Semina ravanelli

La semina e l'irrigazione

Dopo la semina dei ravanelli l'irrigazione sarà la discriminante fondamentale per il successo della coltivazione. Esagerando con l'apporto idrico otterremo una parte aerea della pianta molto sviluppata ma un ravanello piccolo e poco gustoso. Al contrario, facendo mancare l'acqua avremo un ravanello piccante e legnoso, poco apprezzabile in cucina. Tutto dipenderà, ovviamente, dal mese in cui abbiamo deciso di procedere con la semina dei ravanelli. Nella stagione primaverile le piogge potrebbero essere sufficienti a garantire lo sviluppo della piantina. Per le coltivazioni fatte in estate, invece, potrebbero essere necessari interventi supplementari di irrigazione, sempre moderati ma costanti. I ristagni idrici andranno evitati. Dopo aver seminato i ravanelli è preferibile innaffiare a pioggia, per evitare che i semi si spostino e risultino troppo ravvicinati.
Ravanelli germoglio

Il Kit Ortaggi per un'Insalata Originale di Plant Theatre – 5 fantastiche verdure da insalata da coltivare – ottimo regalo

Prezzo: in offerta su Amazon a: 16,99€


Tecniche di coltivazione

Fila ravanelli La semina dei ravanelli può essere fatta a spaglio all'interno dell'orto oppure per file. In ogni caso sarà molto probabile dover diradare le piantine che cresceranno molto vicine tra loro. Per evitare di esagerare coi semi può essere consigliato mischiarli alla sabbia, specialmente quando seminiamo a spaglio. Ci regoleremo, successivamente, con una distanza tra le piantine di almeno 5cm, per consentire al ravanello di crescere in uno spazio sufficiente. Esistono molte varietà di ravanelli, dalle più precoci a quelle tardive. Si tratta, tuttavia, di una piantina che cresce molto rapidamente. I primi ravanelli potranno essere pronti già dopo 30 giorni. È poco indicato, dunque, procedere col trapianto ed opereremo direttamente a dimora. Seminare a scalare i ravanelli consente di ottenere un prodotto sempre fresco.

  • Rapanello terra Una delle principali operazioni per ottenere il rapanello perfetto è senza ombra di dubbio l'irrigazione. Per poter diventare dolci e non legnosi hanno bisogno di un continuo apporto d'acqua, ma con d...
  • Foto della Pimpinella L’anice verde appartiene alla famiglia delle Ombrellifere, al genere Pimpinella ed alla specie anisum. È una pianta erbacea annuale, alta 50 cm, con radici fittonanti, fusiformi, bianche e lunghe 30 c...
  • Foto del basilico Il basilico appartiene alla famiglia delle Labiate, al genere Ocimum e alla specie basilicum.È una pianta erbacea annuale, alta 60 cm, con stelo eretto, verde chiaro e di sezione quadrangolare; le r...
  • Foto Borragine La borragine appartiene alla famiglia delle Boragineacee, al genere Borago ed alla specie officinalis. È una pianta erbacea annuale alta 50-70 cm e larga 30 cm, con habitus di crescita ascendente e ra...

AmgateEu 2-Pack – Sacca per la coltivazione di ortaggi, vasca con patta di accesso per raccolta, Eco-friendly impermeabile pe

Prezzo: in offerta su Amazon a: 16,3€


Terreno per la semina

Ravanelli raccolto Il terreno ideale per la semina dei ravanelli è sciolto e ben lavorato. Prepareremo con anticipo la porzione di orto dedicata ai ravanelli o le file in cui abbiamo deciso di collocarli. Zapperemo la terra e romperemo le zolle per almeno 30cm di profondità, in modo da facilitare lo sviluppo della radice. Va sempre tenuto in considerazione che la parte commestibile del ravanello è quella sottoterra. Per cui dovremo preoccuparci del substrato. Eventualmente potremo aggiungere del terriccio universale acquistato in negozio o al supermercato. La fertilizzazione va effettuata in anticipo rispetto alla semina, in modo da far assorbire completamente i nutrienti al terreno senza che il concime organico entri in diretto contatto con il ravanello. Con l'arrivo delle piogge verificheremo che la terra riesca ad assorbire completamente le precipitazioni senza formare pozzanghere.


Semina ravanelli: Clima e avversità

Ravanello maturo Il ravanello cresce bene in tutte le regioni d'Italia, sia nelle zone di pianura che in collina o addirittura ad altezze di montagna. Può essere collocato a tutto sole durante le coltivazioni primaverili. Se i raggi solari diretti sono troppo forti è raccomandato optare per una collocazione a mezz'ombra. Il ravanello si adatta bene ad un clima temperato, caratterizzato da sufficienti precipitazioni atmosferiche. Data la breve vita della pianta è molto difficile che sia attaccato da parassiti. Per una coltivazione destinata al consumo casalingo, dunque, cercheremo di evitare l'utilizzo di antiparassitari chimici sradicando eventualmente i ravanelli e procedendo a seminarne di nuovi. L'unico nemico può essere lo scarso drenaggio della terra che potrebbe provocare marciumi e rovinare anche irrimediabilmente i ravanelli.


Guarda il Video
  • semina ravanelli I ravanelli sono piante erbacee appartenenti alla famiglia delle Brassicaceae, caratterizzate da piccole rosette di fogl
    visita : semina ravanelli

COMMENTI SULL' ARTICOLO