Cesoie per potatura

Gioie e dolori del giardino

Il giardino di casa è un luogo quasi magico per ognuno che lo possiede o ha avuto la pregressa fortuna di averlo almeno vissuto; esso infatti è capace di infondere serenità e pace in qualunque momento della giornata (e dell’anno) ed in qualunque stato ci troviamo, dove per stato intendiamo chiaramente lo stato mentale. Questo accade per svariati motivi, tra i quali troviamo quello dell’aver ricreato un pezzo di natura di nostra proprietà esclusiva, ovvero dove nessuno potrà intervenire con orari di chiusura o con altri fastidi tipici dei giardini pubblici, con in più il piacere perché ci si trova a “distanza zero” da casa propria, quindi si elimina il traffico, la ricerca affannosa del parcheggio ed anche i costi dei carburanti che sono in perenne crescita. L’altro motivo è il fatto che il giardino ci mette in contatto vero con la natura, rispolverando un rapporto quasi sepolto nei nostri geni, un rapporto che ci lega tuttora alla natura, e che certamente esiste perché possiamo accorgercene da quanto stiamo bene quando ci immergiamo in essa anche solo per una passeggiata. E’ chiaro che sul contraltare di tutte queste “gioie” del giardino troveremo anche i suoi “dolori”, essenzialmente rappresentati da una necessaria cura e manutenzione costante, che però spesso diventa un piacevole appuntamento quotidiano ed un interessante hobby.
modelli di cesoie

Cesoie di potatura di Gelindo con tagliente lama in acciaio al carbonio SK-5 - meno sforzo - Anti maniglie in gomma antiscivolo - meccanismo di sblocco semplice - perfetto per gli alberi di mele, Rose & siepi

Prezzo: in offerta su Amazon a: 12,99€
(Risparmi 27€)


Manutenzione del giardino

potatura con cesoieLa manutenzione del giardino è una operazione quasi dovuta a quello spazio vicino casa nostra che tanto contribuisce alla nostra serenità mentale (anche se l’effetto migliore è sulla salute mentale, perché aiuta ad evitare esaurimenti nervosi). Per coloro i quali pensano che un giardino si regga in piedi da solo, la manutenzione sembrerà un qualcosa di terribilmente pesante; però basta ragionarci un po’ su e capire che la natura, per rimanere come l’abbiamo noi disegnata, ha bisogno di un ritocchino quotidiano. E la manutenzione in giardino si tratta proprio di questo, di un’attività di pochi minuti, giusto per raccogliere qualche fogliolina caduta, potare due rami secchi o quasi, aggiungere un po’ d’acqua se il clima è secco e magari raccogliere qualche frutto o qualche fiore, per la soddisfazione materiale del lavoro. Il segreto è sempre lo stesso: se ci si “scoccia” (e scusate il termine di certo non aulico ma capace di rendere molto bene l’idea) di eseguire queste piccole operazioni giornalmente e le si rimanda, esse si accumuleranno e davvero diventeranno pesanti ed incombenti, richiedendo un lavoraccio per recuperarle, mentre il nostro giardino per quei giorni di inoperosità perderà molta della sua bellezza.

  • potare3-1 Per ottenere una maggiore resa estetica e produttiva, si ricorre spesso a delle tecniche colturali che prevedono l’asportazione di alcune parti della pianta. L’asportazione delle parti vegetali, come ...
  • vite a spalliera Un giardino di casa è un luogo talmente personale che ogni proprietario (o comunque ogni persona che lo abita e lo gestisce) è libero di arredarlo in qualsiasi modo desideri, così come è libero di col...
  • ortensia in fiore Un giardino, tra le sue tante facoltà positive, ha quella importantissima di donare una nuova luce ed un nuovo splendore a tutta la casa; secondo statistiche sull’argomento, tanti possessori di giardi...
  • risultati buona potatura Gli alberi sono una parte dell’incredibile mondo vegetale che ci circonda; essi sono tra le manifestazioni più complete e maestose della Natura, capaci di superare le dimensioni dei nostri moderni gra...

Blinky 7060018 Forbici per Potatura, Telescopiche

Prezzo: in offerta su Amazon a: 38,71€


Cesoie per potatura

Una delle operazioni più comuni da effettuare in giardino è di certo la potatura; quasi ogni pianta ha bisogna di essere potata, anche se a seconda della specie variano molti i tempi e le modalità con cui questa cosa deve essere effettuata. Ebbene, un attrezzo che può essere molto utile a questa causa sono le specifiche cesoie per potatura: esse sono un attrezzo costituito da delle lame e dei manici con cui l’operazione di tranciatura di rami anche abbastanza grossi diventa semplice ed anche abbastanza sicura. In effetti, quando si tratta di potare la piantina di basilico, non si corrono né pericoli né si incontrano problemi: essa ogni tanto mostra una foglia raggrinzita e va asportata semplicemente togliendola con due dita. E’ chiaramente tutto un po’ più complicato quando c’è da potare un albero da frutto, come uno appartenente alla famiglia degli agrumi, che è tanto comune nei nostri giardini. In questo caso si devono tagliare interi rami, a volte anche di qualche anno d’età e perciò particolarmente robusti, e perciò una cesoia per potatura farebbe davvero al caso, risultando anche ben più sicura degli attrezzi precedentemente usati per queste operazioni, come l’ascia o la sega.


Scelta ed utilizzo di cesoie

Ovviamente quando si usa la parola “cesoia” in relazione al giardinaggio si individua un attrezzo specifico ma non un singolo modello; il mercato odierno offre soluzioni per quasi ogni esigenza, quindi non ci si può aspettare di NON dover scegliere la cesoia che fa al caso nostro, anzi: in commercio si trovano cesoia che si differenziano le une dalle altre per il prezzo, per la qualità tagliente della lama, per la robustezza della lama e della struttura, per i materiali con cui sono costruite ed anche per l’ergonomia di utilizzo. In primis bisogna sapere quali piante si andrà a tagliare con questo attrezzo che si sta per acquistare, scegliendolo ovviamente in relazione alla pianta più ardua da tagliare, in modo da stare sicuri che ce la farà anche con tutte le altre. E’ chiaro che questo porta verso fasce di prezzo più elevate, però lavorare con un attrezzo sottodimensionato (ovvero pensato e costruito per piante di minori dimensioni e meno resistenti) può essere inconcludente e soprattutto pericoloso, perché l’attrezzo potrebbe “perdere” la lotta con la pianta in questione ed uscirne distrutto, rischiando anche di ferire con qualche residuo volante l’utilizzatore o qualcun altro nelle vicinanze, bisogna pensarci bene.




COMMENTI SULL' ARTICOLO