Fiori giapponesi

L'Hanakotoba e il significato dei fiori giapponesi

I fiori svolgono un ruolo di primo piano nella vita di ogni giorno in Giappone. Essi si trovano nel decoro dei vestiti, nell'arte (compresi tatuaggi o irezumi), ma anche nei passaporti, nei documenti in generale e nei sigilli governativi. La profonda spiritualità dei giapponesi investe la loro vita quotidiana, che vivono in collegamento con la natura e tutti gli esseri viventi. La stessa parola Ikebana (che designa l'arte tipicamente giapponese di disporre i fiori) significa letteralmente "fiori viventi". Anche se vi piace semplicemente godere dei colori e del profumo dei fiori, è sempre bene imparare il significato dei fiori giapponesi, per semplice curiosità o anche perché in questo modo la prossima volta che regalerete un fiore o un mazzo di fiori potrete farlo con cognizione di causa, mandando un messaggio segreto ma preciso a chi lo riceverà. Cominciamo con alcuni fiori che indicano caratteristiche di chi ne fa dono o di chi realizza la composizione. Donare un amarilli ad esempio indica timidezza da parte di chi lo regala. Un anemone bianco significa che chi lo regala è sincero. L'aster tataricus viene usato per indicare i ricordi.
Ikebana con amarilli

Haiku. Il fiore della poesia giapponese da Basho all'ottocento. Testo giapponese a fronte in trascrizione romaji

Prezzo: in offerta su Amazon a: 9,35€
(Risparmi 1,65€)


I fiori dell'amore secondo l'Hanakotoba

Ikebana con rose rosaL'azalea mostra modestia e pazienza da parte di chi la regala. Per mostrare di essere grati i fiori da usare sono le campanule. Secondo il tradizionale significato dei fiori giapponesi, simbolo dell'amore è la camelia. Per la persona amata, la camelia da inviare secondo l'hanakotoba è rossa. Per dire ad una persona che si avverte la sua mancanza e che si ha nostalgia allora la camelia deve essere gialla. Le camelie bianche vanno inviate ad una persona che si aspetta. Anche i garofani simboleggiano amore e fascino. Ma i fiori del vero amore sono i non-ti-scordar-di-me. Per rivelare un amore segreto, i fiori giusti sono le gardenie. Il fiore dei single e/o di chi è alla ricerca dell'anima gemella è l'agrifoglio o il fiore di vischio. Le rose sono da considerare in generale il fiore dell'amore ma ancora una volta il colore è molto importante (come in occidente del resto). Una rosa rossa è simbolo di amore, bianca di devozione, innocenza e silenzio. La rosa rosa indica fiducia, sicurezza e felicità; quella gialla invece è il fiore della gelosia. Il fiore di cactus indica lussuria o comunque l'amore sessuale, perciò attenzione a chi lo regalate!

  • Ikebana con amarilli I fiori svolgono un ruolo di primo piano nella vita di ogni giorno in Giappone. Essi si trovano nel decoro dei vestiti, nell'arte (compresi tatuaggi o irezumi), ma anche nei passaporti, nei documenti ...
  • ciliegi in fiore Fiori come il sakura ed i crisantemi, sono simboli nazionali del Giappone. Questi, hanno il potere di richiamare alla mente forti emozioni e sono profondamente radicati nel pensiero asiatico. Il fiore...
  • Peonia Nella significato dei fiori giapponesi la peonia, una pianta viva e vibrante, molto ricca di stupendi fiori e foglie verdi, esprime un auspicio di buona fortuna e infatti nei dipinti dove viene rappre...
  • calla5 La calla è un fiore annoverato a pieno titolo tra quelli che esprimono in sé diversi linguaggi e significati. Fiore celebrato dal cinema, dalla mitologia e dalla fotografia, la calla racchiude signifi...

Il fiore nell'ombra. Percorsi attraverso il tatuaggio tradizionale giapponese

Prezzo: in offerta su Amazon a: 16,15€
(Risparmi 2,85€)


Il significato dei fiori giapponesi

Ikebana con giglio Il significato dei fiori giapponesi di ciliegio è gentilezza, dolcezza. Il crisantemo se bianco è simbolo di verità; in giallo invece è un simbolo dell'impero del sol levante. Il quadrifoglio, così come in occidente, è simbolo di buona fortuna. Il papavero ha significati diversi a seconda del colore. Il papavero rosso indica una personalità che ama divertirsi, quello bianco è simbolo di gioia e quello giallo di successo. Anche per quanto riguarda il giglio, per ogni colore vi è associato un significato differente. Il giglio bianco significa castità e purezza. Il giglio arancione significa vendetta o odio. Il giglio tigrato è simbolo di ricchezza o benessere La lycoris radiata e il mughetto sono i fiori che indicano dolcezza della persona che lo riceve. Ma se la lycoris radiata è di colore rosso, questo è una manifestazione della volontà di dimenticare, di perdere qualcuno per sempre. Il tulipano rosso indica amore caritatevole e fiducia; il tulipano giallo è il fiore dell'amore non corrisposto.


Fiori giapponesi: Altri fiori giapponesi

Ikebana con fiori di pesco L'iris è il fiore ideale per accompagnare una buona notizia. La viola del pensiero è il fiore da inviare ad una persona di cui si ha cura o a cui si pensa spesso. La fresia fa presente al destinatario che si è comportato in modo infantile. I narcisi sono un modo per mostrare rispetto. Le dalie sono i fiori del buon gusto per eccellenza; le margherite della fede. La stella alpina è il fiore del coraggio e della potenza. Vi sono poi i fiori che simboleggiano caratteristiche personali. Così l'ibisco è il fiore della gentilezza, il caprifoglio della generosità, il gelsomino dell'essere amichevoli e graziosi, la lavanda della fedeltà, la magnolia della naturalezza, la viola dell'onestà e la zinnia della lealtà. Per risollevare l'orgoglio di qualcuno è l'ortensia il fiore da usare, mentre il narciso va inviato a una persona di cui si vuole innalzare il livello di autostima. Il fiore di pisello, infine, significa addio. L'Hanakotoba è una vera e propria lingua. È bellissimo poter comunicare in modo tanto discreto eppure meraviglioso. Ovviamente questi sono i significati dei fiori giapponesi assegnati dalla tradizione nipponica, non hanno un valore universale.


  • fiori giapponesi I fiori svolgono un ruolo di primo piano nella vita di ogni giorno in Giappone. Essi si trovano nel decoro dei vestiti,
    visita : fiori giapponesi

COMMENTI SULL' ARTICOLO