Concime urea

Concime urea e azoto

La concimazione del terreno è un’operazione importantissima e spesso fondamentale per la crescita e lo sviluppo delle coltivazioni: essa permette di arricchire il terreno con le sostanze nutritive necessarie alla crescita rigogliosa delle piante. Tra i concimi più importanti vi sono quelli azotati, poiché a maggiore percentuale di composizione azotata. La sostanza risulta infatti essere tra le più importanti per lo sviluppo delle piante. Di vasta diffusione, negli ultimi anni, è il concime urea, un preparato sintetico di particolare efficacia contenente in prevalenza azoto. L’urea contiene il 46% di azoto e risulta essere uno dei concimi più attivi. La presenza di azoto in quantità elevate permette alla pianta di svilupparsi più rapidamente, favorendo la gemmazione e la crescita di rami e foglie, agendo indirettamente sugli zuccheri prodotti dalla fotosintesi. Al contrario, un terreno povero di azoto sarà il responsabile di una crescita lenta e di una pianta debole, con prematura perdita delle foglie all’arrivo dell’autunno. Non bisogna, d’altro canto, nemmeno esagerare: un eccesso di azoto potrà essere responsabile di una difficile lignificazione dei tessuti e di un eccessivo sviluppo che porta ad un fabbisogno costante di acqua ed una maggiore esposizione ai rischi di attacchi parassitari e fungini.
Concime urea

UREA CONCIME MINERALE SEMPLICE A BASE DI AZOTO CONF. DA 25 KG

Prezzo: in offerta su Amazon a: 24,9€


I concimi a cessione lenta

Concime urea Come la composizione dei concimi varia a seconda delle sostanze nutritive necessarie al tipo di coltivazione alla quale si decide di dare vita e sviluppo, anche il tipo di creazione e il sistema di rilascio delle sostanze stesse varia da prodotto a prodotto. Il concime urea è un prodotto organico che si diffonde attraverso un sistema di lenta cessione dei suoi elementi compositivi. Nonostante la sua origine organica, esso è da considerarsi un concime minerale a cessione lenta in quanto ottenuto per via sintetica. Per poter rendere la concimazione efficace e sfruttarla in modo ottimale, occorre tenere presente il fatto che diversi fattori possono influire sul rilascio delle sostanze compositive. Conoscere tali fattori permetterà di tenere sotto controllo con maggiore facilità la quantità di sostanze nutritive rilasciate e dunque di poter dosare al meglio il prodotto sulla base delle necessità specifiche delle coltivazione e, naturalmente, delle caratteristiche che contraddistinguono il terreno nel quale si è deciso di dare vita alle proprie coltivazioni. Scopo della cessione lenta, infatti, è proprio quello di garantire il corretto apporto di sostanze nutritive nel tempo, evitando sia le carenze sia le eccessive concentrazioni di elementi che, in quantità troppo elevate, risulterebbero dannose al pari delle corrispondenti carenze.

  • Pianta di Corniolo Il corniolo appartiene alla famiglia delle Cornacee, al genere Corpus ed alla specie mas. È un albero ad accrescimento lento con una forte attitudine pollonifera, in grado di raggiungere un’altezza ...
  • concime Il concime è una sostanza che viene aggiunta al terreno per dare alle piante tutti gli elementi nutritivi di cui hanno bisogno. Senza assorbire dal suolo i nutrimenti base, le piante, infatti, non pot...
  • carenza di fosforo Le piante sono a tutti gli effetti degli organismi viventi; ciò vuol dire che il loro “corpo” ha bisogno di una serie di sostanze nutritive che verranno poi utilizzate in svariati modi per poter conti...
  • agrumeto Uno dei vanti d’Italia sono gli agrumeti che producono frutti grossi e profumati nelle nostra terre; noi non siamo per nessuna distinzione né discriminazione tra nord e sud, però c’è da dire che quest...

UREA concime minerale semplice pER oRti piante e frutteti da 4 kg

Prezzo: in offerta su Amazon a: 10,9€


Fattori d'influenza sul rilascio del concime

Concime urea Il rilascio delle sostane nutritive dei concimi a lenta cessione è strettamente dipendente dall’attività microbiotica presente nel terreno: tutti i fattori che incentivano l’attività dei microrganismi, pertanto, favoriscono di contro anche il rilascio delle sostanze concimanti. Il metodo principale per controllare il rilascio delle sostanze per i concimi a lenta cessione è dunque quello di tenere sotto controllo la salinità del substrato colturale. Notevole differenza è data anche dalle dimensioni dei granuli di concime: più saranno grandi, più essi comporteranno un rilascio lento. La scelta, dunque, deve in questo caso legarsi alle specifiche esigenze delle coltivazioni delle quali ci si intende prendersi cura. In questo modo sarà dunque possibile adattare il concime alle esigenze specifiche dei terreni e delle colture concimate, grazie ad una appropriata diluizione del concime in acqua e ad una periodica irrigazione da regolare sulla base delle esigenze specifiche della pianta, sia per quanto riguarda l’apporto di acqua sia per quanto riguarda l’apporto delle sostanze nutritive necessarie al suo sviluppo.


Utilizzo del concime urea

concime ureaIl concime urea viene diluito in proporzione di 1:1000 con acqua, per favorire il rilascio graduale. Non è esclusa la diffusione del concime direttamente in polvere, ma in questo caso si dovrà avere cura di mescolarlo a sabbia in modo tale da poter garantire la diffusione uniforme e di poter limitare la concentrazione di azoto, evitando che si depositi in maniera eccessiva e troppo localizzata nel terreno. Per quanto riguarda la concimazione, l’applicazione ad un livello superficiale favorirà la lenta cessione e l’assorbimento graduale da parte della pianta. Questo metodo permetterà, infatti, di limitare la percolazione delle sostanze nutritive durante il dilavamento e di tenere sotto controllo il livello di salinità in superficie, limitando gli eccessi. Le sostanze nutritive devono così attraversare tutto il substrato colturale, rallentando la diffusione. Allo stesso tempo, il disseccamento intermittente dello strato superficiale del concime, interrotto appunto dalle periodiche innaffiature contribuirà al rilascio graduale. Prima di sfruttare il concime direttamente su tutto il terreno interessato dalla coltura, in caso di primo utilizzo, si consiglia di fare qualche prova su una piccola zona e interessando solamente una o due piante, in modo tale da avere conferma diretta delle dosi senza mettere a rischio l’intera coltivazione.



Guarda il Video
  • urea agricola La concimazione è una pratica colturale che consente di migliorare le proprietà del terreno e di nutrire le piante. In
    visita : urea agricola

COMMENTI SULL' ARTICOLO