Sequoia

Generalità

La Sequoia (Sequoia sempervirens) è un’imponente conifera sempreverde appartenente alla famiglia delle Cupressaceae, originaria della California, che può raggiungere 115 m di altezza. E’ quindi l’albero più alto del mondo, anche se in Europa dove è stata introdotta nel corso dell’800 non supera mai i 50 m di altezza. Ha una chioma dalla tessitura fine, piramidale, densa e semi-aperta, con le branche principali che tendono a assumere un andamento orizzontale oppure verso il basso nel caso di quelle inferiori. Il tronco è colonnare, caratterizzato dalla spessa corteccia (anche 30 cm) bruno rossiccia e fibrosa, tenera. Le foglie delle fronde in ombra e degli alberi più giovani sono aghiformi, piatte, non pungenti, color verde scuro sopra e glauche a causa delle bande stomatali sotto, lunghe 1,5-2,5 cm in ogni caso, ma più lunghe al centro del rametto che alle sue estremità. Nelle fronde illuminate degli alberi più vecchi sono scagliette lunghe 5-10 mm. La disposizione delle foglie è a spirale nei rami più illuminati e appiattita in quelli in ombra, per catturare più luce, e le foglie schiacciate emanano un odore che ricorda quello della cera delle candele. L’apparato radicale è esteso e superficiale. La fioritura è a sessi separati compresenti sullo stesso albero, e l’impollinazione avviene alla fine dell’inverno tra febbraio e aprile. I microsporofilli maschili formano coni ovoidali gialli lunghi 4-6 mm che emettono grandi quantità di polline. I macrosporofilli femminili formano coni verdi e ovoidali lunghi 15-32 cm con 15-25 scaglie disposte a spirale. Una volta fecondati impiegano 8-9 mesi per maturare assumendo consistenza legnosa, dopodiché cadono ancora interi dalla pianta. Ogni cono maturo contiene dai 3 ai 7 semi alati lunghi 3-4 mm. Estremamente longeva, può arrivare a oltre 2000 anni di età.
sequoia sempervirens

SAFLAX - Set per la coltivazione - Sequoia gigante - 50 semi - Sequoiadendron gigantea

Prezzo: in offerta su Amazon a: 9,75€


Clima e terreno

fronde sequoia sempervirensLa Sequoia è presente nella nostra penisola solo come specie ornamentale e il suo areale di distribuzione va da 0 a 1200 metri sul livello del mare. Preferisce un clima umido e freddo, dove non solo le abbondanti precipitazioni stagionali (2500 mm all’anno) forniscano acqua, ma sia presente anche molta nebbia che contribuisca a mantenere elevata l’umidità nell’arco dell’anno. Invece non ama i venti freddi né l’inquinamento atmosferico e richiede quindi posizioni riparate lontane dal traffico cittadino. Predilige terreni ricchi e profondi, ben drenati e possibilmente acidi, ma può tollerare quelli alcalini e argillosi. Anche se è eliofila in gioventù può tollerare per decenni ombreggiamenti parziali. E’ una pianta rustica quando è vecchia, ma viene danneggiata molto dal gelo quando è giovane, quindi richiede inverni non troppo freddi e possibilmente molto nevosi per mantenere l’umidità del suolo. Inoltre il polline può morire del tutto se rilasciato subito dopo o in concomitanza con una gelata.

  • Foresta di alberi ad alto fusto Gli alberi ad alto fusto necessitano di grandi aree di terreno dove poter crescere liberamente senza problemi e di una giusta distanza tra di loro, in modo tale da non intralciarsi con le lunghe e rob...
  • Albero di faggio Il faggio, il cui nome scientifico è Fagus sylvatica, è un albero appartenente alla famiglia delle Fagaceae. Esso è in grado di raggiungere un altezza elevata, intorno ai 40 metri, e può formare degli...

EDA plastiche 13775 BE.NA Piazza Fiore VX1 Sequoia vassoio 48,5 x 48,5 x 48 cm

Prezzo: in offerta su Amazon a: 54,18€


Impianto e tecniche di coltivazione

La Sequoia si propaga per seme a primavera (fine marzo) in un semenzaio all’aperto tenuto in ombra leggera, oppure in serra in autunno. La percentuale di germinazione non è delle più incoraggianti. I semenzali una volta ripicchettati vanno tenuti in serra fino alla fine del loro secondo inverno e messi a dimora solo una volta trascorso il pericolo di gelate oppure in autunno. Inoltre le giovani piante vanno protette dal gelo durante inverno e primavera per almeno uno o due anni dopo l’impianto. In alternativa si può procedere per talea semilegnosa tra agosto e settembre. La radicazione avviene la primavera seguente e l’impianto può avvenire già l’estate successiva o ancora meglio dopo un anno per far trascorrere alla pianta l’inverno al riparo. La Sequoia cresce piuttosto velocemente, anche 1,2 m all’anno per i suoi primi 30 anni, raggiungendo un’altezza di 25 metri in 20 anni. Per le sue caratteristiche è un albero per grandi spazi riparati, in condizioni climatiche idonee, come albero isolato o a gruppi, lontano da costruzioni. Ideale per segnare l’ingresso ai lati del viale di accesso di una vasta proprietà. Le sue cultivar prostrate o nane possono invece trovare impiego in ambiti più ristretti, in bordure e giardini informali, in collezioni di conifere particolari.


Parassiti e malattie

Tra i patogeni della Sequoia ricordiamo le malattie fungine scatenate dall’aridità, tra cui i marciumi causati dai funghi del genere Poria, i cancri rameali causato da varie specie di Coryneum.


Caratteristiche del legno

Il Legno di sequoia è leggero e durevole, resistente alle termiti, che secca senza difficoltà. Viene utilizzato in edilizia, per serramenti, per arredi da esterno, per uso navale, imballaggi, mentre la scorza viene usata come pacciamatura da giardino, come carburante o come isolante.


Sequoia: Varietà

Tra le cultivar di Sequoia segnaliamo:

“Aptos Blue” con aghi blu-verdi e rametti penduli.

“Woodside” a foglie grigio-verdi.

“Loma Prieta Spire” colonnare, folta, rametti penduli.

“Los Altos” forma semi-aperta, aghi verdi e lucidi, crescita rapida.

“Santa Cruz” foglie chiare, giallo-verdi.

“Prostrata” a foglie verdi sopra e glauche sotto, portamento strisciante.

“Adpressa” con la punta dei rametti color crema.



COMMENTI SULL' ARTICOLO