Decotto ortica

L'ortica

L'ortica è una pianta dalle caratteristiche molto controverse: velenosa ed estremamente irritante se entra a contatto con la pelle, è comunque ricca di proprietà benefiche se raccolta ed opportunamente utilizzata all'interno di specifici preparati. Le sue proprietà sono note da moltissimo tempo, grazie al fatto che l'ortica cresce con grandissima diffusione come vegetazione spontanea in tutta Italia. Si tratta di una pianta selvatica che non richiede di particolari attenzioni per la coltivazione e non ha esigenze particolari: si adatta a qualsiasi tipo di clima e di terreno. Reperire l'ortica con tanta facilità ha permesso sin dai tempi antichi di scoprire le sue proprietà e di utilizzarla in modo variegato per il benessere dell'uomo. L'erboristeria tiene ancora oggi in grande considerazione l'ortica, in grado di procurare effetti benefici senza particolari controindicazioni e senza troppe difficoltà per quanto riguarda il suo reperimento e la sua preparazione. Tra i prodotti più diffusi a base di ortica c'è il decotto, che permette di fare uso di questa preziosa pianta sia acquistando il preparato sia realizzandolo in modo autonomo, partendo dalla pianta stessa.
Decotto ortica

CLIPPER - Tisana all'Ortica -Depurativa e Ricca di Ferro, Vitamine e Sali Minerali - Biologico Fairtrde - 20 Filtri

Prezzo: in offerta su Amazon a: 6,9€


Proprietà e benefici

Decotto ortica L'ortica, nonostante sia una pianta che inizialmente può apparire ostile per via del suo elevato potere irritante a contatto con la pelle, si rivela una risorsa estremamente utile e del tutto naturale: i suoi utilizzi in ambito erboristico e fitoterapico sono diversi e tutti molto efficaci. Il decotto all'ortica può essere utilizzato come bevanda oppure per applicazioni esterni, a seconda delle necessità specifiche. Bevuto, il decotto sarà un ottimo rimedio contro la sensazione di astenia, ma anche contro disturbi reumatici e dolori ossei e muscolari. Il decotto all'ortica può anche essere utilizzato, però, per via esterna, dal momento che in seguito alle operazioni di bollitura non sarà più irritante. In questo caso viene utilizzato soprattutto per quanto riguarda i problemi relativi al cuoio capelluto, alla presenza di forfora o alla caduta dei capelli. Non a caso, non è raro trovare l'ortica come ingrediente principale in molti prodotti dedicati alla cura dei capelli e in molti shampoo di origine naturale. Se bevuto, il decotto all'ortica può essere anche un valido diuretico, in grado di svolgere un'azione depurativa e contrastare il diabete. Infine, l'ortica trova utilizzo nell'orto a favore delle altre piante: il decotto, opportunamente raffreddato, può essere aggiunto all'acqua di annaffiatura per proteggere le piante dai parassiti, in modo totalmente naturale e con un prodotto che non comporta effetti collaterali o azioni aggressive ai danni delle piante.

  • porticato in legno. Discorrere di quanto le persone siano disposte a fare sacrifici, a lavorare anche in orari straordinari, a darsi il classico pizzicotto sulla pancia e rinunciare a qualcosa pur di riuscire ad avere un...
  • infusortica E’universalmente conosciuta sia per le sue proprietà benefiche che per il suo effetto urticante. Stiamo parlando dell’ortica, pianta perenne appartenente alla famiglia delle urticacee ed ampiamente ut...
  • Si stima che l'80% della popolazione femminile soffra di cellulite La cellulite estetica non è solamente un inestetismo cutaneo, ma è una vera e propria patologia caratterizzata da uno squilibrio tra circolazione venosa e linfatica che comporta una ipertrofia delle c...
  • Infuso a base di foglie di ortica La natura svolge da sempre un importante ruolo nella vita dell'essere umano, potente e inarrestabile non è possibile prescindere da lei nemmeno nelle ere più evolute. Risorsa indispensabile e vitale r...

PUKKA - Tisana Purificante con Aloe Vera, Ortica, Liquirizia e Menta - BIOLOGICO VEGAN

Prezzo: in offerta su Amazon a: 6,9€


Decotto di ortica

Decotto orticaL'ortica viene utilizzata, in campo fitoterapico, prevalentemente sotto forma di decotto: in tale forma si può acquistare come elemento unico oppure miscelata insieme ad altri elementi naturali di simile funzione, per una maggiore efficacia e per rimedi specifici. Il decotto può anche essere preparato in modo autonomo: in questo caso occorrerà fare attenzione a non toccare le foglie di ortica con le mani senza protezioni quando ancora l'azione irritante può causare notevole fastidio. Per evitare l'effetto irritante sarà sufficiente far essiccare per un paio di giorni le foglie prima di utilizzarle. La preparazione del decotto comporta la bollitura delle parti più ricche di principi attivi, ovvero le foglie e più in generale le parti aree della pianta, in modo tale che tutte le preziose sostanze benefiche per l'organismo possano venire trasferite nell'acqua che verrà poi opportunamente filtrata e bevuta. Il suo sapore non troppo intenso e dissetante fa sì che il decotto di ortica possa essere consumato sia caldo sia fresco, nei mesi estivi. Le applicazioni sulla cute avverranno invece rigorosamente a prodotto raffreddato, per evitare di irritare ulteriormente il cuoio capelluto.


Decotto ortica: Utilizzo e controindicazioni

Decotto di ortica Il decotto di ortica può essere utilizzato da chiunque non presenti una eccessiva sensibilità alla pianta, purchè il preparato sia realizzato con le parti effettivamente non dannose della pianta: i semi, ad esempio, non devono essere utilizzati e la loro presenza non deve essere riscontrata all'interno del decotto. Prima di preparare il decotto, inoltre, è importante lasciare alle foglie in fase di essiccamento il tempo necessario per liberarsi dall’istamina, dall’acetilcolina e dall’acido formico, che sono le sostanze irritanti. Solitamente, sono sufficienti uno o al massimo due giorni per eliminarne ogni traccia. In caso contrario, preparando il decotto troppo presto tali sostanze si trasferirebbero nel preparato, conferendogli un carattere irritante. L'ortica è una pianta che, una volta priva di queste sostanze irritanti, può anche venire utilizzata in cucina. In ogni caso, per via delle sue proprietà diuretiche, è sconsigliato il suo consumo da parte delle persone affette da patologie cardiache o che comunque si trovano a rischio. L'assunzione è sconsigliata anche in caso di edemi e, per una maggiore sicurezza, dovrebbe essere in ogni caso regolamentata dal medico, soprattutto per periodi prolungati.



COMMENTI SULL' ARTICOLO