Concime stallatico

Caratteristiche generali del concime stallatico

Lo stallatico, cioè il letame secco, è uno dei concimi organici più utilizzato sia nel giardinaggio che nell'agricoltura, per la sua grande ricchezza di elementi nutritivi. L'uso intensivo di concimi chimici, efficaci per incrementare la produzione dal punto di vista quantitativo e qualitativo, ha il difetto, a lungo andare, di impoverire sempre più il suolo di sostanze nutritive naturali, fino ad arrivare all'infertilità. Ciò è dovuto ad un'alterazione della composizione chimico-fisica del terreno. I fertilizzanti artificiali, infatti, hanno insufficienti capacità ammendanti, vale a dire di miglioramento delle caratteristiche della terra. Il concime stallatico, derivato dalle deiezioni (feci e urine) di diversi animali da allevamento, è invece dotato in modo notevole di tali benefiche qualità. In particolare, lo stallatico destinato al giardinaggio è costituito da diversi tipi di letame selezionati e miscelati in determinate proporzioni.
Concime <em>stallatico</em> in pellet

AGRISTALLATICO MISCELA DI LETAMI STAGIONATI E UMIFICATI CONF. DA 25 KG

Prezzo: in offerta su Amazon a: 18€


Processo di lavorazione dello stallatico

Letame fresco Gli animali da cui viene ottenuto lo stallatico sono principalmente i bovini, gli ovini e gli equini. Il prodotto ha un aspetto simile al pellet, risultato della lavorazione del letame fresco. Quest'ultimo è ormai difficile da reperire e si preferisce quindi essiccarlo, sottoporlo a lavorazione e metterlo in vendita come prodotto compatto, solido e conservabile, in comodi sacchi, trasportabili con facilità. Le operazioni di preparazione dello stallatico prevedono un'iniziale umidificazione che porta i batteri presenti a digerire il letame, arricchendolo di importanti sostanze nutritive per le piante e benefiche per le qualità fisiche del terreno. Il letame viene poi essiccato e trasformato in una miscela solida tipo granaglie. Il prodotto può anche essere ridotto in polvere. Lo stallatico è venduto in sacchi di carta o cartone.

  • oliva Il mondo naturale è già di per sé un fenomeno straordinario, visto che la natura (protagonista e creatrice di questo mondo) è riuscita da sola a creare tutto ciò che vediamo; le piante, che sono una p...
  • Albero della canfora L'albero della canfora (Cinnamomum camfora) è un grande albero sempreverde originario dei Paesi asiatici Cina, Taiwan e Giappone, dove la sua crescita è spontanea. Nell'area mediterranea l'albero è pr...
  • Una siepe di ligustro di media altezza Con il nome di ligustro si intendono piante sempreverdi o decidue, appartenenti al genere botanico Ligustrum. Alcune sono molto apprezzate per la realizzazione di siepi. Le sue coriacee foglie, di col...
  • La betulla appartenente alle latifoglie La betulla è una pianta appartenente alla famiglia degli alberi latifoglie, comunemente chiamati così per distinguerli dalle piante aghifoglie o dalle conifere. Il nome "latifoglie" infatti, sottoline...

BIOREX STALLATICO CONFEZIONE DA 25 KG

Prezzo: in offerta su Amazon a: 23,5€


Tipologie di concime stallatico e prezzo

Sacco di stallatico da 10 kg Esistono diverse tipologie di miscele di concime stallatico Abbiamo concimi naturali NPK, cioè formati da azoto, fosforo e potassio, ma anche concimi NK o NP, contenenti soltanto azoto e potassio o azoto e fosforo. La qualità dello stallatico dipende inoltre dal rapporto tra la quantità di carbonio e quella di azoto (C/N), che non deve risultare né troppo basso né troppo alto. Tale rapporto indica il livello di umidificazione della sostanza organica presente nel terreno. La misura ideale, che permette di modificare positivamente, con i migliori risultati possibili, la caratteristiche chimico-fisiche del suolo, è pari a 10. Il concime stallatico ha prezzo variabile in base al peso del sacco, da 4,5, 10 e 25 kg. Le confezioni più piccole costano attorno ai 5-6 euro. I sacchi da 10 kg vanno da 7,5 a 10 euro e quelli più grandi da 25 kg hanno un prezzo medio tra 12-15 euro.


Concime stallatico: Utilizzo del concime stallatico

Concimazione con il letame Questo concime organico può essere utilizzato per ogni tipo di pianta, dalle piante ornamentali agli alberi da frutto, fino agli ortaggi. Sovente lo stallatico è usato durante il periodo che precede la semina del prato e delle piante da orto per migliorare il terreno. Operazioni di concimazione preventiva sono attuati anche prima dell'impianto di molti tipi di colture. Nell'orto può essere sparso appena sotto al superficie del suolo in inverno. Può essere utile nella fase di ripresa vegetativa della pianta. Le miscele di stallatico con poco azoto sono adatte per le piante ornamentali in coltivate in vaso. Quelle ricche di tale macroelemento, invece, sono indicate prima della semina e della messa a dimora, perché favorisce la radicazione. Benché lo stallatico non sia letame fresco, emette comunque un odore abbastanza sgradevole e ciò risulta fastidioso in caso di uso per piante domestiche allevate in vaso. Tuttavia il cattivo odore durerà solo pochi giorni.


Guarda il Video
  • stallatico Ha un odore non proprio invitante, ma le sue proprietà nutritive sono eccezionali. Stiamo parlando dello stallatico, uno
    visita : stallatico

COMMENTI SULL' ARTICOLO