Rosa osiria

Quanto innaffiare una rosa osiria

La rosa osiria è un ibrido di tea ed è caratterizzata da dei fiori molto grandi la cui peculiarità principale, oltre alla dimensione, è la doppia colorazione che determina delle sfumature veramente spettacolari. Nel 1978 la rosa osiria è stata proclamata la rosa più bella al mondo ed effettivamente è, senza alcun ombra di dubbio, meravigliosa. Come tutte le varietà di rose ha bisogno di molta acqua che però va data in maniera abbondante in una singola volta per poi attendere che nei giorni seguenti l'acqua venga assorbita completamente. Solo quando il terreno è nuovamente asciutto si può procedere con una nuova innaffiatura. Da sempre la rosa osiria è simbolo di ricchezza, di prestigio e se qualcuno viene omaggiato con questo fiore significa che chi glielo ha donato nutre profondi e sinceri sentimenti.
Rosa osiria

Bloom Green Co. 100 bonsai/pack New Rose 5 colori differenti rari Osiria Rose Heirloom cinese fiore della Rosa Piante Fiori: Giallo

Prezzo: in offerta su Amazon a: 10,99€


Come coltivare la rosa osiria

Rosa ibrido La rosa osiria è un tipo di fiore che può essere coltivato sia in aiuola che in vaso, spesso viene utilizzata per abbellire gli ambienti domestici. Nonostante si tratti di un ibrido, la rosa osiria è una varietà di pianta veramente resistente, e non richiede particolari condizioni per la sua coltivazione. Questa pianta preferisce terreni ben fertilizzati con lo stallatico e concimati con sostanza organiche come il compost, e ovviamente il terreno deve essere abbastanza drenante in modo da trattenere in maniera adeguata l'acqua ma senza creare ristagni. L'esposizione alla luce solare è fondamentale per la definizione dei colori, infatti è possibile procedere anche ad una coltivazione a mezz'ombra ottenendo delle tonalità meno accese. La rosa osiria riesce a raggiungere gli 80 centimetri di altezza.

  • Rose iceberg rampicanti La Rosa Iceberg rampicante appartiene al genere Floribunda, alta circa 70 centimetri con vegetazione rigogliosa e decorativa. Fiorisce da maggio fino ai primi geli con corolle di colore bianco puro, p...
  • Rosa blue moon Una rosa blu naturale, detta anche Blue Moon, necessita di una quotidiana irrigazione della pianta, è consigliato innaffiare la pianta nelle prime ore della giornata ed evitare l'irrigazione nelle ore...
  • rose-rampicanti Le rose sono una specie vegetale che comprende circa 150 diverse varietà e un numero indefinito di ibridi che sono stati creati nel corso dei secoli. Appartenenti alla famiglia delle rosaceae, le ros...
  • rosa1 La rosa, splendida pianta a fiore appartenente al genere delle Rosaceae, comprende più di duemila specie originarie dell’Europa e dell’Asia. Tratteggiare le caratteristiche delle varie specie di rose...

20 semi Abracadabra rosa, colore raro, Osiria Rose semi splendidi fiori per piantare in vaso o fiori a terra semi perenni

Prezzo: in offerta su Amazon a: 10,6€


Come prendersi cura della rosa

Fiore rosa La rosa osiria ha steli molto lunghi, le foglie sono di un verde abbastanza scuro ma luminose e i suoi fiori, nonostante la loro eleganza, sono alquanto appariscenti, tinti di bianco, di rosso, rosa e bordeaux si alternano in maniera armoniosa. I petali sono morbidi come il velluto ed emanano un profumo intenso ma molto delicato. La rosa osiria non ha bisogno di potature particolari, la cosa fondamentale è eliminare i rami secchi e le foglie che tendono a seccarsi. Di solito la potatura viene effettuata con cadenza annuale. Essendo un tipo di rosa molto pregiata non è facile trovarla e quindi bisogna ordinarla oppure rivolgersi ai grandi vivai per riuscire a reperire una rosa osiria di qualità. Con questa specie di rosa si possono creare magnifici rosai che fioriscono da maggio fino alle prime gelate. Questa pianta è il vero fiore all'occhiello della grande famiglia delle rose.


Rosa osiria: Malattie e cure

Varietà rose La rosa osiria può subire gli attacchi di diversi parassiti che possono causare il decadimento della pianta. Tra quelli più diffusi ci sono sicuramente gli afidi ossia dei piccoli insetti, detti anche pidocchi delle piante, che risucchiano la linfa determinando un essiccamento della rosa osiria. È possibile uccidere gli afidi utilizzando degli insetticidi. Un altro nemico di questo fiore è il ragnetto rosso ossia un tipo di acaro che perfora l'epidermide della pianta ma che può essere debellato usando un antiparassitario. Poi ci sono le cicaline il cui attacco però non è mai devastante nel senso che è sufficiente asportare o bruciare le foglie maggiormente colpite da questi insetti. Anche l'oidio può essere un problema per la rosa osiria che è prodotto da un fungo e determina una nebbia grigia che si forma sul fogliame, ma può essere eliminato usando dello zolfo.


Guarda il Video
  • rosa osiria Per quanto riguarda le innaffiature della rosa osiria, è bene procedere con una certa costanza a seconda della stagione.
    visita : rosa osiria

COMMENTI SULL' ARTICOLO