Gerani potatura

Coltivazione dei gerani

Con i loro fiori dai colori accesi e allegri, non stupisce che i gerani siano piante particolarmente diffuse nei giardini e sui balconi degli amanti del verde. Accanto ai pregi puramente estetici i gerani offrono infatti altri allettanti vantaggi: si tratta, innanzitutto, di piante di facile coltivazione che ben si adattano anche alla vita in appartamento o sulle terrazze, donando un tocco di vivacità ai piccoli spazi. Sono inoltre dotati di un intenso e piacevole profumo, che in modo del tutto naturale funziona come repellente per insetti e zanzare. Per piante rigogliose occorrono alcune piccole attenzioni: tenere conto dell’esposizione, delle temperature e del tipo di terreno richiesto sono fattori fondamentali per la buona crescita dei gerani. Altrettanto importante, però, è la potatura: se eseguita correttamente può garantire uno sviluppo ottimale dei rami, rafforzando la pianta e portando ad una gemmazione che si tramuterà in una fioritura più rigogliosa. I gerani avranno così un rinnovato potere decorativo e vita lunga e sana, per il piacere della vista e dell’olfatto.
Potatura gerani

FALKET 2100 -Forbici per potatura professionali a doppio taglio forgiate a caldo,cm.21

Prezzo: in offerta su Amazon a: 35€


I benefici della potatura

Potatura geraniCome visto, la potatura è un’operazione importante per la salute dei gerani: essa permette infatti di eliminare i rami secchi e non più produttivi, che in caso contrario richiederebbero nutrimento senza dare vita a gemme e fiori, indebolendo la pianta ed influendo sul suo generale aspetto. Eliminare i rami ormai non più produttivi permetterà invece alla pianta di geranio di poter sbocciare al meglio e di essere forte e robusta per un vantaggio non soltanto estetico: una pianta in salute è una pianta che più facilmente resiste anche all’attacco di parassiti e di malattie fungine, grazie ad un più funzionante metabolismo. La potatura deve però essere effettuata secondo determinate regole che garantiscono la selezione dei giusti rami e deve avvenire nel periodo più consono, per evitare di influenzare in modo negativo la fioritura o di eliminare dei rami ancora in salute e perfettamente produttivi, magari a vantaggio di quelli più deboli e meno utili per lo sviluppo della pianta. La potatura permette, inoltre, di arginare eventuali attacchi fungini o di altri tipi di parassiti: se la diffusione è limitata e ad uno stadio iniziale, potrebbe essere sufficiente eliminare i rami o le foglie colpite per evitare che gli elementi infestanti si propaghino danneggiando la pianta oppure provocandone la morte. In questo caso, però, occorre controllare lo stato di diffusione, e provvedere all’eliminazione degli organismi infestanti dalle parti che è preferibili non tagliare, utilizzando se necessario prodotti specifici per l’eliminazione e la prevenzione.

  • Pianta di Albicocco con frutti L'albicocco è una pianta originaria della Cina nord-orientale al confine con la Russia; la sua presenza data più di 4000 anni di storia. Da lì si estese lentamente verso ovest attraverso l'Asia centra...
  • Frutto di Bergamotto Il bergamotto appartiene alla famiglia delle Rutacee, al genere Citrus ed alla specie bergamia.È un piccolo albero, alto 3-4 m, con un tronco dritto a sezione rotonda e ben ramificato ed una cortecc...
  • Ramo di Ulivo L’olivo appartiene alla famiglia delle Oleaceae comprendente circa 30 generi, tra cui Fraxinus, Jasminum, Phillyrea Syringa, Ligustrum ed Olea. La specie Olea europaea presenta diversi aspetti morfolo...
  • Vite con uva La vite europea (Vitis vinifera sativa) appartiene al genere Vitis, famiglia delle Vitaceae, che è distinto in due sottogeneri: Muscadinia (comprendente le specie Vitis rotundifolia, Vitis munsoniana ...

Falci 247500-18 Forbice da Vigna e Potatura Forgiata con Chiusura in Cuoio, 18 cm, Grigio

Prezzo: in offerta su Amazon a: 10,98€


Periodo di potatura dei gerani

Potatura dei geraniPer una potatura efficace è importante identificare il periodo più adatto, in modo tale da non arrecare danno alla pianta facendo sì che il taglio si riveli invece un importante aiuto per la sua crescita e il suo rinforzo. Una potatura correttamente eseguita ed effettuata nel periodo giusto rafforzerà la pianta rendendola più rigogliosa ma anche più resistente a disturbi e malattie di varia natura. Il periodo di potatura può variare a seconda della specie di geranio che si decide di coltivare, tuttavia è possibile individuare, in linea generale, due principali periodi indicati per la potatura, ovvero l’inverno, quando la pianta è in riposo, e la primavera, prima della fioritura. La potatura invernale solitamente è di ringiovanimento e può essere effettuata all’inizio o alla fine della stagione a seconda della temperatura. Agli inizi dell’estate invece, in previsione di un periodo particolarmente caldo o di un periodo prolungato senza irrigazione, è possibile optare per una potatura più decisa che permetta l’eliminazione della maggior parte dei rami, richiedendo così alla pianta meno nutrimento e meno acqua per la sopravvivenza.


Gerani potatura: Tecniche di potatura dei gerani

Potatura dei geraniCome visto, il tipo di potatura da eseguire sui gerani varia a seconda del periodo dell’anno e dello scopo: in caso di potatura invernale sarà sufficiente eliminare i rami più vecchi e secchi, che ormai non producono più fiori e sottraggono inutilmente il nutrimento alla pianta. Nel periodo estivo, al contrario, la potatura può essere più decisa e riguardare la maggior parte dei rami, a partire dalla parte appena superiore a quella radicale. Per il mantenimento inoltre, in periodo di fioritura, è possibile provvedere alla cimazione dei fiori man mano che essi seccano e appassiscano: questo garantirà non solo un migliore aspetto alla pianta, ma anche la possibilità di un maggiore nutrimento per i fiori ancora da sbocciare o nel pieno del loro sviluppo. La potatura può anche interessare rami ancora produttivi in caso di attacco parassitario localizzato, per arrestare la diffusione senza ricorrere a rimedi chimici e in qualche modo invasivi. In primavera, invece, meglio fare attenzione a non tagliare i rami che si preparano alla gemmazione, per poter avere una pianta dall’aspetto rigoglioso e ricca di colore per un valore aggiunto all’intero spazio circostante.



COMMENTI SULL' ARTICOLO