Processionarie

Thaumetopoea processionea: la processionaria della quercia

Le processionarie della quercia sono dei parassiti diffusi in tutta Europa le cui larve si nutrono delle foglie di quest'albero.I bruchi di Thaumetopoea processionea sono di colore grigio e possiedono una peluria fortemente urticante e i soli peli urticanti dispersi dal vento possono arrecare disturbi anche all'uomo. Le larve compaiono in aprile, sono attive durante le ore notturne e si spostano in gruppo per cercare nutrimento. Di giorno, invece, le larve si radunano nei nidi costruiti sui rami o alla base del tronco della quercia e, una volta terminato il loro sviluppo, le crisalidi si spostano in un nido definitivo (situato nel fusto della pianta) per poi trasformarsi in falene, nei mesi estivi.I danni provocati da questi parassiti sono talmente gravi da provocare, talvolta, la morte dell'albero.
Thaumetopoea processionea in processione

ZAPI TRAPPOLA LUMACHE/LIMACCE Cf.Pz.3 ZAPI

Prezzo: in offerta su Amazon a: 16,16€


La Thaumetopoea pityocampa, il temibile parassita dei pini

Larva di Thaumetopoea pityocampa La Thaumetopoea pityocampa (o processionaria del pino) trova il suo habitat ideale nelle regioni dell'Europa meridionale, dell'Africa settentrionale e del Medio Oriente E' uno dei parassiti più devastanti per le foreste perchè durante il suo ciclo vitale è capace di distruggere ampi tratti di pinete. Le piante più colpite dalle processionarie sono tutte quelle appartenenti al genere Pinus e non di rado possono aggredire anche larici e cedri.La processionaria vive in folti gruppi ed è attiva esclusivamente durante i periodi invernali, poichè il resto dell'anno rimane sepolta sotto terra allo stadio di crisalide.Nonostante le dimensioni modeste, le larve di "Thaumetopoea pityocampa" possiedono robuste mandibole capaci di distruggere gli aghi fin dai primi giorni di vita e, quando spogliano del tutto un ramo, passano a quello successivo.

  • Pianta di Albicocco con frutti L'albicocco è una pianta originaria della Cina nord-orientale al confine con la Russia; la sua presenza data più di 4000 anni di storia. Da lì si estese lentamente verso ovest attraverso l'Asia centra...
  • Frutto di Bergamotto Il bergamotto appartiene alla famiglia delle Rutacee, al genere Citrus ed alla specie bergamia.È un piccolo albero, alto 3-4 m, con un tronco dritto a sezione rotonda e ben ramificato ed una cortecc...
  • Ramo di Ulivo L’olivo appartiene alla famiglia delle Oleaceae comprendente circa 30 generi, tra cui Fraxinus, Jasminum, Phillyrea Syringa, Ligustrum ed Olea. La specie Olea europaea presenta diversi aspetti morfolo...
  • Mandorlo in Fiore Il mandorlo (Amygdalus communis) appartiene alla famiglia delle Rosacee ed alla sottofamiglia delle Pruniodee, o Drupacee; si divide nelle sottospecie amara (mandorlo amaro), sativa (mandorlo dolce co...

Fungicida acaricida, 500 g, azione preventiva e curativa contro oidio, acaro rugginoso degli agrumi, ragnetto rosso comune e altri acari

Prezzo: in offerta su Amazon a: 20,25€


Come riconoscere i danni causati dalle processionarie

Insediamento parassitario di processionaria La processionaria è un pericoloso parassita che colpisce generalmente gli alberi di quercia e di pino.Nei periodi autunnali e invernali, gli attacchi di Thaumetopoea pityocampa (processionaria del pino) sono facilmente identificabili perchè i nidi di svernamento di questi insetti sono molto vistosi e caratterizzati da un tipico aspetto piriforme. Di solito i nidi sono ben visibili sulle piante perchè sono situati nella parte alta della chioma.Nel caso della processionaria della quercia, invece, gli attacchi iniziali sono difficilmente individuabili perchè le larve si radunano in colonie raggruppate sui rami più sottili dell'albero, formando dei manicotti. Quando inizia il periodo estivo, invece, gli attacchi parassitari risultano ben visibili: le chiome degli alberi ospiti sono fortemente danneggiate e sui tronchi si formano dei caratteristici nidi "a sacco".


Processionarie: Come si combattono le processionarie dei pini e delle quercie

Infestazione della Esistono diversi modi per combattere le processionarie: innanzitutto si possono utilizzare degli insetticidi specifici da utilizzare direttamente sulle larve ma bisogna fare molta attenzione nel rimuovere quelle morte perchè i loro peli sono altamente urticanti.Un altro metodo è la lotta meccanica che consiste nella rimozione manuale dei nidi di processionaria: questo intervento viene effettuato in inverno perchè le larve sono ancora presenti nel nido, ma è sconsigliato se l'area da trattare è molto estesa.In questo caso è preferibile ricorrere alla lotta biologica attraverso due metodi.Il primo prevede l'utilizzo di un insetticida biologico chiamato "Bacillus thuringiensis kurstaki" che viene propagato tramite elicottero o attraverso l'uso di atomizzatori.Il secondo, invece, è meno costoso e si basa sull'impiego di trappole ai feromoni o meccaniche.



COMMENTI SULL' ARTICOLO