Come curare i gerani

Il geranio

Il Geranio è una pianta perenne originaria dell'Africa australe che comprende moltissime varietà che mostrano diversità nel fusto, nelle foglie, nei fiori. Infatti le varie tipologie di geranio possono presentare fogliame peloso e a forma di cuore nella varietà zonale, con foglie lucide e carnose nella varietà peltatum (edera), con fiori con cinque macchie bruno-rossastre nella grandiflorum, nella odoratissimum si riscontrano piccole foglie aromatiche con fiori bianchi o rosei. Le specie maggiormente coltivate sono quella zonale e quella edera, delle quali sono state selezionate tipologie diverse con fiori che variano dal rosso, al rosa, al violetto, al fucsia, all'arancione e al bianco. Il geranio viene anche coltivato per particolari proprietà per il sistema nervoso, come antidepressivo, come antinfiammatorio, come antisettico.
Gerani

Closer to Nature Art IMPIANTISTICA Gerani Busch, Rosa

Prezzo: in offerta su Amazon a: 12,8€


Coltivazione del geranio

Gerani in vaso I gerani sono piante che si adattano facilmente alla coltivazione con climi differenti, possono vivere bene con un clima mediterraneo, ma anche in presenza di un clima alpino, riuscendo a produrre fiori di ottima qualità. Hanno necessità di una posizione soleggiata e luminosa, anche se sarebbe meglio riuscire ad evitare l'esposizione in pieno sole nelle giornate più calde. Hanno una buona resistenza alla siccità, potendo sopravvivere anche nelle zone più torride, però necessitano di molta umidità, soprattutto nel periodo estivo, per poter produrre fiori rigogliosi. Le piante durante la stagione invernale dovrebbero essere protette dalle condizioni estreme, quindi per le piante interrate si dovrebbe provvedere a ricoprirle con un telo, mentre quelle in vaso andrebbero messe in un luogo riparato.

  • geranio Illumina i balconi con le sue infiorescenze variamente colorate ed anima le nostre terrazze con una fioritura davvero spettacolare. Stiamo parlando del geranio, pianta a fiore molto apprezzata dagli a...
  • rosa rosa L'amicizia è uno dei doni più preziosi che una persona possa fare a un'altra: non stupisce dunque che, nel linguaggio dei fiori, molte specie assumano il ruolo di esprimere questo importante sentiment...
  • geranio Quello che conosciamo come geranio si chiama, in realtà, Pelargonium o pelargonio, pianta a fiore originaria del Sud Africa. Il pelargonio che comunemente chiamiamo geranio è proprio la specie che v...
  • Un giardino L'importanza del nostro giardino è fondamentale per esprimere e trasmettere la cura e lo stile che abbiamo all'interno della casa. Si sa, un giardino curato sarà lo specchio della cura che noi investi...

Closer to Nature (I-adempimento) HBKL21 Bianco Viola del pensiero / Rosso Azalea / Bianco Geranio / verde Vite e variegato edera Display in un Round Willow 14 pollici Hanging Basket artificiale Bedding Plug Impianti e Display Selezione

Prezzo: in offerta su Amazon a: 109,95€


Come coltivare i gerani

geranio Il miglior terreno per la coltivazione dei gerani è costituito da torba con la presenza di una buona quantità di sabbia per garantire al terreno un adeguato drenaggio. In alternativa si potrebbe creare un un miscuglio di argilla, che trattiene in modo ottimale l'acqua, mescolandola con della pomice, della perlite oppure dell'argilla espansa che aiuterebbero a renderlo più asciutto. In questo modo mescolando adeguatamente i componenti si ottiene un terreno ideale che trattenga l'umidità, ma favorisca il drenaggio. In caso si voglia coltivare in vaso, questo dovrà avere un diametro minimo di 20 cm, in caso invece si vogliano affiancare più piante sarà necessario distanziarle di almeno 15 cm., questo perché le piante tendono ad allargarsi molto ed essendo troppo vicine ostacolerebbero la crescita.


Come curare i gerani: Cura dei gerani

Cascata di gerani Il periodo migliore per la messa a dimora delle piante è all'inizio della primavera, periodo in cui sono finite le gelate. Prima di sistemare le piantine comunque sarebbe opportuno aggiungere della ghiaia o dell'argilla espansa sul fondo del contenitore per garantire un buon drenaggio, questo perché i gerani temono moltissimo i ristagni d'acqua. L'innaffiatura andrebbe effettuata 2-3 volte a settimana in autunno e in primavera, tutti i giorni durante la stagione estiva se troppo calda, in inverno si dovrebbe invece sospendere. Ad inizio primavera e ad inizio autunno andrebbe effettuata la concimatura con del fertilizzante miscelato all'acqua. Le gemme apicali e i fiori appassiti o i rami secchi devono essere eliminati, sia in inverno per ringiovanire la pianta, sia in primavera per migliorarne la successiva fioritura.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO