Concime naturale

Concime naturale

Le piante per svilupparsi e per crescere hanno bisogno di alcuni elementi essenziali. Sono il carbonio (C), l'ossigeno (O), l'idrogeno (H), che consentono alla pianta di fare la "fotosintesi clorofilliana", reazione chimica che avviene nelle parti verdi della pianta (ricche di clorofilla) in presenza di luce; la pianta produce ossigeno e glucosio, base per la maggior parte delle sostanze nutritive per se stessa e per tutti gli altri viventi. Le piante sono organismi autotrofi, gli animali eterotrofi. Altri elementi essenziali sono l'azoto (N), lo zolfo (S), il magnesio (Mg), il fosforo (P), il potassio (K), il sodio (Na), ferro (Fe), il calcio (Ca). Sono elementi indispensabili per l'accrescimento della pianta, per la produzione dei semi, per la crescita dei frutti o per lo sviluppo dei fiori. Senza di essi la pianta non potrebbe crescere. Si trovano naturalmente nel terreno, nello strato detto humus. In mancanza o insufficienza, si aggiunge al terreno un concime naturale o chimico. Il concime naturale deriva dalla decomposizione di piante e residui vegetali, pertanto contiene gli stessi elementi della pianta ma disponibili sotto forma di sali minerali.
Concime naturale

CONCIME NATURALE MAXICROP A BASE DI ESTRATTO D'ALGA PER AROMATICHE E PICCOLI FRUTTI IN CONFEZIONE DA 500 ML

Prezzo: in offerta su Amazon a: 17,5€


Concime uso

Concimare le piante da fruttoChi coltiva piante, per uso alimentare o ornamentale, sa che la buona riuscita della coltivazione dipende essenzialmente dalle caratteristiche del terreno in cui le piante si sviluppano. Ci sono vari tipi di terreni adatti ciascuno alla crescita di varie specie vegetali. Un terreno "fertile" ha uno strato di humus, ricco di tutti gli elementi chimici indispensabili alla pianta. L'humus non è altro che terriccio misto a foglie secche, residui animali e vegetali in decomposizione, ad opera di batteri e funghi presenti nel terreno. L'humus è un concime naturale. Quando concimare? In genere il terreno deve essere concimato prima dell'utilizzo, per consentire alle piante uno sviluppo più rapido, poi, a seconda del tipo di coltivazione, si può procedere a concimazioni successive. Il concime da utilizzare deve essere adeguato al tipo di coltivazione. Ogni pianta ha le sue esigenze. La carenza di qualche elemento produce effetti sulle foglie e sugli altri organi, dal fusto ai fiori, ai frutti. L'azoto è l'elemento più importante, la sua carenza si chiama clorosi, e si manifesta con foglie ingiallite per la mancanza di clorofilla.

  • Pianta di Corniolo Il corniolo appartiene alla famiglia delle Cornacee, al genere Corpus ed alla specie mas. È un albero ad accrescimento lento con una forte attitudine pollonifera, in grado di raggiungere un’altezza ...
  • Concime urea La concimazione del terreno è un’operazione importantissima e spesso fondamentale per la crescita e lo sviluppo delle coltivazioni: essa permette di arricchire il terreno con le sostanze nutritive nec...
  • concimifertilizzanti1_zpscbaab65e I concimi fertilizzanti sono delle sostanze dotate di una doppia proprietà: nutrizione delle piante e correzione delle caratteristiche chimico fisiche del terreno. In agricoltura e giardinaggio i conc...
  • Concime azotato Non tutti i terreni sono indicati per la coltivazione: gli amanti del giardinaggio lo sanno bene, così come sanno che diversi tipi di piante possono avere necessità di diversi tipi di terreno. Per que...

BIOSTALLATICO concime organico naturale da kg 4,5

Prezzo: in offerta su Amazon a: 11€


Concime naturale per orto

concime agricoltura biologica La buona riuscita della coltivazione degli ortaggi dipende dal terreno. Un terreno fertile è una buona garanzia di successo. L'orto deve essere concimato prima dell'uso perché la crescita degli ortaggi richiede molto nutrimento. La concimazione viene fatta con concimi naturali o chimici. Negli anni passati si è diffusa la concimazione con prodotti di sintesi, ritenuti più comodi da utilizzare. Oggi, la maggiore richiesta di prodotti biologici e la consapevolezza che i concimi chimici inquinano le falde acquifere, ha determinato un cambiamento di rotta nella pratica agricola, un "ritorno al passato", con l'uso di metodi naturali. Il concime naturale per orto per eccellenza è il letame, formato dagliescrementi degli animali di una fattoria. Il letame non può essere utilizzato fresco, ma fatto maturare nella "concimaia" per un tempo variabile, a seconda del tipo di animale che lo ha generato. Quando è maturo viene sparso nel terreno e coperto con le zolle, per farlo penetrare in profondità e migliorarne la fertilità. Tale pratica si effettua nella fase preparatoria del terreno, verso la fine dell'inverno. Durante l'anno si usano concimi liquidi.


Concime naturale per piante

Concimi organici La maggior parte delle piante coltivate ha bisogno di concime per crescere. In modo particolare i frutteti e le piante ornamentali da fiori. Nel periodo fine inverno - inizio primavera, il terreno utilizzato per la crescita delle piante viene sottoposto a concimazione, preferibilmente naturale, con il compost, per arricchirlo dei minerali necessari. Il compost è un concime naturale per piante prodotto con il cosiddetto "umido" della raccolta differenziata o con gli scarti vegetali. E' un prodotto che contiene tutti gli elementi indispensabili alle piante, nella giusta concentrazione e a lento rilascio. Nella pratica casalinga si utilizzano anche altri metodi per arricchire il terreno. La torba, piante acquatiche in decomposizione, che rende soffice il terreno; la cenere, ottenuta dalla combustione delle piante, rilascia il calcio, il fosforo, il potassio ed altri elementi; i fondi del caffè, ricchi di azoto, possono essere usati direttamente mescolati nella terra o sciolti in acqua (diventano un ottimo concime liquido); i gusci delle uova ridotti in polvere, ricchi di calcio. Ottimi concimi liquidi sono le tisane ottenute con le erbe officinali.



Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO