Coltivare funghi

Coltivare funghi: informazioni generali

Coltivare funghi in casa propria, nel proprio giardino o in terrazzo, risulta oggi molto semplice, non soltanto perché è possibile acquistare un kit per la coltivazione di questi esemplari, ma anche perché i passaggi da seguire per partire da zero sono semplici da mettere in pratica. La cosa fondamentale prima di procedere con la coltivazione dei funghi è: la preparazione del substrato e la produzione del fungo stesso. Per raggiungere ottimi risultati in poco tempo, basta acquistare un kit mediante il quale il substrato è già reso utilizzabile. In alternativa, occorre avere a disposizione dei materiali come la paglia di grano, la torba, il gesso agricolo, la pollina; creare una sorta di miscuglio e fare attenzione affinché non venga attaccato da parassiti o agenti estranei che potrebbero compromettere lo sviluppo dei funghi stessi.
Fungo

FungoBox: il Kit per Coltivare in Casa Funghi Ostrica (Commestibili e Buoni), dai Fondi del Caffè espresso - Un regalo ideale

Prezzo: in offerta su Amazon a: 14,95€


Coltivare funghi: fasi principali

Esemplari di funghi Le fasi principali per coltivare funghi sono principalmente 5: fermentazione, pastorizzazione, semina, incubazione I e incubazione II. Durante la prima fase il composto precedentemente miscelato fermenta, rendendosi adatto per lo sviluppo dei funghi; con la seconda fase il composto va incontro a degli sbalzi di temperatura. Con la terza fase si procede con il miscelare il substrato e il micelio del fungo. Terminata la seminazione, il tutto viene imballato con della plastica e disposto in una stanza con una temperatura costante di circa 25 °C per 14 giorni circa. Durante la quarta fase, il micelio inizia a espandersi per tutto il substrato. Con la quinta e ultima fase, si appiattisce il terreno, compresso, rivestito con del terriccio adatto e si favorisce la nascita dei funghi, abbassando la temperatura della stanza a circa 18 °C.

  • Panoramica Agrumi Gli agrumi sono alberi appartenenti alla famiglia delle Rutaceae e ai generi Citrus (come arancio, limone o pompelmo), Fortunella (cioè il Kumqat) e Poncirus. I tre generi comprendono 18 specie stabil...
  • Pianta di Albicocco con frutti L'albicocco è una pianta originaria della Cina nord-orientale al confine con la Russia; la sua presenza data più di 4000 anni di storia. Da lì si estese lentamente verso ovest attraverso l'Asia centra...
  • Frutto di Bergamotto Il bergamotto appartiene alla famiglia delle Rutacee, al genere Citrus ed alla specie bergamia.È un piccolo albero, alto 3-4 m, con un tronco dritto a sezione rotonda e ben ramificato ed una cortecc...
  • Pianta di melo con frutti La storia del melo è molto antica; sembra che il suo centro d’origine sia localizzato in unaregione montagnosa del Sud-Est della Cina dove, tramite la propagazione delle specie Malus Sieversii, si s...

kit coltivazione funghi CHAMPIGNON BIANCO BIO 7,5 lt BIG

Prezzo: in offerta su Amazon a: 18,9€


Coltivare funghi utilizzando un kit apposito

Per coltivare funghi, talvolta non è necessario dover preparare il terriccio, acquistare il micelio, tenere il tutto alle giuste temperature; il dispendio di tempo sarebbe troppo elevato. A questo proposito, è possibile diminuire le fasi e i tempi di coltivazione dei funghi attraverso l’acquisto di un kit specifico. Come prima cosa si sceglie la specie di fungo che si vuole coltivare; può essere acquistato presso ogni rivenditore specializzato. Successivamente alla scelta si procede con l’immergere il kit nell’acqua tiepida, si fa sgocciolare e si cosparge il seme del fungo. Il tutto si chiude in un sacchetto di plastica e si lascia a una temperatura costante, per circa un mese, di 25 °C circa. Nel momento in cui si nota che la balla è ricoperta da una muffa bianca, si apre la busta, si colloca la balla nella penombra e si fa in modo che la temperatura resti compresa tra i 12 e i 25 °C circa. Dopo circa un mese i funghi possono essere raccolti. In conclusione, è conveniente tenere bene a mente di bagnare frequentemente il pannello.


Coltivare funghi: l’importanza della scelta del posto

Funghi La scelta del posto è un fattore indispensabile per coltivare i funghi. Durante ognuna delle 5 fasi precedentemente citate e descritte, occorre spostare il substrato secondo le esigenze fungine. Durante la prima fase, avendo bisogno di una temperatura costante di circa 25 °C, il substrato deve essere collocato all’interno della propria abitazione e in un luogo non troppo freddo. Nella seconda fase la balla deve essere spostata in un ambiente pulito, ombreggiato, umido e fresco e al riparo dal vento. Essa, dovendo essere costantemente umida, può essere ricoperta con uno strato di tavole, cartoni o di frasche, le quali devono essere sempre bagnate. Infine, è conveniente, prima di sistemare la balla che darà vita ai funghi, spolverare il terreno in cui essa andrà sistemata con della comune calce, in modo tale da disinfettare tutta l’area interessata.



Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO