Decotto di menta

Caratteristiche della menta

La menta è una pianta erbacea appartenente alla famiglia delle Labiate. La sua diffusione è intensa in Asia Africa e Europa, ed era utilizzata già in tempi antichi dagli Egiziani, dai Greci e dai Romani. La leggenda vuole che il nome menta derivi dalla ninfa Minthe, trasformata in pianta da Proserpina, gelosa del suo amore per Plutone. La menta è una pianta perenne e stolonifera, che può essere alta pochi centimetri o raggiungere il metro. Le foglie presentano una colorazione verde molto brillante, sono lanceolate e ricoperte da una leggera peluria. I fiori sono contenuti in spighe coniche, che fioriscono dal basso verso l'alto. I singoli fiorellini sono piccoli, di colore bianco, viola o rosa e il periodo di fioritura comincia in estate si prolunga per tutto l'autunno. I frutti contengono da uno a quattro semi.
foglie di menta

PUKKA- Thè Verde Matcha alla Menta - 20 Filtri

Prezzo: in offerta su Amazon a: 6,9€


Come preparare un decotto di menta

decotto alla menta Ma come si prepara un ottimo decotto di menta? Quali sono i tempi di preparazione, e quante volte al giorno si può assumere? Preparare un decotto di menta è molto semplice e poco dispendioso. Le parti della pianta da utilizzare sono le foglie. Per preparare questo tipo di decotto, tuttavia, non si utilizzano le foglie fresche ma è necessario che siano essiccate. Se possediamo dunque una piantina di menta, possiamo selezionare, cogliere ed essiccare noi stessi le foglioline per il nostro decotto; in caso contrario bisogna acquistarle già pronte in un negozio specializzato. A questo punto ci serviranno solamente un pentolino e una quantità d'acqua, che può variare secondo i nostri gusti e in base alle foglie di menta che intendiamo utilizzare. Dopo aver portato il composto all'ebollizione, si dovrà solo filtrare il decotto. Consumare due volte al giorno.

  • Foto del Mentastro verde Il mentastro verde, denominato anche menta romana, appartiene alla famiglia delle Labiate, al genere Mentha ed alla specie spicata. È una pianta erbacea perenne e stolonifera, alta 40-100 cm, con un p...
  • infusomenta_zps1e664314 Tra gli infusi con effetti dissetanti, rinfrescanti e calmanti rientra senza dubbio anche quello di menta. Questa pianta, presente in natura con numerose specie e varietà, possiede alcune proprietà be...
  • Menta La menta è una risorsa fitoterapica estremamente diffusa non solo per la sua efficacia, ma anche per la facilità di coltivazione e di diffusione nei nostri territori: sono in molti coloro che decidono...
  • Decotto menta Decotti, infusi tisane: spesso tra i vari prodotti che si possono ottenere a partire dalla stessa pianta vi può essere della confusione. A fare la differenza non è solo il metodo di preparazione, ma a...

PUKKA- Tisana Biologica ai tre tipi di Menta -Rinfrescnate e Digestiva - 20 Bustine

Prezzo: in offerta su Amazon a: 6,9€


Decotto di menta: proprietà

menta fioritaLe foglie e il decotto di menta sono molto utilizzati in fitoterapia grazie alle proprietà benefiche che possiedono. La menta infatti contiene delle sostanze come il mentolo, il mentone, i flavonoidi, i tannini, che aiutano e favoriscono la salute dell'organismo. Si distingue un uso interno e un uso esterno del decotto di menta. Nel primo caso l'assunzione come bevanda aiuta a rilassare l'apparato gastro-intestinale, e a combattere mal di pancia, spasmi, dismenorrea. Si consiglia di bere il decotto anche nei casi di cattiva digestione. L'uso interno è consigliato nel caso in cui si voglia alleviare il mal di testa, o contrastare la stanchezza fisica e mentale. Pare, infine, che il decotto di menta sia un ottimo rimedio contro l'irsutismo. Un utilizzo esterno invece, riduce acne e irritazioni.


Controindicazioni del decotto di menta

prodotto a base di menta Assumere la menta sotto forma di decotto o infuso, può presentare in alcuni casi, soprattutto se si superano le dosi consigliate, alcuni disagi. I principali effetti collaterali riguardano il sistema nervoso, l'apparato digerente e quello cardiovascolare. Per quel che riguarda il sistema nervoso, il decotto di menta può causare insonnia e nervosismo a causa della sua attività stimolante. Se assunta in dosi elevate la menta aumenta la pressione sanguigna e causa aritmia. Anche l'apparato digerente può risultare compromesso da un'assunzione eccessiva di decotto di menta. Il mentolo infatti rilassando la valvola che si trova tra lo stomaco e l'esofago può causare reflussi e altri disturbi collaterali come bruciori e ulcere. Evitare l'assunzione in gravidanza perché può essere tossico per il bambino.



Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO