Le orchidee blu

Orchidee blu

La “vandacoerulea”, conosciuta da tutti come “orchidea blu” per il colore dei suoi fiori, appartiene alla famiglia delle Orchidacee. Fu scoperta nel 1837 da William Griffit, un botanico inglese, nell’India orientale. Successivamente, nel 1847, fu documentata l’esistenza da Lindley ma solo nel 1850 Thomas Lobb e Joseph Hooker la portarono in Inghilterra per far conoscere la specie agli orchidofili che rimasero molto colpiti dalla particolarità del colore di queste orchidee. E’ una pianta epifita, si serve di altre piante per crescere, ed è sempreverde. Presenta delle radici aeree e le sue foglioline possono essere cilindriche, nastriformi e a forma di V. I suoi bellissimi fiori crescono eretti o a penduli, e la loro colorazione varia dal blu al giallo e al verde, raramente si trovano anche fiori con delle fantasie molto particolari. Molte specie di questo genere sono profumate e vengono utilizzate per abbellire gli appartamenti o dei luoghi interni. La durata della piantina è perenne e la sua fioritura si ha durante il periodo estivo e quello autunnale.
orchidea blu

Vaso di fiori ENO vaso per piante piante da vaso vaso da fiori in ceramica scandinavo, ceramica, grigio/blu, L (Ø 13,2 cm, H 13,3 cm)

Prezzo: in offerta su Amazon a: 7,9€


Coltivazione

primo piano fiore Le orchidee blu provengono dalle foreste tropicali, ovvero dalla Thailandia, Birmania e dall’India e quindi, se vogliamo che la pianta cresca nel modo più giusto dovremmo creare una situazione simile al loro habitat naturale. E’ consigliabile tenere la piantina in un luogo fresco dove le temperature di giorno sono tra i 20 – 30°C, mentre quelle notturne si aggirano intorno ai 10 – 18°C. Per quanto riguarda le annaffiature, questo tipo di pianta ha bisogno di molta acqua e umidità nel periodo estivo e in luoghi dove le precipitazioni so scarse, mentre nel periodo invernale, le irrigazioni, possono essere sospese perché la pianta vive in uno stato di riposo. Il terreno ideale per le orchidee blu è un miscuglio tra osmunda, corteccia e sfango. E’ utile sapere che la piantina ha bisogno di molta luce sia nei periodi più caldi che in quelli più freddi e quindi è consigliabile posizionarla in luoghi ben illuminati. Le orchidee blu sono delle piante spontanee, ciò le porta ad essere molto resistenti alle malattie e agli attacchi dei parassiti ma, nel caso in cui venga colpita da quale insetto, bisogna provvedere eliminando le parti danneggiate della pianta. Per propagare le orchidee blu è possibile utilizzare i germogli laterali che spuntano nel periodo primaverile e sotterrarli in un composto adeguato contenuto in un vaso. Nel caso in cui, successivamente, la pianta ha bisogno di essere rinvasata, è consigliabile svolgere questo processo dolo il periodo di riposo vegetativo.

  • orchidee Le orchidee sono delle piante a fiore appartenenti alla famiglia delle Orchideaceae. Queste piante sono rinomate per la bellezza dei loro fiori e per il loro elevato valore ornamentale. Vengono usate ...
  • orchidea mini Le piante sono un eccezionale prodotto della potenza della Natura, ma ciò che di esse ha più mordente sull’animo umano sono assolutamente i fiori: essi sono concepiti dalla natura stessa come semplici...
  • orchidee cymbidium Spesso si è abituati a pensare che la parte più importante delle orchidee siano i fiori. In realtà, tutte le componenti vegetali di questa pianta rivestono una particolare importanza per il suo sano e...
  • Vaso per orchidea L’orchidea è una pianta che vanta straordinaria diffusione anche in natura: è infatti una delle poche specie vegetali ad essere naturalmente presente in molti territori sia dell’Occidente sia dell’Ori...

Vivai Le Georgiche Orchidea Burrageara Tropic Jungle Cambria

Prezzo: in offerta su Amazon a: 26,3€


Esiste in natura?

Sempre più spesso sentiamo e vediamo nei grandi magazzini oppure dal fioraio di fiducia dei fiori coloratissimi, delle più impensabili tonalità o fantasie particolari. La domanda che sorge spontanea a tutti è: Esistono realmente queste colorazioni in natura? E’ vero la natura è imprevedibile su ogni cosa, ma molti sanno che la risposta a questa domanda è negativa. Le orchidee blu in natura non esistono, o per lo meno fanno parte di un’altra specie. Anche se rare, le orchidee si presentano nei classici colori che siamo abituati a vedere, il resto è tutto frutto di lavori artificiali svolti dall’uomo. Per ottenere un colore del genere c’è bisogno di iniettare un pigmento blu alla base dello stelo fiorale in modo poi da essere assorbito dai fiori e avere come risultato la fioritura che desideravamo. E’ giusto sapere che la colorazione blu dura solo un paio di mesi (solitamente due, il periodo di fioritura) e che quindi al prossimo ciclo floreale il fiore acquisterà nuovamente il colore originale di quella specie. Se desideriamo ottenere lo stesso risultato della fioritura precedendo dobbiamo procedere ripetendo lo stesso meccanismo artificiale.


Le orchidee blu: Curiosità

Il nome di questa piantina deriva dagli indiani, ed il suo significato sta ad indicare la fragranza molto gradita e la forma ed il colore molto apprezzati dagli occhi. La bellezza della sua forma, la delicatezza del profumo dei suoi fiori e la loro colorazione hanno posto le basi per ritenere questi fiori simbolo di armonia e perfezione spirituale. A causa del rigonfio dei suoi fiorellini, i Greci avevano soprannominato le orchidee blu come “sandalo del mondo”. Secondo alcune credenze, questo tipo di pianta, in Cina, veniva utilizzata per allontanare le disgrazie e per evitare l’infertilità della donna. Le orchidee blu sono molto usate nel creare incroci tra le varie specie a prescindere che facciano parte dello stesso genere o meno. Inoltre, sono molto apprezzate e ricercate da i vari collezionisti di fiori e piante. I fiori hanno sempre rappresentato un oggetto di attrazione sia per il semplice gusto di prenderci cura di qualcosa che rende più bella la nostra casa e sia per fare un regalo ad una persona a noi cara. L’orchidea è uno dei fiori più amati e richiesti, soprattutto quelle che si dipingono di blu. I suoi fiorellini che vanno dall’azzurro all’indaco fanno senza dubbio colpo, un fattore in più che le rende uniche e ricercatissime è proprio la loro rarità.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO