Pianta della vaniglia

La vaniglia

La vaniglia è un'orchidea che ha origine in Messico dai cui frutti, normalmente chiamati baccelli, viene estratta la spezia. La vaniglia è una pianta epifita, che cresce sugli alberi, emettendo delle radici in grado di assorbire acqua piovana. La pianta è in grado di allungarsi verso l'alto fino a 10 metri alla ricerca della migliore esposizione. Le foglie sono piatte, con una forma ovale, il gambo e le foglie hanno una colorazione verde, ma contengono un liquido trasparente particolarmente irritante per la pelle. I fiori sono raggruppati a formare dei bouquet, hanno una colorazione variabile tra il bianco, il verde e il giallo e mostrano una fioritura molto prolungata. I frutti sono dei lunghi baccelli con una colorazione verdastra e contengono migliaia di semi che vengono liberati tramite espulsione una volta giunti a maturazione.
Fiore di vaniglia

50 semi di vaniglia Fragola ortensia fiore come pianta bonsai o un albero in vaso o nel terreno Hydrangea macrophylla Per la casa e giardino

Prezzo: in offerta su Amazon a: 12,94€


Coltivazione della vaniglia

Pianta di vaniglia La vaniglia necessita di una posizione molto luminosa, ma che sia lontana dai raggi diretti del sole. In inverno andrebbe tenuta in un luogo soleggiato, ma assolutamente riparato dal freddo. Per la coltivazione in vaso si dovrebbe, ovviamente, porre un bastone per permettere alla pianta di arrampicarsi e di svilupparsi meglio. Essendo piante tropicali con un'alta umidità, si dovrebbe provvedere a mantenere il substrato sempre umido, ma evitando pericolosi ristagni d'acqua. Per evitare questo problema sarebbe opportuno provvedere a porre il vaso in un vassoio con dell'argilla espansa. Le foglie andrebbero vaporizzate con acqua distillata in modo da mantenere la corretta umidità ambientale. La vaniglia andrebbe concimata una volta al mese da marzo ad ottobre con un fertilizzante specifico per orchidee.

  • Frutto di Bergamotto Il bergamotto appartiene alla famiglia delle Rutacee, al genere Citrus ed alla specie bergamia.È un piccolo albero, alto 3-4 m, con un tronco dritto a sezione rotonda e ben ramificato ed una cortecc...
  • Frutti di Asimina L’asimina appartiene alla famiglia delle Annonacee, al genere Asimina ed alla specie triloba. È una pianta originaria degli Stati Uniti, è diffusa in alcuni stati del nord e costituisce fitte boscag...
  • Frutti di Corbezzolo Il corbezzolo appartiene alla famiglia delle Ericacee, al genere Arbutus ed alla specie unedo. È un piccolo albero sempreverde a lenta crescita, alto mediamente 5-7 m, con una forte attitudine pollo...
  • Frutti di Giuggiolo Il giuggiolo appartiene alla famiglia delle Ramnacee, al genere Zizyphus ed alla specie jujuba. È un piccolo albero, alto mediamente 5 m, con un tronco contorto; ha una crescita lenta, stessa cosa p...

Grande vendita 100seeds / semi di fiori borsa Tuberosa piante in vaso siccità piacevole aroma di semi di semi di vaniglia fiori 20

Prezzo: in offerta su Amazon a: 12,94€


Cura della pianta di vaniglia

Pianta di vaniglia in vaso La vaniglia, essendo una pianta epifita, cresce solitamente sulla corteccia degli alberi, per ottenere un terriccio corretto, si dovrebbero utilizzare materiali che solitamente si utilizzano per le orchidee. Sarebbe indispensabile utilizzare della fibra di osmunda, dello sfagno o la corteccia di piante che non contengano resine. Il rinvaso della pianta dovrebbe avvenire ogni 2 anni alla fine della fioritura. Per migliorare la fioritura e rendere la pianta maggiormente compatta si dovrebbe provvedere alla potatura dei rami una volta ultimata la fioritura. I rami dovrebbero essere accorciati di circa 10 centimetri, in modo da regolarizzare la crescita della pianta. Per riuscire ad ottenere una buona pianta e che i baccelli siano accessibili, sarebbe opportuno piegare i rami e consentirne l'ancoraggio al supporto, in modo che siano raggiungibili semplicemente.


Pianta della vaniglia: La pianta della vaniglia

Fiore di vaniglia Per riuscire ad ottenere i frutti, in caso di coltivazione e quindi di mancanza del corretto insetto impollinatore, si dovrebbe provvedere all'impollinazione manuale. I fiori solitamente rimangono aperti poche ore la mattina presto, quindi si dovrebbe operare con cautela e velocità. Mantenendo fermo il fiore si dovrebbe staccare il cappuccio che protegge gli stami, successivamente si dovrebbe strofinarvi sopra un pennellino che andrebbe passato adeguatamente sul pistillo. La moltiplicazione della vaniglia dovrebbe avvenire solitamente tramite talea, utilizzando, una volta ultimata la fioritura, i rami che siano stati precedentemente potati. I rami andrebbero posizionati a radicare in un miscuglio che contenga della sabbia e della torba, procedendo poi l'anno successivo con un opportuno rinvaso.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO