Peperoncino messicano

Il peperoncino e le sue varietà

Il peperoncino è uno degli ingredienti principali della cucina italiana, diffuso soprattutto sulle tavole del sud. Il suo nome botanico è capsicum, che deriva dal latino capsa. Questo termine significa scatola, e probabilmente è stato riferito a questo vegetale poichè il peperoncino ricorda uno scrigno che contiene al suo interno i semi. Le sue origini sono antichissime, così come il suo impiego sia in cucina che come preparato medico. Le prime testimonianze di peperoncini coltivati risalgono al 5.500 a.C, e sono state rinvenute in Messico. La pianta infatti ha origine in America, e da questo paese, in seguito alla sua scoperta da parte degli europei, fu importata nel vecchio continente. Il nome con cui il peperoncino veniva chiamato nel nuovo mondo era chili; in Europa fu chiamato peperoncino non per assonanza con il peperone, ma con il pepe, di cui ricordava il gusto.
Disegno botanico di capsicum annuum

120 Semi PEPERONCINO nelle 12 Varietà Più Amate in Messico COLLEZIONE MESSICANA: HABANERO RED SAVINA, HABANERO CHOCOLATE, FATALII, HABANERO ORANGE, HABANERO MUSTARD, HABANERO WHITE GIANT, HABANERO BLANCO WHITE BULLET, CHEIRO ROXA, ROCOTO ROSSO, ACRATA, TABASCO, JALAPENO + PICCOLA GUIDA COLTIVAZIONE DEI PEPERONCINI PIU' PICCANTI DEL MONDO ED. 2016, I FRUTTI DELLA FOTO OVVIAMENTE NON SONO COMPRESI

Prezzo: in offerta su Amazon a: 14,9€


Le varietà di peperoncino

Alcune varietà di peperoncini Al genere capsicum, che appartiene alla famiglia delle solanaceae, si ascrive una grandissima varietà di peperoni e peperoncini, con vari gradi di piccantezza che vengono indicati in base ad una scala chiamata Scoville. All'interno del genere ci sono molte suddivisioni, come ad esempio tra diverse specie di capsicum. Le più diffuse sono il capsicum annuum, che è praticamente l'unica che si trovi in Europa e in Italia, cui appartiene anche il peperoncino messicano detto jalapeno; il capsicum chinense, che annovera al suo interno alcuni dei peperoncini più piccanti in assoluto, come l'habanero e lo scotch naga; il capsicum frutescens, di cui fa parte il tabasco, usato per preparare l'omonima salsa; il capsicum baccatum e il capsicum pubescens. Ognuno di loro ha caratteristiche differenti, anche nel colore e nella forma, ma metodo di coltivazione simile.

  • Foto peperoncino Il peperoncino appartiene alla famiglia delle Solanacee, al genere Capsicum ed alla specie annuum.È un arbusto perenne, alto 50-80 cm, con portamento eretto, fusti piuttosto ramificati e foglie cadu...
  • Peperoncino Il peperoncino è un alimento che fa parte della dieta mediterranea, ma che ha una lunga storia alle spalle. Ormai coltivato in moltissime parti del mondo, il peperoncino è originario dell'America del ...
  • Habenero red ed orange Esistono moltissimi tipi di peperoncino pianta in natura, che si differenziano tra loro per il sapore, ma soprattutto per il livello di piccantezza. Questo viene indicato tramite un numero da zero a d...
  • Trinidad Moruga Scorpion Non si può parlare del peperoncino più piccante al mondo se prima non si fa un piccolo accenno a come si arriva a questo primato. La Scala di Scoville è l'unità di misura con cui si misurano i gradi d...

120 Semi PEPERONCINO in 12 Varieta delle Piu Piccanti e Gustose del Mondo COLLEZIONE 2 + GUIDA COLTIVAZIONE 2016: CAROLINA REAPER, BROWN BHUTLAH, HABANERO RED SAVINA, SCOTCH BONNET, HABANERO CHOCOLATE, HABANERO ORANGE, JAMAICAN HOT RED PEPPER, HABANERO BLANCO, THAY DRAGON, PETER PEPPER, JALAPENO, CHERRY BOMB PEPPER - I FRUTTI DELLA FOTO OVVIAMENTE NON SONO COMPRESI

Prezzo: in offerta su Amazon a: 15,9€


Il peperoncino messicano

Peperoncini messicani Come si diceva, è il Messico il Paese sudamericano che ha la più lunga tradizione nella coltivazione del peperoncino. I suoi peperoncini sono noti anche perché in genere si annoverano tra quelli più piccanti in assoluto. Il peperoncino messicano a sua volta non esiste in un'unica varietà, ma ve ne sono diverse, ognuna con caratteristiche precipue. I principali tipi di peperoncino messicano sono:- Serrano, ha un colore che va dal rosso al verde ma quando è ben maturo è rosso; non è particolarmente piccante e si usa molto per salse e marinature;- jalapeno, uno dei peperoncini più noti, ha una polpa molto soda e compatta e colore che va dal verde chiaro al rosso acceso; si usa spesso crudo e a volte viene affumicato per realizzare il cosiddetto chipotle;- poblano, non è molto piccante e ha un vago sentore di cuoio;- habanero, è uno dei più piccanti e prende il suo nome dalla capitale di Cuba.


Peperoncino messicano: Come coltivare il peperoncino messicano

Piantine di peperoncino Per avere una scorta sempre pronta di peperoncino messicano, da poter usare in sostituzione a quelli nostrani nella preparazione di sughi e condimenti, si potrebbe fare una piccola piantagione sul balcone. La coltivazione del peperoncino infatti non è molto complicata. Per prima cosa si acquistano i semi della varietà preferita; questi devono essere messi a dimora in un semenzaio durante l'inverno, affinchè le piantine spuntino in aprile e possano essere poi trapiantate in vaso, o nel terreno. Così facendo, ad agosto si potranno avere già i primi frutti. Il terreno deve essere ben drenante, perchè il peperoncino non tollera i ristagni di acqua, ma ama il sole e quindi deve essere posto in un angolo soleggiato. Una volta raccolti i frutti, si possono consumare freschi, o si possono mettere ad essiccare.



COMMENTI SULL' ARTICOLO