Fragole rampicanti

Caratteristiche della pianta di fragole rampicanti

Le fragole sono i frutti, o meglio dei frutti aggregati, di piante appartenenti al genere botanico Fragaria ed alla famiglia delle Rosaceae. Ve ne sono oltre 20 specie diverse e molto ibridi. La parte commestibile della pianta è, in realtà, un falso frutto. I frutti veri sono gli acheni, i puntini gialli visibili sulla superficie. La fragola è il ricettacolo ingrandito di un'infiorescenza. Può essere coltivata come pianta rampicante, benché botanicamente non lo sia. La pianta di fragola non ha elementi propri che le permettano di arrampicarsi ed ha bisogno di sostegni e della guida del coltivatore. Le fragole rampicanti sono quindi delle normali piante di fragole a sviluppo veloce con stoloni, ramificazioni laterali radicanti che producono nuovi cespi, da orientare verso l'alto. Possono essere coltivate in giardino ed in vaso, su balconi e terrazze.
Pianta di fragole rampicanti

Gardman 09128 Pianta Fragole Rampicanti, Due Sacchi

Prezzo: in offerta su Amazon a: 8,39€


Esposizione, clima e terreno per le fragole rampicanti

Particolare dei frutti di fragola rampicante Le fragole rampicanti sono molto apprezzate come piante ornamentali, oltre che per la bontà dei frutti. Tale qualità si evidenzia, in particolare, nella coltivazione su terrazza e balcone. Si consiglia di porre la pianta in crescita in vasi sospesi, in modo da ottenere delle fronde che si sviluppano verso il basso, a cascata, oppure lasciare sul pavimento i contenitori e fornire sostegni per la crescita verso l'alto. Questi sistemi, inoltre, permettono alla pianta di avere una grande aerazione e di non essere disturbate dalle erbe infestanti. La fragola ha bisogno di un clima temperato e di molta luce solare, tuttavia non è troppo sensibile al freddo, infatti crescono spontaneamente anche in zone montane, a 1.000 metri di altezza. Il terreno ideale è a base di torba, sciolto e ben drenato, fertilizzato con sostanze organiche.

  • La betulla appartenente alle latifoglie La betulla è una pianta appartenente alla famiglia degli alberi latifoglie, comunemente chiamati così per distinguerli dalle piante aghifoglie o dalle conifere. Il nome "latifoglie" infatti, sottoline...
  • Stop alle zanzare Tenere lontano le zanzare è un'impresa talvolta così ardua che diventa per alcuni addirittura una missione. Quello che il mercato ci offre però non è altro che una infinita varietà di prodotti a base ...
  • Greencomposition Le piante ornamentali vere ormai hanno sempre più preso il vostro tempo che invece non avete a disposizione, la soluzione sono le piante finte che ormai hanno raggiunto uno standard di qualità eccelle...
  • Spathiphyllum in fiore. Lo Spatifillo o Spathiphyllum è una pianta sempreverde appartenente alla famiglia delle Araceae, originarie dell'America Centrale. In natura si hanno 7 specie di piante differenti ma le più utilizzate...

Nuovo arrivo! 200 pc / sacchetto di arrampicata semi rossi della fragola con la salubre GUSTO * NON-OGM fragola Monte Everest * * COMMESTIBILE frutta, #

Prezzo: in offerta su Amazon a: 12,94€


La semina e la messa a dimora della pianta di fragole

Pianta di fragola coltivata in vaso Il sistema migliore per la riproduzione della fragola è la via vegetativa, per divisione dei cespi, che assicura il mantenimento delle stesse caratteristiche della pianta madre. La moltiplicazione per seme è usata soprattutto per la selezione di varietà particolari. Per la semina, comunque, occorre usare un vaso contenente una parte di torba ed una di sabbia, in cui saranno inseriti i semi, distanti 2-3 cm uno dall'altro, e ricoperti con uno strato molto sottile di terriccio. Il periodo più adatto è la tarda primavera. Quindi si annaffia con uno spruzzino per non smuovere i piccolissimi semi. Circa tre mesi dopo le piantine saranno pronte per il trapianto nel vaso definitivo o in piena terra. Sul fondo del vaso si pone della ghiaia drenante, per 3-4 cm, poi uno strato di letame maturo e quindi del terriccio. Si scava una buca per interrare la piantina, si pressa e si annaffia con delicatezza.


Fragole rampicanti: Sostegno, annaffiatura, concime e raccolta delle fragole

Il momento della raccolta delle fragole Dopo il trapianto, occorre fornire un sostegno alle fragole rampicanti, come canne, reti o spalliere. Le innaffiature dovranno essere frequenti, mantenendo il terreno sempre umido e facendo però attenzione al ristagno idrico, che può provocare marciume radicale. In estate può essere necessaria un'annaffiatura quotidiana, al mattino presto o la sera, senza bagnare le foglie e i frutti. Nel corso della fase vegetativa, ogni mese occorre somministrare alla pianta del fertilizzante liquido, a base di fosforo e potassio, diluito nell'acqua per l'innaffiatura. In alternativa si può distribuire ai piedi della pianta del concime granulare a lento rilascio. Alla fine dell'inverno devono essere eliminate le parti della pianta danneggiate dal gelo. La raccolta si effettua tra maggio e settembre, in base al clima locale.



COMMENTI SULL' ARTICOLO