Rapanello

Come irrigare il rapanello

Una delle principali operazioni per ottenere il rapanello perfetto è senza ombra di dubbio l'irrigazione. Per poter diventare dolci e non legnosi hanno bisogno di un continuo apporto d'acqua, ma con differenti attenzioni. Se da una parte si parla di molta acqua è bene fare anche attenzione a non esagerare, se le foglie crescono troppo rispetto alla radice si ha poi il problema del gusto troppo piccante e la consistenza lignea. Per risolvere il problema è necessario far si che intorno al rapanello non vi siano erbacce che possono rubare l'acqua alla verdura, tenere pulito il terriccio è davvero fondamentale, ed anche annaffiare a pioggia abbondantemente una volta al giorno. La terra non dev'essere calda durante l'operazione d'annaffiamento o si rischia che l'acqua evapori, si consiglia dunque di bagnare la mattina o la sera quando non c'è il sole.
Rapanello terra

Semillas Batlle – Semi per germogli, biologici

Prezzo: in offerta su Amazon a: 8,22€


Come coltivare il rapanello

Germoglio rapanelli Il rapanello si può coltivare con due metodi differenti: quello in terreno oppure in vaso. Per coltivare a terra si deve concimare e preparare del terreno ben pulito, si possono seminare oppure mettere delle piantine già pronte, questo dipende se si ha lo spazio e soprattutto il clima adatto. Si devono preparare piccoli solchi con distanza di circa 15 centimetri e coprire con uno strato di un centimetro di terra bagnando da subito dopo la semina per aiutare la formazione della radice. Se invece non avete spazio in terra ma volete provare a coltivarli sul balcone dovete prendere un vaso capiente per avere lo spazio ed anche alto per non limitare lo sviluppo della radice, ricordate dunque di mettere almeno una decina di centimetri di terra prima dei semi ed infine coprire semi o piantine con un centimetro di terra e bagnare.

  • Ravanelli germoglio Dopo la semina dei ravanelli l'irrigazione sarà la discriminante fondamentale per il successo della coltivazione. Esagerando con l'apporto idrico otterremo una parte aerea della pianta molto sviluppat...
  • Salvia pianta La salvia è una coltivazione perfetta per l'orto e per il giardino. Questa pianta, quando fiorirà, sarà anche molto bella esteticamente ed abbellirà il nostro angolo di verde. Possiamo metterla a dimo...
  • Fioritura fagioli La semina dei fagioli andrebbe effettuata, per chi crede alle tradizioni popolari, in luna calante, come altre tipologie di piante appartenenti alla famiglia delle leguminose. In semenzaio possiamo in...
  • Piante lenticchie Le lenticchie sono piante molto resistenti alla siccità ed è raro in Italia, che abbiano bisogno di altri interventi. L’ acqua va fornita solo se la mancanza di perturbazioni si protrae per molto temp...

Grow Bags(5 Pack), PEMOTech Pattini in Tessuto non Tessuto di Qualità Superiore da 7 Galloni con Manici a Cinghia per il Giardino dei Vivaisti e la Piantagione Crescono, la Migliore Borsa per Pianta Ecologica(Nero)

Prezzo: in offerta su Amazon a: 16,98€


Concimare il terreno

Coltivazione ravanelli Come per tutte le verdure è necessario avere un terreno ricco di nutrienti o il risultato sarà sicuramente scarso, non serve infatti solamente acqua ma è necessaria della terra ricca, sia per coltivazione in vaso che in orto. Per preparare la coltivazione è necessario trattare il terreno prima della semina del rapanello. Esistono differenti tipologie di concime, si possono anche trovare dei lavorati chimici, venduti sotto forma di piccole sfere, che mischiate nella terra a contatto con l'umidità dell'acqua presente si sciolgono e rilasciano i nutrienti necessari. Per chi invece cerca qualcosa di più naturale è possibile utilizzare lo stallatico o comunque preparati naturali. Se si è in possesso di una compostiera la soluzione più economica e naturale è proprio questa, si è certi così che la vostra coltivazione è di origine biologica.


Rapanello: Malattie e parassiti

Varietà ravanello Il rapanello è un ortaggio molto resistente ed è raro che venga intaccato, ovvero se coltivato nel modo corretto è garanzia di ottima riuscita della coltivazione. La cosa basilare per evitare parassiti e malattie della coltivazione è quella di togliere erbacce vicine al rapanello. Ci si accorge facilmente se qualcosa non va nella zona coltivata perché le foglie esterne del rapanello, se non sono sane,diventano scure ed aride. A quel punto è necessario capire quale sia il problema di fondo, se esiste un parassita o il terreno non è abbastanza concimato. Nel dubbio se non sappiamo come comportarci possiamo chiedere al personale di negozi specializzati un consiglio, descrivendo dettagliatamente il problema. Di certo sapranno dare il giusto consiglio, ma soprattutto anche il miglior prodotto tra tutti quelli presenti sul mercato.



COMMENTI SULL' ARTICOLO