Pino domestico

Genralità

Il Pino domestic (Pinus pinea) detto anche Pino da pinoli è una conifera sempreverde appartenente alla famiglia delle Pinaceae che arriva a 25-30 m di altezza. Come il Pinus pinaster ha il tronco nudo per il 60% al di sopra del quale i rami vanno a formare la tipica chioma a ombrello (che in giovane età, prima dei 50 anni, invece è globosa). La corteccia da grigia e liscia si screpola in grosse placche e diventa rossastra col tempo. I rami sono curvi e a andamento ascendente, i rametti sono verdi o giallo-verdi. Gli aghi portati solo dai brachiblasti sono persistenti (fino a un massimo di 4 anni) e sono portati a coppie. Sono lunghi 10-12 cm circa, hanno il margine seghettato, e sono di color verde biancastro che diventa giallo verso l’apice non pungente. La caduta degli aghi più vecchi avviene durante l’estate mentre i nuovi spuntano verso aprile e raggiungono la dimensione finale l’autunno seguente. La fioritura avviene tra aprile e maggio. I microsporofilli maschili allungati color giallo-arancio sono situati nella parte bassa della chioma dell’albero e sono formati da squame portate da corti peduncoli che recano sulle pagine inferiori le sacche contenenti il polline. I macrosporofilli femminili presentano sia squame sterili e copritrici che squame fertili portanti gli ovuli e sono ovoidali e verdastri, striati di porpora. I coni fecondati nel giro di tre anni lignificano assumendo un colore che va dal marrone al rossiccio. Le squame dei coni maturi sono grosse e presentano una conformazione tipica, con la parte terminale a forma di scudo piramidale. Ciascuna porta due semi commestibili detti pinoli, lunghi 15-20 mm, molto gustosi e dall’elevato valore nutrizionale, contenuti in un guscio legnoso cosparso di una caratteristica polvere nera e provvisto di un’ala rudimentale dato che la dispersione dei semi nel Pino domestico è di tipo zoocoro. Le radici della pianta sono forti e robuste,inizialmente a fittone poi laterali e superficiali, e entrano in simbiosi con il tartufo bianchetto e lo scorzone.
pino domestico

Piccolo Animale Domestico di Pino di Pista Piccolo Parco Animale per Criceto / Cincillà / Porcellino Divertenti Giocattoli

Prezzo: in offerta su Amazon a: 7,99€


Clima e terreno

aghi e sporofilli pino domestico Il Pino domestico è presente in quasi tutta Italia isole incluse, con l’eccezione di Piemonte, Valle d’Aosta, Lombardia trentino, Marche e Puglia. Il suo areale di distribuzione va da 0 a 800 metri sul livello del mare, in habitat di tipo litoraneo, su terreni sabbiosi e sciolti. Eliofilo e termofilo, è molto sensibile alle temperature minime assolute soprattutto in presenza di forte umidità, per cui in ambienti secchi resiste anche fino a -25°C, diversamente non può scendere sotto ai -12°C. In realtà per il Pino domestico sarebbe bene che le temperature minime non scendano mai di molto sotto allo zero. Anche la neve danneggia l’albero, stroncandone i rami. Sopporta invece molto bene l’aridità estiva, con massime superiori ai 30°C e piogge scarse, anche se contrariamente a quanto si crede una siccità eccessivamente prolungata nel tempo lo danneggia. In fatto di terreno è poco esigente, evita giusto quelli acquitrinosi oppure spiccatamente salini. Non sopporta l’inquinamento atmosferico, specialmente quello veicolato dai venti salmastri provenienti da aree marittime inquinate da tensioattivi.

  • Le pigne non ancora mature L'albero di pino domestico è una conifera sempreverde caratterizzata da una crescita rapida. E' originario dei paesi mediterranei e presenta un fusto a portamento eretto rivestito da una spessa cortec...
  • Pino strobo L'albero di pino è caratterizzato dalle foglie a forma di aghi, riunite in mazzetti di 2, 3 o 5 (più raramente 1 o 4), a seconda della diversa specie. Infatti, a seconda del numero di aghi si possono ...

Piccolo Animale Domestico Pino Sospeso Parco Giochi per Criceto / Cincillà / Porcellino D'avene Giocattoli Divertenti Giocare Giocattoli Masticare Giocattolo

Prezzo: in offerta su Amazon a: 8,81€


Impianto e tecniche di coltivazione

La propagazione del Pino domestico avviene per seme subito dopo la raccolta oppure nel tardo inverno. Le temperature ideali per la germinazione sono comprese tra 17 e 19°C, i semi possono essere conservati 3-6 anni a temperature comprese tra +2 e +4°C. La messa a dimora dei semenzali deve essere effettuata a fine primavera-inizio estate, raggiunti i 5-10 cm di altezza, e possibilmente non devono essere più trapiantati, avendo però cura di proteggerli dal freddo per i primi due inverni trascorsi all’aperto e di pacciamare l’area circostante per scoraggiare la competizione delle infestanti. La propagazione vegetativa tramite talee ha successo solo se viene effettuata a partire da piante molto giovani (meno di 10 anni). Il Pino domestico è ideale per rinsaldare dune di sabbia, in giardini di zone costiere, molto comune lungo larghi viali in terra battuta (ma le sue radici possono rovinare molto la pavimentazione stradale e forniscono spesso occasione d’inciampo per i pedoni distratti). Come nel caso del Pinus pineaster anche il Pino domestico ha una secrezione fogliare che inibisce la germinazione dei semi e che cade a terra con le piogge, quindi la crescita delle piante al di sotto della sua chioma può dare qualche problema anche considerando che la continua abscissione degli aghi acidifica molto il terreno. Compagne adatte saranno quindi edera, cespugli di piante acidofile, ciclamini, hosta in varietà e ortensie (soprattutto Hydrangea serrata e macrophylla, i cui fiori a volte variano in colore a seconda del pH del terreno. Ricordiamo tra le tante serrata “Miranda” a fiori azzurri o rosa e “Shiro tae” a fiori bianchi molto eleganti e macrophylla “Jean Varnier” a fiori rosa molto belli, resistente al caldo).


Pino domestico: Parassiti e malattie

Tra i parassiti del Pino domestico ricordiamo la processionaria del pino, Tomicus destruens, Pissodes notatus e Rhiacionia buoliana, oltre a vari funghi tra cui Cronartium flaccidum, Heterobasidion annosum e Fomes annosum.


  • pino domestico Conifera sempreverde, a crescita abbastanza rapida, il pinus pinea è originaria dei paesi che si affacciano sul mediterr
    visita : pino domestico

COMMENTI SULL' ARTICOLO