Ritenzione idrica tisane

Ritenzione idrica

La ritenzione idrica è uno dei principali responsabili della sensazione di gonfiore che interessa i piedi, le caviglie e le gambe, oltre a dare origine a disturbi secondari come la cellulite. I fattori scatenanti possono essere svariati, da una alimentazione scorretta a una vita troppo sedentaria, senza dimenticare l'influenza di una naturale predisposizione genetica. Individuare la causa scatenante è il primo passo per contrastare questo tipo di disturbo, che però può essere alleviato o mantenuto sotto controllo anche tramite l'assunzione di prodotti naturali come le tisane. Sfruttando i principi attivi contenuti nelle piante e nei vegetali, le tisane permettono di avere a disposizione prodotti dall'effetto benefico pressoché privi di effetti collaterali e alla portata di chiunque. La selezione della tisana adatta non è però scontata: non è sufficiente individuare una tisana contro la ritenzione idrica, ma occorre individuare gli specifici prodotti adatti al singolo individuo. L'efficacia, infatti, può variare caso per caso: è qui che entra in gioco nuovamente l'importanza della diagnosi e dell'individuazione delle cause primarie. Per alcuni, la soluzione potrebbe essere in tisane che stimolino l'apparato diuretico e favoriscano lo smaltimento delle tossine nel corpo, con un chiaro effetto depurativo, mentre per altri all'origine del problema potrebbe esserci la necessità di un migliore funzionamento renale. In altri casi ancora si potrebbe rivelare invece necessario un intervento mirato per la circolazione sanguigna: l'efficacia della tisana dipende dunque non solo dalle sue proprietà, ma anche dalla capacità di individuare quelle in grado di agire sul problema specifico.
Ritenzione idrica tisane

ANANAS CELL TISANA BIOLOGICA 20 bustine Cellulite, ritenzione idrica, drenante

Prezzo: in offerta su Amazon a: 6€


Tisane contro la ritenzione

Ritenzione idrica tisane Le tisane adatte a contrastare la ritenzione idrica sono molte, proprio perché, come visto, molte sono anche le cause che possono essere alla base di questo tipo di disturbo. Le soluzioni più diffuse ed efficaci, tuttavia, sono quelle che favoriscono la diuresi: tra queste ricordiamo le tisane di asparago, finocchio, omonide, ortosipon, ortica, pungitopo, sambuco, la regina dei prati. Non stupisce che molte di queste vengono identificate anche come tisane depurative: proprio la loro capacità di favorire l'eliminazione delle tossine attraverso la diuresi è ciò che le rende adatte a migliorare il generale stato di salute e anche i problemi legati alla ritenzione idrica. Per più specifici disturbi renali o circolatori è possibile invece orientarsi verso altri tipi di tisane dalla funzione specifica, tenendo però sotto controllo eventuali controindicazioni e l'assunzione in concomitanza con altri farmaci di simili funzionamento. La soluzione più indicata è quella di farsi consigliare nella scelta della giusta tisana dal proprio medico, una volta appurate le cause del disturbo o della patologia.

  • tisana Le tisane sono composte da una miscela vegetale diluita in acqua. La miscela, a sua volta, è composta dalle stesse parti delle diverse piante utilizzate. Queste parti, foglie o fiori, vengono spezze...
  • teverde Le tisane dimagranti sono delle miscele erboristiche composte da due o più specie di piante con effetti depurativi, diuretici e lassativi. Queste proprietà, unite alla presenza di fibre naturalmente c...
  • tisanadrenante_zps29832946 I ritmi forsennati della vita moderna ci costringono ad assumere abitudini frettolose ed altamente dannose per la nostra salute, come posizioni scorrette ed errata alimentazione. Quest’ultima, caratte...
  • mal-di-testa_zps3821c27b Soffrite di acne, gonfiori addominali, pallore e stanchezza? Se la risposta è sì il vostro organismo potrebbe aver accumulato nel tempo sostanze tossiche che vanno adeguatamente eliminate. Quando erra...

YERBA MATE TISANA BIOLOGICA 20 bustine filtro monodose Dimagrante, ritenzione idrica, tonico

Prezzo: in offerta su Amazon a: 9,9€


Assunzione e controindicazioni

Ritenzione idrica tisane In quanto elementi di diretta derivazione naturale, le tisane non presentano grandi problemi o rischi di controindicazioni, ad eccezione di una particolare sensibilità agli elementi stessi utilizzati per realizzare la tisana: prima di assumere grandi quantità di tisana, quindi, è bene appurare che non vi siano particolari intolleranze o allergie. Simile verifica è necessaria qualora si stiano già assumendo farmaci specifici, onde evitare il rischio di sovradosaggio. In tutti gli altri casi, il consumo di tisane può avvenire anche quotidianamente ed occorrerà qualche almeno qualche giorno prima di poter riscontrare i primi risultati. Le tisane contro la ritenzione idrica presenteranno una maggiore efficacia se assunte in concomitanza ad uno stile alimentare e di vita che possa effettivamente essere d'aiuto per combattere i fastidiosi sintomi.


Ritenzione idrica tisane: Stile di vita e alimentazione

Ritenzione idrica tisane Pur tenendo presente che la ritenzione idrica può avere diverse origini e dunque necessitare di diverse cure a seconda della causa specifica del disturbo, in qualsiasi caso lo stile di vita e l'adozione di una corretta alimentazione potranno essere validi aiuti se non per contrastare del tutto il fenomeno almeno per arginarlo. Uno dei rimedi più semplici eppure più importanti è quello di non lasciarsi andare ad una vita troppo sedentaria: se per lavoro si è costretti a stare seduti per gran parte della giornata, meglio dedicarsi a qualche passeggiata frequente o quotidiana, da abbinare ad una alimentazione corretta e idonea al proprio fisico e al proprio stile di vita. Meglio evitare, invece, sport che prevedono frequenti impatti col terreno, come la pallavolo o il tennis. In particolare, alcune sostanze o alcune pessime abitudini sono da eliminare o quantomeno ridurre: fumo, eccessivo consumo di alcolici, sovrappeso, predisposizione per i cibi salati, abuso di farmaci e caffè possono accentuare il disturbo e rendere vani altri tipi di interventi, compresa l'assunzione di tisane specifiche.



COMMENTI SULL' ARTICOLO