Potare orchidee

Fiori da ammirare

Madre Natura ci ha regalato tanti bellissimi esempi della sua forza e della grande creatività che la contraddistingue, ma i fiori sono in assoluto tra i migliori esempi di tutto ciò: esistono in tantissime forme e varianti, con caratteristiche di funzionalità ed adeguamento che hanno assunto le connotazioni più diversificate, anche se sempre in stretto contatto con l’evoluzione della pianta a cui appartengono e quindi con le esigenze che essa deve superare nell’habitat tipico in cui si trova. Ma i fiori sono soprattutto belli, belli da vedere, da curare ed anche da sentire col loro profumo che spesso pervade la casa ed anche il nostro giardino. L’uomo, inteso come essere umano, ha quasi da subito notato tutto ciò, ed infatti esistono testimonianze storiche antichissime che già dimostrano come l’uomo si dedicasse alla coltura e cultura dei fiori in tempi non sospetti, semplicemente per decorare la propria casa o per fare dei regali semplici ma apprezzatissimi, esattamente come accade oggi. L’incantevole aspetto dei fiori, il loro essere così delicati (la maggior parte di essi) ma allo stesso tempo così grandi comunicatori, ha incantato e continua ad incantare l’uomo, che seleziona le piante che più riescono a fornirgli doni del genere: esse vengono classificate come piante da decorazione, vediamone uno splendido esempio.
nodo di orchidea

Purovi® KIT per CURA e DECORAZIONE di Acquari e Terrari | Forbici Pinzette Tenaglie | Cura botanica e Aquascaping | Potatura di orchidee e bonsai

Prezzo: in offerta su Amazon a: 34,95€


L'orchidea

orchidea in fioreL’orchidea è una splendida pianta di origine non europea che ha avuto un enorme successo commerciale come pianta da appartamento e da fiori, soprattutto nel caso in cui viene donata; è assolutamente vero ciò che viene consigliato dagli addetti ai lavori, ovvero di documentarsi per permettere alla pianta di sopravvivere oltre la stagione in cui viene regalata, ed è per questo motivo che siamo qui a descriverla. L’orchidea nasce e si sviluppa nelle zone tropicali dell’Asia e delle Americhe; ciò che interessa a noi dal punto di vista della cura non è tanto la lontana e lontanissima provenienza, ma il clima: essa è “fatta” per i climi tropicali, ovvero caldi e molto umidi, con qualche corrente d’aria e senza alcuna luce diretta; è esattamente il contrario di quel che può trovare sui nostri balconi italici, però una sorta di suo microclima può essere ricostruito in appartamento. A ciò è dovuto il fatto che è molto utilizzata come regalo da tenere in casa, magari all’ingresso dell’abitazione per accogliere tutti col suo profumo e col suo colore, ma soprattutto per donarle qualche spiffero d’aria ogni qual volta l’ingresso di casa viene utilizzato.

  • orchidee Le orchidee sono delle piante a fiore appartenenti alla famiglia delle Orchideaceae. Queste piante sono rinomate per la bellezza dei loro fiori e per il loro elevato valore ornamentale. Vengono usate ...
  • orchidee1 Le orchidee sono delle splendide piante a fiore appartenenti alla famiglia della Orchidaceae. Originarie dell’Asia e delle Americhe, queste piante sopportano bene i climi caldi di tipo subtropicale, c...
  • orchidee-1 Anche alcune piante da appartamento possono essere regolarmente potate. La potatura, come sapete, è una pratica colturale che tende a rafforzare e rinvigorire la crescita della pianta, sia per quanto ...
  • phalaenopsis bianche Sono tra le piante da appartamento più apprezzate e coltivate, ma sono anche le più vendute dai florovivaisti, che le confezionano in vaso o con fiore reciso per occasioni e ricorrenze speciali. Stiam...

Growth Technology Profi Bonsai & orchidee Forbici

Prezzo: in offerta su Amazon a: 16,95€


Potare le orchidee

L’orchidea ha fama di essere una pianta da una sola stagione; ciò è dovuto al fatto che essa richiede condizioni particolari per sopravvivere ed anche una cura costante. Uno degli aspetti più importanti è la sua potatura: nel periodo dopo che ha fiorito, ovvero dopo che il suo fiore appassisce (e può essere un periodo molto lungo, dato che i fiori di orchidea sono molto longevi rispetto ad altre piante da fiore), va praticata una attenta potatura per permettere alla pianta di rigenerarsi durante la sua stagione di pausa (estate o inverno) e tornare a fiorire nella successiva stagione vegetativa (autunno o primavera). Ci sono diversi approcci alla potatura dell’orchidea da parte di vari scienziati del settore, ma quello più comune è quello che prevede la rimozione di solo una parte dello stelo fiorale dopo che il fiore appassisce (l’altro approccio prevede la sua rimozione totale). In effetti la maggior parte delle specie di orchidea ama rifiorire sullo stesso stelo almeno per due o tre volte, quindi eliminarlo del tutto alla prima fioritura può voler dire che la pianta dovrà “ricostruire” uno stelo e poi fiorire, allungando i tempi di rifioritura.


Potare orchidee: Cura per l'orchidea

Abbiamo appena detto che la tecnica per potare l’orchidea è quella che prevede la rimozione di una parte dello stelo su cui era presente il o i fiori; il “taglio” va effettuato appena sopra il secondo nodo utile, ovvero appena sopra la seconda diramazione da cui è nato il fiore (ovviamente si intende la seconda dal basso). Così come in ogni operazione di potatura, ed a maggior ragione per una pianta esigente come l’orchidea, gli attrezzi utilizzati in queste operazioni dovranno essere perfettamente igienizzati, dato che la pianta difficilmente potrà sopravvivere ad un attacco batterico o virale in un ambiente tanto diverso dal suo originale, anche se ci impegniamo solitamente moltissimo per farglielo assomigliare il più possibile. Queste attenzioni però non sono le uniche di cui l’orchidea necessita: l’illuminazione per la nostra pianta dovrà essere corposa ma allo stesso tempo non diretta, quindi può andare benissimo vicino ad una finestra ma riparata da una tenda abbastanza filtrante. Lo stesso vale per le correnti d’aria: l’orchidea non ama il vento ma soprattutto non ama l’aria stagnante, quindi qualche corrente sporadica dovrà passare ogni tanto per rinfrescare l’ambiente intorno ad essa. E’ vero che serve un intorno molto umido alla pianta, ma ciò è vero solo sulle foglie e nella parte alta, perché alle radici non piace la stagnazione delle acque.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO