Piantare fave

Semi fave

I semi per piantare fave non sono altro che quelli contenuti all'interno del baccello stesso. Si dovranno lasciare seccare completamente le piante e dopo aver prelevato le fave metteremo i semi ad asciugare dall'eventuale umidità. Una volta seccati al sole, saranno pronti per essere conservati. Il miglior modo è posizionarli all'interno di un contenitore di vetro ermeticamente chiuso, in modo che non possano entrare e moltiplicarsi gli insetti. L'anno successivo potremo utilizzare questi semi per ottenere una nuova coltivazione, già conoscendo la varietà delle fave. In alternativa si possono acquistare i semi già pronti, contenuti di solito in buste termosaldate. Le buste con i semi delle fave si possono trovare per pochi euro al supermercato negli scaffali dedicati al giardinaggio. In alternativa ci si può recare in un negozio specializzato o presso un vivaista.
Pianta fave

120 Semi PEPERONCINO in 12 Varieta delle Piu Piccanti e Gustose del Mondo COLLEZIONE 2 + GUIDA COLTIVAZIONE 2016: CAROLINA REAPER, BROWN BHUTLAH, HABANERO RED SAVINA, SCOTCH BONNET, HABANERO CHOCOLATE, HABANERO ORANGE, JAMAICAN HOT RED PEPPER, HABANERO BLANCO, THAY DRAGON, PETER PEPPER, JALAPENO, CHERRY BOMB PEPPER - I FRUTTI DELLA FOTO OVVIAMENTE NON SONO COMPRESI

Prezzo: in offerta su Amazon a: 15,9€


Quando piantare

Semi fave Volendo rispettare le antiche tradizioni contadine bisognerebbe piantare fave durante le fasi di luna crescente. Esistono varietà più o meno precoci di fave che possono essere piantate in periodi molto differenti. La prima considerazione da fare riguarda le condizioni climatiche della zona di coltivazione. Per piantare fave è necessario assicurarsi che le temperature non scendano troppo al di sotto degli zero gradi. Pertanto si raccomanda di evitare il ciclo invernale nei luoghi di collina o nelle zone settentrionali dell'Italia. Dove il clima lo consente si possono piantare fave già a partire da ottobre per raccogliere l'anno successivo. L'altra opzione è la semina in primavera per una raccolta estiva dopo poco più di 3 mesi. La coltivazione primaverile rispetto a quella tardo-autunnale prevede una durata, dalla semina al raccolto, di quasi la metà del tempo necessario.

  • fave coltivazione Le fave sono piante della famiglia delle leguminose abbastanza facili e veloci da coltivare. Il loro nome scientifico è Vicia Faba e sono una pianta annuale. La raccolta avviene tre mesi dopo la semin...
  • Pianta di fave La coltivazione delle fave è molto diffusa nel nostro Paese. Il periodo della semina tiene conto del clima: nelle regioni settentrionali si attende la fine delle gelate (fine inverno-inizio primavera)...
  • fave Appartenente alla famiglia delle Papilionaceae e all’ordine delle Leguminose, la Fava, è una pianta erbacea annuale diffusissima nelle Mediterraneo. Il nome botanico associato a questa pianta è “Vicia...

FOGLIA PACCIAMANTE IN POLIETILENE NERA PER ORTAGGI E PIANTE ORNAMENTALI LARGHEZZA 120 CM

Prezzo: in offerta su Amazon a: 19,8€


Il terreno giusto

Pianta fave Per piantare fave serve un terreno abbastanza sciolto e ben lavorato. Prepareremo in anticipo la terra con una vangatura ed una zappatura in profondità di almeno 35cm. Dopodiché cercheremo di lavorare le eventuali zolle che si sono venute a formare per garantire un substrato leggero. Opzionalmente potremo aggiungere del comune terriccio universale e della sabbia. Non è necessario piantare fave in un terreno eccessivamente ricco di nutrienti. Le piante di fave, come le altre tipologie di leguminose, hanno la caratteristica naturale di fissare l'azoto durante lo sviluppo e comportandosi come un vero e proprio fertilizzante. Pertanto si raccomanda di evitare concimazioni esagerate, limitandosi all'aggiunta di un po' di compost biologico. Durante la vita la pianta delle fave non avrà bisogno di particolari interventi se non la rimozione periodica delle malerbe.


Piantare fave: Il clima e le avversità

Fave raccolte Si possono piantare fave a tutte le latitudini in Italia, sia nelle zone costiere che ad altitudini collinari. La pianta può essere collocata a tutto sole, cercando di evitare le zone troppo umide dell'orto. Durante la stagione estiva dovremo annaffiarla con maggiore frequenza perché è una pianta che teme particolarmente i periodi prolungati di siccità. Potremo intervenire, indicativamente 2 volte a settimana quando le piogge naturali sono completamente assenti. Anche la pianta di fave può essere attaccata da parassiti e malattie. Volendo evitare gli antiparassitari e antifungini chimici, si possono prevenire le patologie legate alle muffe e i marciumi facendo attenzione al terreno dove abbiamo piantato le fave. Il drenaggio dovrà garantire che le precipitazioni stagionali anche intense vengano completamente assorbite dalla terra senza creare pericolosi ristagni idrici per la salute della pianta.



COMMENTI SULL' ARTICOLO