Ciliegie ferrovia

Caratteristiche principali delle ciliegie ferrovia

Le piante di ciliegie ferrovia hanno un vigore medio basso e un portamento assurgente. Durate i primi giorni di aprile iniziano a dar vita a prospere fioriture bianche mentre la raccolta dei frutti viene effettuata solitamente nella seconda settimana di giugno. Vengono coltivate sia in pianura che in montagna e in Puglia ne esistono numerose coltivazioni a scopi commerciali. La raccolta può essere eseguita sia manualmente che in maniera meccanizzata ma il prodotto ottenuto nel secondo caso è quello destinato alla lavorazione. Queste piante non possono essere coltivate in vaso poiché le loro radici hanno bisogno di espandersi nel terreno. Ricordatevi di piantare i ciliegi in una zona ben esposta al sole e al riparo da forti correnti d’aria per ottenere arbusti rigogliosi.
Ciliegie ferrovia mature

PIANTA ALBERELLO DA FRUTTO ALBERO DI CILIEGIA FERROVIA

Prezzo: in offerta su Amazon a: 32,9€


Storia e altre peculiarità

Ciliegia ferrovia vista da vicino Le ciliegie ferrovia sono tra le coltivazioni più apprezzate in Italia. I frutti sono molto grandi e, oltre ad avere un peduncolo più lungo rispetto ad altre varietà, hanno una caratteristica forma a punta. Le prime notizie relative a queste piante risalgono al 1935 e riguardano una ciliegia nata nei pressi di un casello ferroviario distante poco meno di un chilometro dalla cittadina di San Michele di Bari. Poco a poco questo il ciliegio ferrovia si è diffuso nelle zone limitrofe e poi in ambito nazionale. La maggior produzione arriva dalle coltivazioni di Conversano e Turi. A rendere così popolare la ciliegia ferrovia fra i consumatori è il suo gusto zuccherino. Una volta raccolta dalla pianta, si mantengono per una settimana e vengono trasportate in tutta Europa.

  • Varietà di pianta di ciliegio L’albero di ciliegio è originario del continente asiatico ma da molti secoli viene coltivato anche in Europa con ottimi risultati in termini produttivi. Attualmente ne esistono numerose varietà sponta...
  • Albero di prugne L’albero di prugne, noto anche con il nome di susino, è originario del continente asiatico ma molte varietà nascono spontanee anche in Europa. Le specie presenti attualmente sono numerose e differisco...
  • Frutti del pero cotogno Il nome botanico del pero cotogno è cydonia oblonga e appartiene alla famiglia delle rosacee. E’ un albero di piccole dimensioni che raramente supera i quattro metri d’altezza. Ha una chioma voluminos...
  • Disegno botanico di fiore di melo selvatico e di fiore di melo domestico La pianta delle mele è originaria delle aree caucasiche dell'Asia, ma si è poi diffusa rapidamente anche in Europa. In Italia, l'albero di mele è coltivato prevalentemente al nord; le regioni consider...

Lampada Reptile Spiral Nebula UVB 5.0 - Lampadina compatta che emette raggi UVA e UVB, a basso consumo (26 watt)

Prezzo: in offerta su Amazon a: 26,43€


Le malattie e i parassiti

Ciliege ferrovia non ancora mature Il ristagno idrico rappresenta per il ciliegio il pericolo più grande. Infatti le radici iniziano ad andare in sofferenza e dopo poco presentano i primi segni di marcescenza. Se la situazione non viene risolta subito la pianta perisce in poco tempo. Per evitare tutto ciò è indispensabile orientare la propria scelta su un terreno ben drenato ed evitare irrigazioni troppo frequenti. E' sempre consigliabile irrorare di tanto in tanto le foglie della pianta e il tronco per evitare che la monilia, un fungo molto dannoso, rovini la produzione. Nel caso in cui iniziate a notare un indebolimento della pianta, provate ad aprire i frutti. E’ probabile che siano stati attaccati dalla mosca del ciliegio: un parassita che deposita le uova dentro la polpa.


Ciliegie ferrovia: Proprietà benefiche e curative

Piantagione di ciliege ferrovia La ciliegia ferrovia fresca ha note proprietà disintossicanti e depurative. Agevola il transito intestinale dei cibi e contribuisce a ridurre apprezzabilmente il gonfiore addominale. Contiene un buon quantitativo di flavonoidi che, se associati alla vitamina A e alla vitamina C, contribuiscono alla produzione di collagene. La loro polpa è ricca di acido mallico che aiuta la digestione degli zuccheri e supporta l’attività epatica. Secondo recenti studi non ancora portati a termine da parte dell’Università del Texas, le ciliegie contribuirebbero a combattere l’insonnia in quanto contengono percentuali rilevanti di melatonina. Il consumo di questi frutti apporta benefici al sistema cardiocircolatorio e in maniera particolare al cuore. Favoriscono la riduzione del colesterolo e mantengono pulite le arterie allontanando il rischio di infarti e ictus.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO