Potare gli ulivi

Potare gli ulivi: obiettivi e tipi di rami

Potare gli ulivi in maniera corretta e sistematica è importante per migliorarne la salute e garantire la massima produttività. La potatura consente di avere molti effetti positivi. Lo sviluppo delle dimensioni dell'albero viene contenuto. Si realizza una maggiore penetrazione della luce e dell'aria dentro la chioma. Sono asportate le parti secche, malate e danneggiate. Vengono rinnovati i rami produttivi e la produzione diviene continua, evitando il fenomeno dell'alternanza. Inoltre viene rallentato l'invecchiamento dell'ulivo e si stimola la crescita vegetativa. Le tipologie di rami della pianta sono: rami di prolungamento, obliqui e pendenti; polloni, cresciuti dal tronco o dalla ceppaia; succhioni, originati da gemme sui rami o sul tronco, verso la parte alta; rami da frutto, da potare con attenzione.
Albero di ulivo

Acero palmato Deshojo, Bonsai, 7 anni, 30cm

Prezzo: in offerta su Amazon a: 50€


Categorie e consigli di potatura degli ulivi

Potatura di albero di ulivo In base alla quantità di rami tagliati, distinguiamo 3 tipi di operazioni di potatura. La potatura leggera si ha quando viene rimosso meno di un quinto della chioma. È adatta nel periodo di allevamento precedente alla produzione dell'ulivo e qualora sia il caso di far riposare la pianta per un anno. La potatura media prevede una rimozione di una parte di chioma tra un quinto ed un terzo del totale. Si tratta dei normali e più frequenti interventi di potatura. La potatura intensiva consiste nel taglio di più del 40% della chioma dell'albero. Poiché l'operazione è di forte impatto, si attua soltanto nei casi di ringiovanimento e ricostituzione, stimolando lo sviluppo di nuovi germogli. I giovani esemplari devono essere potati con moderazione mentre quelli maturi possono subire tagli intensi. La chioma deve essere potata in modo proporzionato, procedendo dall'alto in basso. I rami grossi vanno tagliati per primi, seguiti da quelli più piccoli.

  • Pianta di Albicocco con frutti L'albicocco è una pianta originaria della Cina nord-orientale al confine con la Russia; la sua presenza data più di 4000 anni di storia. Da lì si estese lentamente verso ovest attraverso l'Asia centra...
  • Frutto di Bergamotto Il bergamotto appartiene alla famiglia delle Rutacee, al genere Citrus ed alla specie bergamia.È un piccolo albero, alto 3-4 m, con un tronco dritto a sezione rotonda e ben ramificato ed una cortecc...
  • Ramo di Ulivo L’olivo appartiene alla famiglia delle Oleaceae comprendente circa 30 generi, tra cui Fraxinus, Jasminum, Phillyrea Syringa, Ligustrum ed Olea. La specie Olea europaea presenta diversi aspetti morfolo...
  • Vite con uva La vite europea (Vitis vinifera sativa) appartiene al genere Vitis, famiglia delle Vitaceae, che è distinto in due sottogeneri: Muscadinia (comprendente le specie Vitis rotundifolia, Vitis munsoniana ...

Crenova SH-01 Cesoie per Potatura con Lama in Metallo Pesante, Ideale per Potatura del Giardino

Prezzo: in offerta su Amazon a: 9,99€
(Risparmi 10€)


Quando e come eseguire la potatura dell'ulivo

Ulivi appena potati L'intervento di potatura della pianta si effettua nel periodo compreso tra il termine della stagione invernale e la fioritura, di solito tra marzo e maggio. Nelle regioni fredde è preferibile posticipare l'operazione, per evitare che le gelate tardive possano danneggiare l'albero. La potatura prevede di selezionare quali getti conservare, in sostituzione dei rami esauriti, e quali rimuovere perché non produttivi. Il taglio sarà effettuato in maniera netta con strumenti accuratamente affilati, per evitare sbavature e sfilacciamenti del ramo, e ben puliti e disinfettati. Il taglio deve essere effettuato in modo da lasciare il ramo con una superficie inclinata verso il basso e verso l'esterno, per facilitare il drenaggio della pioggia, evitando che il ristagno provochi malattie fungine. Generalmente non c'è bisogno di applicare il mastice sulle ferite poiché nell'ulivo cicatrizzano facilmente.


Taglio di polloni, succhioni e rami fruttiferi

Cesoie per potatura Potare gli ulivi prevede di eliminare tutti i polloni, forti rami sterili, che rubano energie e nutrienti alla pianta. I succhioni, invece, in alcune varietà di ulivo sono sterili mentre in altre possono essere produttivi. Occorre quindi capire quali tagliare e quali conservare. Un'eccessiva presenza di polloni e succhioni indica l'esistenza di un problema di coltivazione, uno squilibrio tra lo sviluppo vegetativo e la fruttificazione, derivato da potature troppo drastiche o irrigazioni e concimazioni troppo abbondanti. I rami fruttiferi con portamento verticale, che assicureranno la maggior parte della produzione nell'anno successivo, devono essere mantenuti. Gli altri rami a frutto saranno potati in modo da attuare un diradamento per distribuire la produttività su tutte le parti della chioma.



Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO