Fiore di ibisco

Significato

I fiori dell’ibisco sono la vera peculiarità di questa pianta: sono grandi e appariscenti, hanno una forma particolare, simile a un imbuto o a una campanella, e dal loro interno spuntano i pistilli e gli stami. I loro petali sono spesso doppi negli ibridi più diffusi in commercio e hanno colori sgargianti, rosa, rosso, arancio, bianco, lilla o viola. Nell’antichità i botanici e gli erboristi hanno studiato a lungo questa pianta e pensavano avesse proprietà officinali: le radici venivano cotte con il vino e poi ingerite per curare malanni come il raffreddore. Purtroppo i fiori dell’ibisco durano poco, soprattutto se vengono recisi, per questo motivo simboleggiano una bellezza fugace, una bellezza splendida ma che appassisce subito. Regalare un fiore di ibisco a una donna equivale, nel linguaggio dei fiori, a farle i complimenti per la sua rara bellezza.
Il fiore dell'ibisco

Come il fiore d'ibisco. Sotto i cieli della Nuova Caledonia

Prezzo: in offerta su Amazon a: 8,5€
(Risparmi 1,5€)


Caratteristiche della pianta

Una pianta di ibisco dai fiori rossi Il suo nome botanico è hibiscus ma viene chiamato ibisco: si tratta di una pianta erbacea ma dal portamento arbustivo che fa parte del genere delle Malvaceae. Originaria del continente asiatico, ormai è diffusa ovunque: è una pianta caduca, anche se alcune varietà sono sempreverdi; raggiunge massimo i tre metri di altezza, ha un fusto eretto, i suoi rami sono molto fitti e hanno una corteccia grigia e liscia, anche se col tempo diventa ruvida. Le foglie sono ovali ma i loro lobi hanno forme diverse a seconda della specie. Sulla cima dei fusti in primavera l’ibisco produce dei bellissimi e singolari fiori, che durano fino ai primi freddi: hanno una forma molto ampia, quasi a campana, ed esistono in varie tonalità, dal rosa al viola, anche se l’interno della corolla è spesso di un colore diverso, in contrasto con i petali. Dopo il fiore, che comunque appassisce in breve tempo, l’ibisco sulla cima dei fusti produce delle capsule dure che contengono i semi.

    L'incanto del buio. Fairy Oak: 2

    Prezzo: in offerta su Amazon a: 12,67€
    (Risparmi 2,23€)


    Coltivazione

    Un esemplare di ibisco dai fiori bianchi L’ibisco viene coltivato a scopo ornamentale, spesso è facile incontrarlo anche lungo le strade come arredo urbano; tuttavia, può essere piantato anche in vaso ed è una bellissima pianta da appartamento grazie ai suoi fiori molto appariscenti ed eleganti. Nelle zone dal clima molto freddo è sempre meglio tenere questa pianta all’interno; nelle zone dal clima mite, invece, possono essere tenute anche fuori. L’ibisco predilige posizioni soleggiate e luminose, meglio se riceve i raggi del sole diretti per alcune ore della giornata; il freddo non è un problema anche se il gelo potrebbe far seccare alcuni rami. Le piante giovani necessitano di un’irrigazione regolare, mentre le piante adulte sopportano la siccità e possono essere annaffiate anche solo quando il terreno è ben asciutto, perché le radici trattengono l’acqua e forniscono così alla pianta una riserva duratura. Ogni venti giorni è bene fornire all’ibisco del concime per piante da fiore, che può essere miscelato con l’acqua della normale irrigazione.


    Fiore di ibisco: Cure

    Fiore di ibisco giallo L’ibisco si adatta a qualsiasi tipo di terreno, anche se è meglio che sia ricco di sostanza organica, soffice e ben drenato. Se viene coltivato in vaso, allora bisogna cambiare recipiente ogni tre anni circa, preferibilmente in primavera, scegliendo un vaso più grande del precedente. Questo arbusto non necessita di potature regolari: al massimo, dopo la fioritura si possono rimuovere i fiori secchi e, in primavera, si possono tagliare dei rami qua e là, quelli più lunghi, per rinforzare la pianta. Le foglie, invece, vanno curate e pulite con un panno di un tessuto specifico per piante, altrimenti si rischia che vengano attaccate da afidi e acari. In tal caso bisogna intervenire subito con prodotti di qualità, altrimenti rischiamo che la pianta venga danneggiata seriamente. L’ibisco si propaga per seme e generalmente si autoinsemina, anche se dal seme è raro che si ottengano piante con il fiore uguale a quello della pianta madre. In alternativa, a primavera è possibile operare una talea, asportando una parte di pianta dai rami che non hanno prodotto fiori in quell’annata.


    Guarda il Video
    • fiore di ibisco Lo splendido fiore di ibisco nativo dell’Asia e delle isole del Pacifico, introdotto in Europa nel ‘700 e negli Usa un s
      visita : fiore di ibisco
    • ibisco significato Con il suo rosso acceso e le delicate onde che danno forma ai suoi petali, l'ibisco è una delle piante tropicali dai più
      visita : ibisco significato
    • fiore ibisco L’Ibisco è una pianta molto bella che dona ai giardini ed alle nostre case una sorta di allegria e felicità grazie ai su
      visita : fiore ibisco

    COMMENTI SULL' ARTICOLO