Cipresso della California

Generalità

Il Cipresso della California (Calocedrus decurrens) è una conifera sempreverde appartenente alla famiglia delle Cupressaceae che raggiunge 15-40 m di altezza ( in casi eccezionali 60 m di altezza per 11 di circonferenza) con una chioma colonnare-piramidale slanciata e compatta che diventa più irregolare e parte nel tempo, e il tronco rastremato che può superare i 2 m di diametro alla base caratterizzato dalla corteccia prima rossiccia e liscia, poi grigia e solcata da profonde scanalature. Le foglie aromatiche lunghe 2-15 mm sono piccole squame verdi con l’apice acuto riunite in verticilli di quattro elementi a coprire tutto il rametto. La fioritura avviene a settembre, anche se non è chiaro quando avvenga esattamente la dispersione del polline (i fiori possono apparire già ad aprile). I microsporofilli maschili si riuniscono a formare coni color verde-giallastro all’apice dei rametti e fanno assumere una sfumatura dorata all’albero dall’autunno fino a primavera. I fiori femminili sono giallo chiari, sempre terminali. I coni impollinati maturano nel corso di una singola stagione vegetativa (8 mesi circa) passando dal verde al bruno rossiccio e disperdono i 4 semi alati lunghi 2,5 cm tra agosto e novembre. L’apparato radicale è forte e robusto, con radici sia verticali che laterali che possono eventualmente sporgere leggermente dal terreno. E’ molto longevo (arriva tranquillamente a 1000 anni) e caratterizzato da un gradevole profumo di incenso in tutte le sue parti.
cipresso california

Cryptomeria japonica var.Elegans - Cèdrerouge du Japon - Pot du 3Litres

Prezzo: in offerta su Amazon a: 17,81€


Clima e terreno

foglie cipresso della california Il Cipresso della California è presente in Italia come specie ornamentale. Cresce in mezzombra o pieno sole, su terreni ben drenati caratterizzati da valori di pH che possono andare da quelli acidi a quelli basici. La migliore vegetazione la si ottiene su suoli da neutri ad acidi e in pieno sole. Può tollerare l’ombra in gioventù, ed è rustico e resistente all’aridità.

5 kg, legna da ardere, legnetti accendifuoco, eccellente qualità essiccata in abete - larice. Ideale per l'accensione del fuoco o legna da ardere per barbecue camino o stufa.

Prezzo: in offerta su Amazon a: 15,7€


Impianto e tecniche di coltivazione

La propagazione del Cipresso della California avviene per seme a primavera e in serra, avendo cura di non rimuovere l’ala dai semi per non ridurne la percentuale di germinazione e di interrarli a un a profondità non superiore a 6-12 mm. L’estrazione dai coni può avvenire tenendo i coni a temperature medio alte (27°C) finché non si aprono e liberano i semi alati. Eventualmente si può fornire alla semente una stratificazione fredda di 30 giorni a 2-5°CI semenzali vanno ripicchettati e tenuti a mezzombra finché non abbiano trascorso al riparo tutto il loro primo inverno. In seguito possono essere messi a dimora, nella tarda primavera o all’inizio dell’estate. Vanno protetti durante il primo inverno trascorso all’aperto. Le cultivar invece vengono propagate per talea semilegnosa in estate o autunno. Per le sue caratteristiche il Cipresso della California è adatto a giardini soleggiati, anche aridi, a gruppi o isolato, come sfondo sempreverde per fioriture stagionali o, nelle sue varietà nane, come elemento portante delle bordure, circondato da erbe e perenni a fioritura stagionale. Alcune varietà a fogliame dorato vanno protette dal sole. Gli esemplari più grandi possono essere associati con gradevoli risultati estetici a tappeti fioriti, per esempio di Anemone nemorosa. Le varietà nane possono essere coltivate in contenitori su grandi terrazzi. Adatto a formare siepi.


Parassiti e malattie

Tra i parassiti del Cipresso della California segnaliamo Augomonoctenus libocedrii, Carulaspis juniperi, e Leptoglossus occidentalis che attaccano i coni fecondati in fase di sviluppo e/o i semi. Ricordiamo inoltre afidi, cocciniglie, e nematodi. Tra le malattie segnaliamo i cancri, i marciumi radicali, del colletto e della chioma, e la ruggine.


Caratteristiche del legno

Il legno di Cipresso della California è tenero, facile da lavorare, resistente al deterioramento, viene usato per fabbricare matite e arredi da esterno.


Cipresso della California: Varietà

Tra le molte varietà del Cipresso della California ricordiamo:

“Aureo-variegata” a foglie che variano dal verde al giallo dorato. Colonnare.

“Berrima Gold” habitus colonnare, fogliame giallo molto decorativo se fatto contrastare con altri sempreverdi o adatto a illuminre angoli poco luminosi. Spesso il suo colore vira all’arancio durante l’autunno e l’inverno, va piantumato in mezzombra per evitargli scottature solari. Cresce 15-25 cm all’anno. Bellissima.

“Columnaris” colonnare con rametti corti e fitti, appressati.

”Compacta” non arriva a 2 m di altezza, chioma globosa, cresce 5-10 cm all’anno.

“Glauca” a foglie glauche sfumate di blu.

“Horizontalis” con le branche ad andamento orizzontale, chioma conseguentemente aperta.

“Intricata” conico-colonnare, nana, con le numerose ramificazioni che partono molto vicino al suolo.

”Maupin Glow” le foglie sono color giallo brillante, non si scottano al sole, habitus colonnare. Raggiunge 4,5 m di altezza e cresce 15-30 cm all’anno.

“Nana” compatta e di piccole dimensioni.

“Pillar” ad habitus fastigiato, colonnare.

”Riet” cultivar davvero molto piccola, raggiunge a stento 1 m di altezza per altrettanta larghezza, adatta a siti di piccole dimensioni e contenitori.


  • cipresso nano Il Cupressus sempervirens è una conifera sempreverde di dimensioni contenute, proveniente dal nord America, dall'Europa
    visita : cipresso nano

COMMENTI SULL' ARTICOLO