Albero da frutto

Conoscere il Pero

Il Pero appartiene alla famiglia delle Rosaceae, genere Pyrus. La sua massima crescita è riscontrata in terreni freschi non sabbiosi, profondi e ricchi di sostanze nutritive. Si tratta di un albero che teme il vento, per questo motivo è bene piantarlo in una posizione riparata. La fioritura si ha nel mese di Aprile, le gemme sono portate da diversi rami che si distinguono in: dardi, brindilli, lamburde e rami misti. Per iniziare a produrre i primi frutti, la pianta deve avere in media dai 2 ai 4 anni. Le varietà di pero sono autosterili, quindi per aversi la fruttificazione è necessario piantare altre varietà impollinatrici così da ottenere una buona produzione. Le varietà di pero più comuni sono: - Il pero Williams: I frutti si presentano grossi, gialli e dalla polpa succosa e zuccherina. - Doyenne du Comice: Produce frutti dal colore verdastro e dalla polpa succosa, questa varietà si abbina bene a quella Williams. - Pere Conférence: Si tratta di una varietà tardiva, i frutti si presentano allungati e verdastri, si abbina benissimo alla varietà Williams.
frutta, pera

1 PIANTA DI CILIEGIO DURONE DI VIGNOLA TARDIVA ALBERO DA FRUTTO MATURA A LUGLIO

Prezzo: in offerta su Amazon a: 15,9€


Messa a dimora dell'albero di Pero

fiori albero di pero Il pero è un tipo di albero da frutto che si sviluppa molto bene in tutte quelle zone che sono caratterizzate da un clima temperato. In Italia cresce in ogni regione, ma giunge a maturazione prima nelle regioni meridionali. Non richiede delle cure particolari per quanto riguarda il terreno ma bisogna prestare molta attenzione all'irrigazione dato che è un tipo di albero che teme molto la siccità ma anche i ristagni d'acqua che potrebbero causare marciume alle radici. L'albero di pero viene venduto a radice nuda e deve essere messo a dimora nel periodo che va da ottobre ad Aprile. Per la messa a dimora occorre scavare una buca larga 80-90 cm e profonda 60 cm. All'interno della buca va inserita una manciata di cornunga che va mescolata alla terra e al letame composto. Una volta inserito l'albero nella buca, bisogna coprire per bene le radici e inserire un tutore così da tenere la pianta nella giusta posizione. In ultimo si comprime per bene il terreno nella prossimità del piede dell'albero e si irriga abbondantemente, avendo cura di aggiungere acqua soltanto quando quella precedentemente versata sia stata assorbita dal terreno.

    PIANTA ALBERELLO DA FRUTTO ALBERO PERA WILLIAMs

    Prezzo: in offerta su Amazon a: 15,9€


    Potatura dell'albero di Pero

    Potatura albero di pero Il momento ideale per potare il nostro albero di pero è a giugno. Dopo la messa a dimora, generalmente, si lascia crescere naturalmente l'albero di pero per poi potarlo l'anno successivo. Si procede diradando i rami che crescono all'interno della chioma, così da sfoltirla in modo che la luce e l'aria possano circolare in maniera ottimale, parte dei rami che hanno già fruttificato possono essere eliminati. Altri rami che andranno tagliati, oltre a quelli secchi, sono quelli che si incrociano all'interno della cima, l'importante è comunque preservare una forma della pianta armoniosa e bene areata. Per eliminare i rami si procede praticando un taglio in senso trasversale a partire dalla terza gemma, tuttavia, per quanto riguarda l'albero di pero, invece di recidere i rami, è consigliato praticare una piegatura dei rami che si vogliono eliminare, in questo modo l'eliminazione dei rami in eccesso avviene in modo graduale riducendo il rischio di malattie fungine da taglio.


    Albero da frutto: Malattie dell'albero di Pero

    malattie dell'albero di pero Le malattie più comuni che colpiscono l'albero di pero sono senz'altro gli attacchi dei parassiti animali, che in generale sono le cocciniglie e gli afidi. Le cocciniglie perforano la lamina fogliare del fusto e si nutrono della linfa ricca di zuccheri. Questi parassiti di solito attaccano le foglie e i germogli, ma raramente possono anche attaccare le radici provocando seri danni alla pianta. Gli afidi sono i pidocchi delle piante e di solito si annidano sulle foglie e sul fusto creando danni molto ingenti che possono portare, se non eliminati, alla morte della pianta. Raramente il pero può essere attaccato dalla Psilla gialla, un insetto che colpisce i tessuti giovani della pianta praticando delle vere e proprie punture dove prolifereranno poi i funghi, come la fumaggine. Un tipo di fungo molto comune nell'albero di pero è la ticchiolatura o il mal bianco. Un rimedio naturale per prevenire l'annidamento di questi insetti sull'albero di pero è l'aglio. Basta semplicemente bollire degli spicchi di aglio per 5 minuti, farli macerare per 24 ore e inserire il composto in un nebulizzatore da spruzzare sulle foglie e sul tronco.


    Guarda il Video

    COMMENTI SULL' ARTICOLO