Proprietà della malva

Le proprietà della malva

I fiori della malva sono ricchi di sostanze ad azione antibatterica ed antinfiammatoria, tra cui le vitamine A B e C, il potassio, l'ossalato di calcio e molti altri sali minerali. Il suo potere latente è però dovuto principalmente a delle mucillagini, delle sostanze molto simili ad una colla, che avendo delle proprietà rigeneranti per le pareti dei tessuti corporei, riesce a difenderli da eventuali infiammazioni e/o infezioni virali e batteriche. Utilizzare le proprietà della malva per curare le malattie più comuni è molto efficacie, dato che la pianta riesce ad accelerare la formazione di una membrana protettiva sulla parte irritata evitando la propagazione dell'infezione e facilitandone la guarigione. Per usufruire di queste proprietà, basterà preparare un infuso di foglie e fiori secchi di malva o utilizzare le foglie per creare degli impacchi esterni.
Malva selvatica

GARCINIA CAMBOGIA CON ESTRATTO DI CAFFÈ VERDE PER DIMAGRIRE, soppressore dell'appetito e brucia grassi efficace e integratore per la dieta (100 capsule)

Prezzo: in offerta su Amazon a: 18,99€
(Risparmi 5,81€)


Cura delle vie respiratorie

Fiori di malva La più importante applicazione delle proprietà della malva è legata alla cura di irritazioni ed infiammazioni delle vie respiratorie, soprattutto quando queste ultime sono legate a sbalzi di temperatura. Questa pianta dai mille pregi riesce a placare, infatti, molti dei sintomi causati dai raffreddori: influenza, tonsillite, tosse grassa e naso chiuso. Tutto questo è possibile grazie alle mucillagini che andandosi a depositare nelle zone maggiormente lese delle mucose, diminuiscono la proliferazione di infezioni batteriche e virali, portando in maniera quasi istantanea un grandissimo sollievo. Il miglior modo di curare un raffreddore in maniera naturale è sicuramente quello di preparare e bere un infuso di fiori, foglie e fusto di malva, ogni giorno fino a quando i sintomi non saranno spariti.

    ABOCA - TISANA MALVA - CONFEZIONI DA 20 FILTRI - Proprietà lenitive e idratanti

    Prezzo: in offerta su Amazon a: 21,06€


    Cura dell'apparato digerente

    Tisana di malva Oltre alle caratteristiche antinfiammatorie, la malva, ha un effetto lassativo causato dalle mucillagini, che rendono le scorie più fluide facilitandone l'espulsione. Purtroppo questa caratteristica non può essere sottovalutata quando si fa uso della pianta per scopi differenti da quelli inerenti alla stitichezza, così da non rischiare di ritrovarsi in situazioni poco gradevoli. Ovviamente, fatte queste premesse, si può sicuramente affermare che l'uso della malva è sconsigliato ai soggetti che soffrono di dissenteria e diarrea. Per chi invece è afflitto da colon irritabile o stitichezza, bere tisane di malva è utilissimo, soprattutto se bevute durante o subito dopo i pasti. Inoltre, come nel caso del sistema respiratorio, anche nell'apparato digestivo, questa pianta, agisce da antinfiammatorio combattendo gastrite e reflusso gastroesofageo.


    Proprietà della malva: Uso esterno

    Quadro malva Le foglie, come i fiori, di malva possono essere utilizzate anche per alleviare dolori esterni, che non richiedono quindi l'assunzione della tisana ma la preparazione di impacchi e lavande. Problematiche cutanee, come secchezza della pelle, orticaria, dermatite e scottature non gravi, possono infatti essere curate con medicazioni preparate con la pianta di malva. Preparando, infatti, una lavanda facendo bollire dell'accqua con all'interno le parti della pianta sarà possibile, bagnando un panno di stoffa e strofinandolo sulla parte lesa, alleviare i dolori causati da queste irritazioni. Queste proprietà della malva, essendo ad uso esterno, non provocheranno effetti collaterali e saranno quindi fattibili da tutti i soggetti a meno che questi ultimi non abbiano una particolare allergia nei confronti di questa pianta.



    COMMENTI SULL' ARTICOLO