 9,44€


Usare gli strumenti giusti

Potatura di un geranio È opportuno usare strumenti adeguati per potare i gerani: delle comuni forbici da potatura per tagliare i rami più piccoli e le foglie, le cesoie invece per i rami più grandi. Le cesoie sono adatte alla potatura dei rami più grossi e robusti poiché possiedono lame più potenti e capaci di penetrare in profondità. Si tratta di due strumenti diffusi e facilmente reperibili. Pulire e disinfettare gli strumenti prima e dopo il procedimento di potatura è necessario per evitare che la pianta venga infettata dai germi o parassiti e possa contrarre di conseguenza delle malattie. Un altro metodo per poter avere un elevato grado di igiene consiste nell'indossare dei guanti durante la potatura, ancor meglio se si tratta di guanti usa e getta. Bisognerà intervenire con tagli netti e precisi, privi di sfrangiature.

    Closer to Nature Elite all'aperto Planter con gerani appesi e / Bianco 36 cm edera artificiale gialle

    Prezzo: in offerta su Amazon a: 96,42€


    Situazioni adatte per la potatura

    Gerani rossi Intervenendo a potare il geranio dopo il novilunio, ossia la prima fase di lunazione in cui la luna si trova in congiunzione con il sole e con la faccia oscurata rivolta verso la terra, si eviterà che la pianta perda i succhi linfatici. Sia che si tratti della potatura primaverile, sia che si tratti di quella invernale, è consigliato quindi aspettare la fine della fase di luna nuova che, come si sa, influisce sullo sviluppo delle piante. Oltre a una potazione adeguata è opportuno tenere il vaso del geranio ben pulito e rifornirlo dell'acqua necessaria, per far sì che si abbia una crescita prosperosa e una lunga durata priva di attacchi dei vari germi e parassiti. In situazioni particolari, come quelle consistenti in grandi ondate di calore, si può potare il geranio in modo da ridurre la quantità di calore che gli spetterebbe di assimilare.


    Potare gerani: Potare o no?

    Gerani di vari colori In totale esistono circa 400 specie diverse di gerani. Alcune persone ritengono che i gerani non abbiano bisogno di potatura; ciò è dovuto appunto al grande numero di generi di questa pianta che esistono in natura. Probabilmente il bisogno di intervenire con la potatura varia da specie a specie. In ogni caso, non si parla di potatura vera e propria, in quanto per lo più si cerca soltanto di attuare un ringiovanimento della pianta, eliminando le parti secche e le parti danneggiate. Nonostante c'è chi sostenga l'assenza di bisogno di potatura in queste piante, è risaputo che intervenire periodicamente per ripulire e alleggerire i gerani sia essenziale per far sì che essi crescano sani e rigogliosi. Soprattutto è meglio controllare lo stato della pianta per essere sempre sicuri della sua condizione.


    Guarda il Video
    • gerani potatura Pianta molto apprezzata per la bellezza dei suoi fiori e la conseguente capacità di impreziosire i balconi coi classici
      visita : gerani potatura

    COMMENTI SULL' ARTICOLO