Barbecue legna

Barbecue a legna

I barbecue a legna sono i più diffusi in Italia, dove i barbecue a gas sono scarsamente utilizzati: l'aroma del fuoco prodotto dalla legna o dalla carbonella è impagabile rispetto a quello del fuoco originato da altri combustibili. Nei barbecue a legna si utilizzano piccoli ceppi di legno stagionato, ma anche carbonella, trucioli o altro combustibile solido; questi materiali hanno un costo esiguo e si possono trovare in ogni supermercato, rendendo la preparazione del barbecue molto economica e semplice. Il fascino delle fiamme vive, prodotte dal legname, è sicuramente la principale attrattiva dei barbecue di questo tipo, con cui si preparano principalmente piatti a base di carne o pesce. Questi barbecue possono essere costruiti in muratura, e quindi posizionati in una zona predeterminata del giardino; ma esistono barbecue a legna in metallo, disposti su comodi carrelli di facile spostamento.
Barbecue a legna in muratura

Papillon 8130210 - Barbecue A Legna Rettangolare Wichita Con Ruote, 98X55X93H Cm

Prezzo: in offerta su Amazon a: 111,99€
(Risparmi 0,01€)


Prezzi dei barbecue a legna

Barbecue in ferro Trattandosi della tipologia di barbecue più diffusa nel nostro paese, chiaramente ne possiamo trovare in commercio moltissimi modelli, di diversi materiali e dimensioni. Per questo motivo, i prezzi possono essere i più vari. I barbecue a legna più economici sono quelli in metallo, dipinto a polvere o smaltato in colori sgargianti; i modelli più semplici possono costare poche decine di euro, ma se desideriamo una griglia ampia, con vicino un piccolo piano d'appoggio e magari un coperchio per il barbecue, dotato di un termostato, possiamo spendere anche qualche centinaio di euro. I barbecue a legna in muratura sono leggermente più costosi, e necessitano di maggiore spazio, soprattutto perché una volta posizionati, li lasceremo lì per molti anni: se non abbiamo uno spazio in giardino adibito ad angolo barbecue, una struttura in muratura sarà impossibile da posizionare. Anche in questo caso, esistono modelli per tutti i gusti e tutte le tasche, dai 100-120 euro, fino ai grandi barbecue che possono costare anche 500-800 euro, con forno, cappa e piani d'appoggio.

    LANDMANN 11543 A legna barbecue e bistecchiera

    Prezzo: in offerta su Amazon a: 128,81€


    La legna per il barbecue

    Carne cotta al barbecue Tipicamente il barbecue in Italia viene preparato utilizzando la carbonella di origine industriale; questo perché le braci si possono così produrre in tempi da record, e il barbecue sarà pronto molto più in fretta. I veri cultori della cottura alla brace invece utilizzano la legna, che prima di tutto produce meno fumi dannosi per la salute rispetto alla carbonella, e inoltre permette di aromatizzare naturalmente i cibi mentre si cucinano. La legna purtroppo non ha lo stesso tipo di reperibilità per tutti: in collina e in montagna è un bene che viene venduto in grandi quantità a prezzi irrisori; in pianura e vicino alle grandi città, si trova nei centri commerciali, a prezzi decisamente eccessivi. Se ne avete la possibilità cercate legno ben asciutto e proveniente dalla potatura di un frutteto o di un vigneto, otterrete delle braci molto durevoli ed aromatiche.


    Barbecue legna: Manutenzione del barbecue a legna

    Ampio barbecue a legna I barbecue a legna e carbonella vengono spesso lasciati all'aperto per tutto l'arco dell'anno; se ne possedete un modello in metallo e non potete ricoverarlo in cantina durante l'inverno, potete coprirlo con un telo in materiale plastico, in modo che il freddo e le piogge non ne rovinino il rivestimento. I barbecue in muratura invece sono appositamente trattati per sopportare qualsiasi clima, ma conviene periodicamente rivestirli con apposite vernici anti acqua, che ne mantengono la struttura priva di muffe ed infiltrazioni. Le griglie devono venire periodicamente pulite e sgrassate, utilizzando il fuoco e comode spazzole in metallo, che ne raschiano efficacemente la superficie. Periodicamente, o a fine stagione, ripulite perfettamente il braciere dalla cenere, che può essere conferita alla locale discarica, come rifiuto organico, oppure può venire utilizzata nell'orto come fertilizzante, essendo ricca in potassio.


    Guarda il Video

    COMMENTI SULL' ARTICOLO