Concimi per ortaggi

Il compostaggio

Un ottimo sistema, biologico e utile al rispetto dell’ambiente, è il processo di "compostaggio", che utilizza gli scarti di materiale organico proveniente dall’orto e dalla cucina per produrre un fertilizzante naturale, ricco di elementi nutritivi, il "composto". Il prodotto è un "corpo vivo", idoneo alla "auto-rigenerazione" del terreno e al suo arricchimento di "humus". Nello spazio riservato alla compostazione (che può avvenire in un "cumulo" o in un contenitore specifico) le sostanze organiche, a molecola più o meno complessa, degli scarti dell’orto e della cucina, opportunamente ridotti in piccole particelle, con l’aggiunta di additivi biologici, attraverso il calore e l’umidità ambientale, si decompongono in molecole più semplici e infine in particelle elementari. Durante il processo (mineralizzazione), si liberano acqua, calore, ossigeno e anidride carbonica. Dopo un certo periodo (da due mesi a un anno), in relazione a varie condizioni (pezzatura dei rifiuti, uso o meno di additivi, utilizzo di cumulo libero o "caldaia" di compostaggio, ecc.), si ottiene il composto, simile a un terriccio marrone scuro, ricco di humus.
Contenitore specifico per il compostaggio

KG 25 concime organico minerale per ortaggi pomodori frutta OLIVO PRATO N P K azoto 7 fosforo 7 potassio 7 bilanciato

Prezzo: in offerta su Amazon a: 19,9€


Preparazione del terreno e trattamento con concimi per ortaggi

Preparazione del terreno alla coltivazione Occorre lavorare e predisporre il terreno con metodi che dipendono dallo stato iniziale del terreno, che potrebbe essere già coltivato, incolto con erba, argilloso o cretoso. Nel primo caso l'opera sarà di pulizia, leggera zappatura, eventuale sarchiatura. Si deve evitare il pesante rivoltamento del terreno, utile solo nel caso di terreno incolto, per non modificare l’equilibrio microbico e aggiungere composto maturo o concimi per ortaggi, organici. In presenza di erba asportarla in un cumulo, mescolandola con terra, concime organico azotato, calcio, letame e lasciarla a riposo, fino a maturazione. Dopo alcune settimane si distribuisce il tutto sul terreno, che dovrà essere reso il più possibile friabile. Nel caso di terreno cretoso o argilloso si ricorre al rivoltamento continuo e periodico per lungo tempo aggiungendo terra compostata o concimi per ortaggi, per raggiungere un’adeguata friabilità e fertilità. Solo allora si potrà iniziare la coltivazione e, con il compostaggio e l'aiuto della pacciamatura, mantenere la fertilità del terreno.

  • Pianta di Albicocco con frutti L'albicocco è una pianta originaria della Cina nord-orientale al confine con la Russia; la sua presenza data più di 4000 anni di storia. Da lì si estese lentamente verso ovest attraverso l'Asia centra...
  • Frutto di Bergamotto Il bergamotto appartiene alla famiglia delle Rutacee, al genere Citrus ed alla specie bergamia.È un piccolo albero, alto 3-4 m, con un tronco dritto a sezione rotonda e ben ramificato ed una cortecc...
  • Ramo di Ulivo L’olivo appartiene alla famiglia delle Oleaceae comprendente circa 30 generi, tra cui Fraxinus, Jasminum, Phillyrea Syringa, Ligustrum ed Olea. La specie Olea europaea presenta diversi aspetti morfolo...
  • Pianta di melo con frutti La storia del melo è molto antica; sembra che il suo centro d’origine sia localizzato in unaregione montagnosa del Sud-Est della Cina dove, tramite la propagazione delle specie Malus Sieversii, si s...

10 kg ≙ pellet letame 15,4 L HORSIT Pellet fertilizzante per cavalli, Concime universale Premium NPK Concime naturale Fertilizzante a lungo termine di sterco di cavallo - consentite nell'agricoltura biologica (sacco da 10 kg)

Prezzo: in offerta su Amazon a: 28,99€
(Risparmi 8€)


I concimi liquidi

Serbatoio per la produzione di concime liquido Il concime liquido è un "composto" in forma liquida che riveste una grande importanza nella concimazione, perché più veloce da produrre e molto più pratico da utilizzare, rispetto al composto solido. Naturalmente si trova anche in commercio ma produrlo in proprio rappresenta l’ideale per un orto biologico e biodinamico. Prima di tutto si utilizzano le erbe infestanti dell’orto, gli scarti delle piante e degli ortaggi, o piante più specifiche come la felce, il tanaceto, la camomilla, il dente di leone mescolati tra loro. Si provvede al loro sminuzzamento e, utilizzando contenitori circolari in legno o materiale sintetico li si ammolla in acqua. Non sono adatti i contenitori in metallo in quanto l’acidità del liquido potrebbe corroderli. Il concime liquido raggiunge la maturazione quando si formeranno molte bolle in superficie. Il liquido così ottenuto può essere sparso sul terreno vicino agli ortaggi senza bagnarli. Particolarmente interessante è l’ortica che fornisce un prodotto da diluire con acqua, mentre puro è un ottimo antiparassitario naturale.


Concimi per ortaggi: La pacciamatura

Esempio di pacciamatura La pacciamatura consiste in una copertura vegetale e naturale del terreno. Svolge un ruolo importantissimo per la vita biodinamica e ecologica degli ortaggi. Attraverso la copertura si protegge il terreno dalle intemperie e dal sole diretto che nuoce alla vita dei microrganismi, responsabili diretti della fertilità. Ogni materiale organico può essere utile, scarti di piante ricchi di carbonio e poveri di azoto come fogliame, fieno, segatura, erba tagliata, scarti dell’orto. Si possono utilizzare anche fogli di carta o cartone. La pacciamatura opera in due direzioni, di protezione da un lato e di alimentazione del terreno dall’altro. Infatti il materiale organico di copertura lentamente si degrada e rilascia microelementi nutritivi. Si può ricorrere a questo sistema in ogni periodo dell’anno, con una distribuzione di uno strato sottile anche sulle file seminate o di pianticelle appena germogliate. Per accelerare la decomposizione del fogliame si possono aggiungere concimi per ortaggi azotati, organici e segatura di legno. Per diminuire il rischio di attrarre lumache e arvicole si consiglia di utilizzare materiale più sottile e tagliato più finemente.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO